Sabato, 20 Luglio 2024
Varie

Gli integratori sono necessari nello sport? Ecco cosa dice la scienza

Ogni nutriente abbinato a un allenamento personalizzato è necessario per migliorare le performance

Sono diversi i siti sportivi che hanno messo in evidenza le proprietà dei nutrienti per svolgere qualsiasi tipo di attività, dalla caffeina per migliorare la concentrazione fino alle proteine e carboidrati, necessari per il metabolismo del corpo.

Ogni nutriente abbinato a un allenamento personalizzato è necessario per migliorare le performance, costruire i muscoli con proteine di qualità significa affrontare al meglio gli allenamenti e le gare ufficiali, ecco cosa dice la scienza in proposito.

Che cos’è l’integrazione proteica e quando è necessaria


L’utilizzo di integratori per lo sport è necessario per ottenere un incremento quantitativo relativo ai polipeptidi alimentari, questo è basato sui consumi di integratori alimentari che si usano per completare l’apporto di nutrienti, possono essere in polvere oppure alimenti come uova, soia, latte, alcuni tipi di cereali, legumi e così via.

Sui siti che offrono una panoramica scientifica come My Personal Trainer, è spiegato perché uno sportivo debba inserire gli integratori proteici o altre tipologie per migliorare le sue prestazioni, soprattutto in determinate attività fisiche che richiedono un aumento del fabbisogno di proteine o altri nutrienti, per chi non riesce a raggiungere la quota normale necessaria a compiere gli sforzi durante gli allenamenti e le gare.

In caso di attività fisiche che richiedono un enorme sforzo, ma anche per chi soffre di disordini legati all’assorbimento dei nutrienti o alla digestione, età avanzata, combinazione di fattori diversi come dieta, alimentazione vegetariana o vegana, persino allattamento, gli integratori alimentari sono un valido aiuto per ottenere tutte le energie necessarie a svolgere sport.

Il fabbisogno proteico e quando assumere gli integratori


Assumere gli integratori naturali è una necessità scientifica verificata soltanto a seconda di calcoli precisi. I fattori che intervengono sul fabbisogno proteico sono rappresentati dalla qualità delle proteine che vengono assunte, le perdite di azoto, lo stato fisiologico del soggetto, l’apporto calorico e l’attività sportiva che viene svolta.

Ognuno ha una struttura fisica e metabolica differente, per questo è necessario valutare con precisione la quantità di proteine necessarie, ed è possibile farlo attraverso un semplice calcolo, perché ogni sportivo deve assumere da 1.4 fino a 1.4 grammi di proteine per chilogrammo di peso corporeo, tutto qui.

La performance sportiva è associata all’integrazione e sia gli atleti professionisti che quelli che svolgono sport a livello amatoriale, devono tenere un regime alimentare sano e adeguato, che quando non è sufficiente a garantire un apporto nutrizionale corretto, può fare ricorso ai supplementi integrativi che favoriscono sia le performance perché apportano la giusta carica in termini di energie metaboliche, sia il recupero e la costruzione dei muscoli.

Ogni attività sportiva ha le sue caratteristiche peculiari, per questo bisogna mettere in relazione il peso e la massa muscolare, le caratteristiche metaboliche e fisiche, e associarle all’integrazione specifica lì dove ci sono mancanze.

Gli sport di potenza come il body building o il pugilato richiederanno nutrienti diversi rispetto agli sport di resistenza come il ciclismo o il nuoto. Nel primo caso è necessario un alto contenuto di proteine nel regime alimentare, nel secondo caso bisogna curare l’alimentazione con maltodestrine e derivati, che favoriscono la resistenza. Ogni sport ha i suoi nutrienti necessari per lo svolgimento dell’attività fisica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli integratori sono necessari nello sport? Ecco cosa dice la scienza
SportPiacenza è in caricamento