Domenica, 26 Settembre 2021
Scherma

Il camp del Pettorelli invade Ferriere

Ben 72 atleti in alta Valnure dal 23 al 28 agosto. Fra i maestri anche Alfredo Rota, campione olimpico a Sydney 2000 nella spada

L’anno scorso aveva ospitato 48 atleti. Quest’anno sono 72, più uno staff tecnico e medico che porta il totale a sfiorare le 90 persone. Il camp di scherma del circolo Pettorelli di Piacenza  – dal 23 al 28 agosto – si svolgerà anche quest’anno a Ferriere, in Alta Valnure, nell’ostello del “Ferriere Sport Camp”.

«L'anno scorso ci siamo trovati bene – ha motivato Alessandro Bossalini, presidente e maestro del Pettorelli - e allora siamo tornati in questa realtà. Il nostro è un camp nazionale di rilievo, visti i numeri. Ma anche internazionale, perché 28 dei 72 atleti sono stranieri. Da montanaro - visto che sono originario di Pradovera di Farini - portare così tante persone a vedere la bellezza di questi luoghi è un orgoglio». L’età dei giovani atleti varia dai 10 anni fino all’under 23. «La maggior parte – precisa Bossalini - sono spadisti (e sarà presente come maestro Alfredo Rota, campione olimpico a Sydney 2000 nella spada), ma abbiamo anche diversi sciabolatori. Si svolgeranno doppi allenamenti giornalieri, per curare sia la parte atletica che quella tecnica».

«Ringrazio la società Pettorelli – ha spiegato il sindaco Carlotta Oppizzi, che ha ricevuto due magliette del camp in omaggio per l’accoglienza che il paese offre - per aver scelto nuovamente Ferriere e aver potenziato il camp. Bossalini ci mette entusiasmo e completa la nostra stagione all'ostello». «Come organizzazione – ha aggiunto Marco Merli del Ferriere Sport Camp - il fatto di avere ancora il Pettorelli è un orgoglio, speriamo che questa organizzazione possa continuare nel tempo. Qualcuno dello staff verrà ospitato in bed and breakfast della zona, e spesso mangeremo nei ristoranti che si trovano nelle vicinanza. L’ostello crea indotto per il territorio». Trait d’union tra il Pettorelli e Ferriere è stato Antonio Bosoni, che ha fornito materiale tecnico e suggerito questa location. «Questo camp migliora sempre di più – ha detto - sono sicuro che l’anno prossimo sarà ancora più ricco». Massima attenzione sul piano sanitario. «Porteremo su molti atleti – ha precisato anche il medico del Pettorelli, Matteo Tavolini - come responsabile medico del camp sarò presente tutti i giorni. Visto il periodo delicato serve una vigilanza particolare. Vogliamo creare una bolla all’ostello, con ingresso successivo al tampone. Farò io i tamponi a chi non li ha fatti in precedenza».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il camp del Pettorelli invade Ferriere

SportPiacenza è in caricamento