rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Scherma

Dal 2 giugno Piacenza capitale della scherma: via ai Campionati Italiani a squadre con il Pettorelli in pedana

Attesi oltre 1500 atleti di 350 società, si assegnano i titoli di Serie A2, B1, B2, C nazionale e C1 di tutte e tre le armi

In pedana saliranno 1500 atleti in rappresentanza di circa 350 società, per un totale di oltre 3mila persone (compresi dirigenti, arbitri e tecnici) che raggiungeranno la nostra città dal 2 al 5 giugno. In pedana, fra gli altri, alcuni dei migliori specialisti italiani, da Enrico Garozzo, argento alle Olimpiadi di Rio, a Federico Vismara, uno dei più forti atleti azzurri che alla fine di luglio difenderà i colori dell’Italia ai Mondiali di Milano.  Il mondo della scherma si dà appuntamento a Piacenza per il campionato italiano a squadre di Serie A2, B1, B2, C nazionale e C1 di tutte e tre le armi, fioretto, spada e sciabola maschile e femminile. Dopo il successo ottenuto lo scorso anno la Federazione scherma ha scelto nuovamente di presentarsi all’ombra del Gotico per assegnare i titoli tricolori. Un’opportunità che il Circolo Pettorelli ha colto al volo, mettendo in moto una complicata macchina organizzativa che ha coinvolto anche gli albergatori della nostra città e le associazioni dei prodotti tipici. Durante i quattro giorni della manifestazione all’interno di Piacenza Expo verrà allestita la “Galleria del gusto” a cui prenderanno parte i consorzi enogastronomici della provincia. Non è finita, perché chi soggiornerà negli hotel cittadini avrà a disposizione una card che consentirà acquisti in negozi convenzionati e anche la possibilità di visitare i musei a un prezzo scontato.

Insomma, un modo per unire sport e cultura «perché lo sport insegna a vivere» ha spiegato il sindaco Katia Tarasconi durante la presentazione ufficiale avvenuta in mattinata nella Cappella Ducale di Palazzo Farnese. «Siamo un punto di riferimento della scherma italiana e questi eventi ci permettono di fare promozione» ha chiarito Robert Gionelli, delegato provinciale del Coni, mentre Maurizio Randazzo, vice presidente vicario della federscherma, ha posto l’accento sulle qualità organizzative del nostro territorio. «Riusciamo a ideare simili manifestazioni solo al nord, perché nel meridione non ci sono strutture adatte». Un assist a Giuseppe Cavalli, presidente di Piacenza Expo, che ha spiegato come «la Fiera non sia solo commercio ma anche sociale. Ed è a disposizione di tutti».

Le possibilità in alberghi ed esercizi commerciali sono state illustrate da Gianluca Barbieri, direttore dell’Unione Commercianti, mentre gli assessori Mario Dadati e Christian Fiazza hanno ribadito l’importanza di fare rete «per creare ulteriore valore aggiunto e far crescere la città attraverso il motore dello sport».

La spiegazione dell’aspetto tecnico è toccata a Alessandro Bossalini, presidente del Circolo Pettorelli e anima dell’iniziativa. «Avremo 22 gare in 4 giorni, con il Pettorelli impegnato con due squadre di spada, due di fioretto e quella di sciabola maschile. Gli obiettivi? Puntiamo inizialmente alla salvezza, anche perché non potremo contare sugli atleti spagnoli impegnati in questi giorni nei campionati iberici. Fra gli uomini le prospettive sono discrete, con le donne sarà dura rimanere in categoria ma faremo il possibile, dando spazio a tanti prodotti del nostro vivaio».

Le formazioni del Pettorelli

Spada maschile (C1): Bonelli, Curatolo, Polidoro, Polledri

Sciabola maschile (B1) e Fioretto maschile (B2): Monaco, Sonlieti, Polledri, Comolatti

Spada femminile (B1): Burgazzi, Libelli, Cecchet, Parenti

Fioretto femminile (B2): Battisti, Pozzi, Libelli, Burgazzi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal 2 giugno Piacenza capitale della scherma: via ai Campionati Italiani a squadre con il Pettorelli in pedana

SportPiacenza è in caricamento