menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto: da sinistra, Monaco, Daniele Delfino presidente Comitato regionale Federscherma, Bossalini

Foto: da sinistra, Monaco, Daniele Delfino presidente Comitato regionale Federscherma, Bossalini

Scherma, il Pettorelli sbanca Bologna con Valentino Monaco (Under 14) e Andrea Bossalini che si piazza secondo

Buon quinto posto di Franchi. Tra le ragazze spiccano Paganini e Parenti. Il Boss: “Risultato inatteso che ci fa gioire, anche se eravamo convinti delle nostre potenzialità”

Gli atleti del Pettorelli sbancano Bologna alla prima prova regionale del Gran premio giovanissimi. Gli under 14 si aggiudicano la prima e la seconda piazza rispettivamente con Valentino Monaco e Andrea Bossalini, mentre nei maschietti Edoardo Franchi ottiene un lusinghiero 5° posto. Nella due giorni di gare, che ha visto impegnati 14 atleti biancorossi nelle varie categorie, si registrano anche i buoni piazzamenti delle allieve Arianna Paganini (dodicesima) e Camilla Parenti al 16° posto: le due spadiste hanno, cioè, sfiorato l’approdo in finale nelle prime otto.Ma il colpo grosso della giornata di domenica 25 aprile è stato quello messo a segno da Monaco e Bossalini (figli d’arte che hanno fatto la gioia dei papà e maestri Francesco e Alessandro). A seguire i giovani atleti sono stati sabato Francesco Curatolo e domenica Alessandro Bossalini, Francesco Monaco e Cesare Masina.«E il massimo che il Pettorelli poteva sognare - commenta Monaco - le prime due piazze del podio. Anche se non escludevamo del tutto un buon risultato perché il Circolo sta crescendo, come dimostrano i piazzamenti delle ultime gare. E, poi, c’è la soddisfazione di due papà che vedono i loro figli vincere la gara. Valentino e Andrea hanno ripreso da dove avevano lasciato dopo oltre un anno senza gare”.Monaco continua: “Va sottolineato, inoltre, il risultato di Franchi e le buone prestazioni di Paganini e Parenti. Un altro motivo di contentezza è anche legato all’esordio di diversi giovani atleti che, fermi da un anno ma continuando ad allenarsi, hanno avuto la possibilità di esordire in campo agonistico. Ora restiamo concentrati per gli assoluti, sempre a Bologna il 2 maggio. Anche lì puntiamo a toglierci qualche soddisfazione perché le possibilità ci sono”.Monaco, infine, non dimentica di evidenziare che i risultati ottenuti sono frutto sì della volontà e della bravura di chi scende in pedana, ma anche di tutto il Pettorelli che con decisione e costanza ha continuato in sicurezza gli allenamenti durante l’emergenza della pandemia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento