rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Scherma

Il Gotico, la scherma e lo sguardo di sfida: ecco la locandina disegnata da Freghieri per gli Italiani a squadre

Presentata la manifestazione che dal 25 al 27 marzo vedrà Piacenza capitale di fioretto, spada e sciabola

«I campionati italiani di scherma sono un’occasione non solo sportiva, ma per presentare un’intera città. E la locandina disegnata da Giovanni Freghieri sottolinea benissimo il significato della scherma».

Lo ha detto Alessandro Bossalini, presidente del circolo Pettorelli, presentando al Ridotto del Teatro Municipale la locandina che accompagnerà i campionati italiani a squadre di scherma, che coinvolgerà le tre armi, fioretto, spada e sciabola, in calendario - per la prima volta - dal 25 al 27 marzo a Piacenza Expo. Alla presentazione sono intervenuti anche l’assessore allo Sport e al commercio Stefano Cavalli e l’amministratore di Piacenza Expo, Giuseppe Cavalli.

Migliaia di atleti, provenienti da tutta Italia, affolleranno la Fiera e la nostra città per tre giorni (la presentazione delle gare avverrà in seguito) dando modo al nostro territorio di farsi conoscere. Un evento che ha visto al tavolo anche la sindaca Patrizia Barbieri e lo stesso disegnatore e fotografo Freghieri. «Ho accettato - ha scandito - perché alla base di questo sport c’è la passione. L’ho fatto con il cuore. Nella scherma c’è entusiasmo, cameratismo, competizione, ma mai rivalità». Accanto a lui, gli atleti Elena Perna e Francesco Curatolo, che hanno fatto da cornice all’evento.

«La locandina - ha spiegato Bossalini - è nata da una richiesta fatta a Gianni dopo che siamo diventati amici a seguito di un evento benefico. Nel disegno, Freghieri ha colto il legame che c’è fra scherma e l’arte, una forma di conoscenza, di apertura di orizzonti. Nell’opera c’è la città, con il Gotico e i colori biancorossi, c’è il colpo particolare che è la flèche (frecciata) che richiede coraggio e determinazione. Infine, lo sguardo grintoso di sfida di una ragazza pronta a salire in pedana». Al termine, Bossalini ha ringraziato per la collaborazione la Regione, l’Unione commercianti e Federalberghi, otre che Piacenza Expo e le sue collaboratrici che lo assistono nell’organizzazione: Alessandra Malpeli e Giovanna Righi.

Il sindaco ha esordito affermando che «si uniscono due eccellenze piacentine: la scherma e Freghieri. E’ un orgoglio per la città. La scherma è cresciuta in questi ultimi anni e i ragazzi del Pettorelli hanno la consapevolezza che questi campionati nazionali saranno un’occasione anche per loro. Freghieri ha colto lo spirito di un percorso di sacrifici costruito in anni. C’è un bel clima di condivisione grazie anche a Bossalini che non si risparmia mai».

Cavalli ha sottolineato di «credere molto nello sport che rappresenta un momento di educazione e di incontro». Ludovica Cella, presidente Federalberghi (presente anche il direttore di Unione commercianti Gianluca Barbieri) ha affermato che le gare «sono un’occasione per rilanciare il turismo a Piacenza e in tutto il territorio».

Al termine, partecipanti in coda per l’immancabile richiesta di autografi e dediche al grande disegnatore della casa editrice Bonelli, diventato famoso con i tratti con cui ha realizzato Dylan Dog, ma anche Martin Mystere, Zagor e Tex.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Gotico, la scherma e lo sguardo di sfida: ecco la locandina disegnata da Freghieri per gli Italiani a squadre

SportPiacenza è in caricamento