rotate-mobile
Tennis

Dal 18 maggio alla Vittorino l'Open di tennis femminile

Fino al 29 maggio spettacolo sui campi in terra rossa della società piacentina

L?allentamento dell?emergenza sanitaria permette alla Vittorino da Feltre di ripartire con l?organizzazione dei tradizionali eventi agonistici, storicamente inseriti nel calendario sportivo biancorosso. Una ripartenza nel segno del tennis, con l?Open femminile Delta Rem-Unipolsai, presentato oggi nella sede della società di Via Del Pontiere, che prenderà vita dal 18 al 29 maggio sui campi in terra rossa della Vittorino.

«Ripartiamo - ha sottolineato durante la conferenza stampa di presentazione il consigliere della società biancorossa delegato al tennis, Bruno Pernigotti - con un torneo storico che organizziamo già da tanti anni e che l?emergenza sanitaria ci aveva costretto a sospendere in questi ultimi due anni. Abbiamo deciso di puntare su un evento agonistico femminile, a cui abbiamo voluto affiancare, come evento collaterale, anche un torneo maschile di terza categoria che inizierà il 14 maggio e che può già contare su più di cento iscritti. Ringrazio Unipolsai e Delta Rem per aver voluto ancora affiancarci nell?organizzazione».

Al tavolo dei relatori, oltre ai rappresentanti dei partner organizzativi del torneo - Stefano Teragni per Unipolsai AssiPiacenza e Manuel Calegari per Delta Rem - anche l?Assessore allo Sport del Comune di Piacenza, Stefano Cavalli, che ha voluto sottolineare «la capacità organizzativa della Vittorino da Feltre e l?apprezzabile scelta di voler dedicare il trofeo a Domenico Mazzoni, storico patron della Delta Rem Autodemolizioni, illuminato e intraprendente imprenditore piacentino, scomparso poco più di un anno fa, che si era sempre impegnato in prima persona per sostenere non soltanto il torneo di tennis della Vittorino, ma anche le iniziative di promozione sportiva messe in campo dal Coni piacentino».

«Ringrazio la Vittorino - gli ha fatto eco Manuel Calegari, nipote di Domenico Mazzoni e rappresentante, insieme a Carlo Parisi, di Delta Rem - per aver voluto ricordare mio nonno con questo torneo a cui era molto legato e a cui si dedicava sempre con grande impegno e passione. Era un grande appassionato di sport e amava vedere i bambini che si divertivano praticando le più svariate discipline».

Sport a livello agonistico ma anche un torneo che contribuirà, nel segno della promozione sportiva, ad avvicinare qualche giovane al tennis.

«E? proprio in quest?ottica - ha sottolineato Stefano Teragni - che Domenico Mazzoni era solito sostenere l?organizzazione di grandi eventi sportivi. Domenico, pur non essendo un dirigente sportivo, ha fatto tanto per lo sport piacentino; ha sostenuto la Vittorino, il Coni provinciale e tante società del nostro territorio. Era doveroso ricordarlo e rendergli onore e ringrazio la Vittorino per avergli intitolato questo Open femminile che porterà a Piacenza un evento agonistico sicuramente di alto livello».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal 18 maggio alla Vittorino l'Open di tennis femminile

SportPiacenza è in caricamento