Questo sito contribuisce all'audience di

Rugby - Lyons, un Mogliano straripante vince 43 a 3

La sfida fra Sitav Rugby Lyons e Marchiol Mogliano è finita come volevano i pronostici con un netto successo dei veneti su una formazione bianconera che ha comunque disputato una buona partita. La squadra di Achille Bertoncini si è dovuta...

Aristide Barraud, nel mezzo, tra Claudio Deltrovi e il presidente Natalino Fanzola
La sfida fra Sitav Rugby Lyons e Marchiol Mogliano è finita come volevano i pronostici con un netto successo dei veneti su una formazione bianconera che ha comunque disputato una buona partita. La squadra di Achille Bertoncini si è dovuta arrendere per 43 a 3 ad un Mogliano cinico e preciso, capace di riscattare in pieno il momento-no che stava vivendo nell’ultimo mese e mezzo.
Come già capitato troppo spesso i bianconeri hanno subito la prima meta dopo soli 50 secondi. L’estremo del Mogliano David Odiete è riuscito infatti a sfruttare alla perfezione un calcio di rinvio poco felice dei padroni di casa e concludere tra i pali. La sfida è cominciata quindi in salita per i leoni piacentini schiacciati nella propria metà campo da una squadra biancoblù concentratissima. I Lyons provano a difendersi ma vengono travolti dalla mischia veneta che si impone per fisicità e ritmo di gioco, permettendo di nuovo ad Odiete di marcare la seconda meta dell’incontro all’11’. L’estremo biancoblù beffa Albertin e il placcaggio di Hill non basta ad impedirgli la marcatura tra i pali. Sul 14 a 0 il Mogliano è padrone dell’incontro, ma i Lyons provano ad imbastire una timida reazione che permette a Thrower di accorciare le distanze dalla piazzola. Al 32’ però è ancora Odiete (alla fine premiato come Man of the Match) a marcare la terza meta personale. L’estremo veneto calcia per se stesso e recupera il pallone beffando Cammi che scivola e spiana la strada per il 21 a 3 della squadra ospite.
I Lyons soffrono e il Mogliano accelera ancora raggiungendo, allo scadere della prima frazione di gioco, la meta che vale il punto di bonus. Questa volta ad inventare la marcatura è l’apertura neozelandese Trent Renata che con un passaggio smarcante apre la difesa bianconera lanciando Pavan in meta. Le squadre vanno quindi negli spogliatoi sul 26 a 3. Nella ripresa i Lyons scendono in campo più concentrati: la reazione bianconera non basta però a scalfire la solida difesa del Mogliano. Nel complesso la qualità del gioco cala sensibilmente e anche la formazione veneta comincia a commettere molti errori. Purtroppo gli uomini di Bertoncini non riescono mai a sfruttarli nel migliore dei modi e a segnare è ancora il Mogliano. I veneti prima allungano al 44’ con Odiete dalla piazzola e poi al 66’ con la meta di Filippucci. La marcatura che pone fine all’incontro arriva all’80’ e a segnarla è l’ex bianconero Andrea Buondonno, fresco di convocazione in Nazionale, che finalizza nel migliore dei modi uno splendido calcetto di Trent Renata.
Alla fine l’allenatore bianconero Achille Bertoncini guarda anche i lati positivi di una partita dal passivo pesante: «Il Mogliano visto oggi mi è sembrata la squadra più forte incontrata fino ad ora e pensare ad un risultato diverso da questo è difficile. Siamo due squadre con obiettivi profondamente diversi e si è visto, ma in difesa abbiamo mostrato anche ottime cose. Tatticamente potevamo fare di più soprattutto nel primo tempo. Dobbiamo crescere per giocarci le nostre carte con gli avversari del nostro livello».
Più critico capitan Fornari che chiede più grinta: «Siamo partiti malissimo subendo una meta al primo minuto e poi altre due su nostri errori che hanno chiuso la partita. Noi dovremmo essere sempre più carichi e giocare al massimo contro tutti».

Al Beltrametti c’era anche l’ex bianconero Aristide Barraud, mediano d’apertura francese rimasto ferito durante i tragici fatti del 13 novembre a Parigi. Attesissimo da tutti ha ricevuto l’omaggio dei giocatori di entrambe le squadre che hanno realizzato e indossato durante il riscaldamento pre-partita una maglietta a lui dedicata. Tra gli applausi di un Beltrametti gremitissimo, Aristide è anche sceso in campo per dare il simbolico calcio d’inizio. A fine partita ha commentato l’incontro esprimendo il rammarico per non averlo potuto disputare e facendo i complimenti ai bianconeri: «All’inizio dell’anno, dopo la promozione dei Lyons aspettavo con ansia di tornare a giocare al Beltrametti. Per me era, senza dubbio, la partita più importante della stagione. Oggi non ho potuto giocare, ma già scendere in campo, fare qualche passo e dare il calcio d’inizio circondato da uno splendido pubblico e tanti amici di entrambe le squadre è stata un’emozione unica. Voglio ricordarla per sempre».
Come ti è sembrata la partita?
«Prima dell’inizio avevo immaginato una sfida più equilibrata ma i pronostici non sono il mio forte. Con il Mogliano avevamo cominciato davvero un ottimo campionato e credo che la notizia di quello che mi è accaduto abbia contribuito a far andare male tante cose. Oggi c’era tanta voglia di giocare bene, divertirsi e lasciare il segno. Ho visto tante belle cose anche da parte dei Lyons. Penso che avranno la possibilità di fare molto meglio e vincere anche alcune partite. Il primo anno in Eccellenza è sempre molto difficile perché c’è una differenza enorme tra questa categoria e la serie A. I Lyons però mi sembrano sulla strada giusta per salvarsi e sono sicuro che potranno farcela».
Quando potremo rivederti in campo?
«Questa stagione non giocherò più, ma a luglio, dal primo giorno della prossima pre-stagione, sarò di nuovo in campo, pronto al 100%.
Quando ti rivedremo a Piacenza?
«A giugno sarò alla Festa del Rugby dei Lyons per dare una mano ai miei amici impegnati a lavorare».

Sitav Rugby Lyons Piacenza - Marchiol Mogliano 03—43 (3 – 26)
Sitav Lyons Piacenza: Thrower; Albertin (26' Cammi), Hill, Forte, Subacchi; Zucconi, Pasini (55' s.t. Via); Ward, Fornari (Cap.) (61' Ferrari), Cornelli (46' Bance); Cissè, Baracchi (46' Chiappini); Fraser, Cocchiaro (46' Daniele), Lombardi. All. Bertoncini
Marchiol Mogliano: Odiete; Onori, Ceccato, (56' Lupini), Pavan, Buondonno; Renata, Semenzato (16' Endrizzi); Filippucci, Saccardo, Riccioli (64' Corazzi); Van Vuren, Bocchi (41' Maso); Fernandez (46' Koroi), Zani, Buonfiglio (41' Ceccato). All. Properzi
Marcatori: p.t. 1' m. Odiete tr Odiete (0-7); 11? m. Odiete tr Odiete (0-14); 25' c.p. Thrower (3-14); 32' m. Odiete tr Odiete (3-21); 40' m. Pavan (3-26); s.t. 44 c.p. Odiete (3-29); 66' m. Filippucci tr Odiete (3-36); 85' m. Buondonno tr Onori (3-43).
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • La Pedrini durissima contro Piacenza: «Si sciacquino la bocca prima di parlare di Callipo»

  • Si va verso la prosecuzione dell'attività anche per la Seconda categoria. Per la Terza si deciderà a breve

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento