Questo sito contribuisce all'audience di

Tennistavolo A1 - La giovanissima Valentina Roncallo rimane a Cortemaggiore

La 17enne: «Peccato per lo stop, quest'anno potevamo toglierci delle altre soddisfazioni dopo il successo in Coppa Italia.

Valentina Roncallo

Dopo aver riaperto la palestra dove oltre trenta giovani hanno ripreso l’attività, l’attenzione del Cortemaggiore riparte  dalla serie A-1  dove oltre alla baby di casa magiostrina e piacentina doc, Arianna Barani, è stata riconfermata anche Valentina Roncallo, ligure di Loano, una delle più promettenti giovani italiane e in pianta stabile nella Nazionale Juniores.
 
Come ti sei trovata a Cortemaggiore?

«Molto bene, un’accoglienza perfetta di una grande famiglia, sapevo di arrivare in un club molto conosciuto e stimato in Italia con un mix importate sia al giovanile sia nell’attività assoluta Seniores e con un’eccellenza sul femminile. Conoscevo bene Arianna Barani, mia compagna in nazionale e Olga dzelinska ma davvero oltre a loro tutto è stato perfetto come l’esordio in Serie A-1. Mi sono integrata benissimo, una società ben organizzata  dove quello promesso all’inizio è stato mantenuto e non ho avuto pressioni da parte di nessuno».

Quindi scelta azzeccata o c’è qualche rimpianto?

«Assolutamente nessuno, dovevo fare una scelta, avevo altre possibilità ma ho fatto la scelta migliore».

Rammarico sull’ultima stagione?

«Sì parecchio, ricordo l’ultima apparizione il l8 febbraio con la netta vittoria  sull’ostico Norbello per 4-1. Io e Arianna a fare da staffetta, lì  ho preso più fiducia e ho capito che sia io che Arianna potevamo essere un valore aggiunto alla causa c’era la sensazione se non la certezza che si andava molto lontano. Io e Arianna  potevamo  vincere parecchi titoli ai campionati italiani giovanili Juniores: c’erano possibilità di medaglie e titoli sia nel singolo sia doppio e nel misto».
 
Rimani a Cortemaggiore anche la prossima stagione?

«Sono stata cercata anche da altri club e non me l’aspettavo ma ci ho messo un secondo a mettermi d’accordo  con la dirigenza, volevo rimanere a Cortemaggiore, il club punterà su noi giovanissime e questo per me è importante. Cercherò di farmi trovare pronta, accetto la sfida sempre che il Covid non ci fermi nuovamente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Dilettanti - Nessuna novità. Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria ripartiranno a febbraio? Il problema è la Terza

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento