Questo sito contribuisce all'audience di

Anno di Sport: al Pro Piacenza la copertina 2014

Si chiude un 2014 vissuto intensamente dallo sport piacentino, che manda agli annali una stagione ricca di vittorie e successi, sia in termini di squadre sia a livello individuale. Come ogni anno Sportpiacenza dedica la copertina a quella che...

Il Pro Piacenza che ha conquistato la Lega Pro nel 2014
Si chiude un 2014 vissuto intensamente dallo sport piacentino, che manda agli annali una stagione ricca di vittorie e successi, sia in termini di squadre sia a livello individuale. Come ogni anno Sportpiacenza dedica la copertina a quella che ritiene l'impresa più meritevole; e il 2014 è tutto per il Pro Piacenza di Arnaldo Franzini, capace di conquistare la promozione in Lega Pro in un caldo pomeriggio di metà aprile contro la Sambonifacese. Un risultato eccezionale, perché nel calcio le difficoltà si moltiplicano sia per concorrenza sia economicamente, e quindi la nostra redazione ritiene che sia proprio quella dei rossoneri la copertina da ricordare.

Un anno, come si diceva, costellato di vittorie. Sicuramente sul podio c'è la Nordmeccanica Rebecchi (vincitrice della nostra copertina nel 2013) che ha messo a segno il triplete nel volley femminile vincendo Scudetto e Coppa Italia per il secondo anno consecutiva, trofei a cui va aggiunta la Supercoppa Italiana. Terzo posto per il Copra Volley, capace di vincere la sua prima e storica Coppa Italia, anche se negli occhi di tutti rimangono quei meravigliosi quattro set vinti nel match di ritorno di Champions League contro Macerata, una partita con quasi 4mila spettatori al PalaBanca quando Zlatanov e Simon trascinarono Piacenza prima a ribaltare il 3-0 subito all'andata e poi a vincere il golden set. Bisogna anche ricordare la finalissima promozione persa per un soffio dai Lyons contro L'Aquila a Parma, quando i bianconeri accarezzarono per un pomeriggio la possibilità di essere promossi in Eccellenza. Un altro grande risultato arriva dal Piacenza Rugby, promosso in Serie A dopo due anni di purgatorio, e le due squadre di Pallanuoto, Everest e Farnese, che hanno ottenuto la salvezza al loro primo campionato di Serie B.

Eccellenti risultati ottenuti anche a livello individuale, i risultati migliori sono arrivati dal nuoto con le ragazze Alessia Ruggi e Camilla Tinelli della Vittorino da Feltre, che hanno fatto incetta di titoli italiani ed Europei, Giacomo Carini (allenato dal tecnico piacentino Ponzanibbio) si è messo al collo addirittura due medaglie alle Olimpiadi Giovanili e poi l'atletica con i titoli italiani di Stefano Braga, il tennistavolo con le vittorie di Giulia Cavalli, il canottaggio e la motonautica con il Collare D'Oro che il Coni ha consegnato al nostro Alex Carella, mentre il comitato provinciale ha premiato Hristo Zlatanov come "atleta dell'anno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento