Questo sito contribuisce all'audience di

Rugby - Giacomo Biffi, Filippo Canderle e Riccardo De Leo: tris di arrivi in casa Lyons

Il primo è un estremo, gli altri due sono piloni e arrivano per rinforzare la pattuglia dei bianconeri. Nucci: «Soddisfatti della nostra campagna acquisti»

Biffi

È una settimana importante per Sitav Rugby Lyons, che si appresta a ritornare in campo per la prima amichevole preparatoria. Sabato al Beltrametti arriva il Kawasaki Robot Calvisano, e dopo tanti mesi difficili si potrà tornare a respirare rugby di alto livello, e la società è lieta di comunicare che potranno farlo anche i nostri tifosi: la capienza dell’impianto sarà limitata a 800 persone, ma ci si aspetta subito una buona risposta da parte del popolo bianconero, per tornare a sostenere i propri colori in massima sicurezza.
I bianconeri arrivano al primo appuntamento stagionale con grosse novità, in quanto hanno deciso di farsi un regalo di inizio stagione, con tre nuovi giocatori nel motore: si tratta dei piloni Riccardo De Leo e Filippo Canderle e del trequarti Giacomo Biffi.

Biffi è sicuramente il giocatore più affermato, potendo vantare diverse stagioni nel massimo campionato italiano: nel suo passato realtà importanti come Viadana, con cui si è affacciato al rugby di alto livello, Reggio, Prato, L’Aquila, Rovigo, dove ha giocato anche la finale scudetto nel 2017, e I Medicei, tra le cui fila ha giocato nelle ultime due stagioni. Predilige la posizione di estremo, ma può ricoprire anche il ruolo di ala e mediano d’apertura. Dotato di ottime doti fisiche (187 cm e 90 kg) e atletiche, a cui aggiunge una grande esperienza nonostante la giovanissima età (classe 1994) risponde perfettamente all’esigenza di un nuovo trequarti per sostituire il partente Capone, una delle priorità della campagna acquisti dei bianconeri. Il DS Stefano Nucci lo ha presentato con queste parole: “Siamo molto felici di aver aggiunto un giocatore con le doti e l’esperienza di Biffi, e riteniamo che possa guidare il nostro reparto arretrato con grande sapienza. Sa unire corsa, visione di gioco e un ottimo uso del piede, tutte doti fondamentali per ricoprire il ruolo di estremo nel rugby di oggi, ed è difficile trovare un giocatore così giovane ma con così tanti minuti ad alto livello.”

BIFFI-3

Giacomo Biffi si è già unito agli allenamenti della squadra, e si è già messo al lavoro con i compagni: “Mi sono trovato bene da subito in questa realtà – ci ha raccontato -, sia con lo staff tecnico, sia con i compagni di squadra che sono tutti molto disponibili. Inoltre ho iniziato a frequentare un corso di specializzazione in informatica, e riesco a seguirlo grazie all’organizzazione degli allenamenti, cercando di impegnarmi al meglio su tutti i fronti.” Biffi ci ha anche raccontato cosa si aspetta da questa stagione, e si dice molto fiducioso nella squadra: “All’inizio degli allenamenti noi, come gruppo-squadra, ci siamo posti una serie di obiettivi, e dobbiamo cercare di remare tutti nella stessa direzione. Ognuno deve fare il proprio lavoro al meglio, e così riusciremo ad essere competitivi. Ogni partita dovremo dare il meglio in campo, perché quest’anno più che mai ogni incontro può essere l’occasione buona per fare punti. Non dovremo mai abbassare la guardia, ma sono fiducioso riguardo ai risultati che può ottenere questa squadra.”
I Lyons non solo completano l’organico nel reparto arretrato, ma hanno anche puntellato la prima linea, un ruolo sempre molto delicato, con un pilone per lato, entrambi molto giovani. A sinistra arriva da Parabiago Riccardo De Leo, cresciuto nel Rugby Pesaro, mentre a destra ci sarà anche Filippo Canderle, in arrivo dal Piacenza Rugby.

WhatsApp Image 2020-09-22 at 18.48.46-2

Riccardo De Leo ha superato un periodo di prova nel mese di agosto, impressionando lo staff tecnico. Dotato di un fisico compatto (176cm e 113 kg), De Leo vuole mettersi in mostra ad alto livello dopo diversi anni in Serie A: “De Leo si è dimostrato da subito un ragazzo con tanta voglia – ha raccontato il DS Stefano Nucci – rendendosi disponibile per un periodo di prova in cui ha colpito lo staff tecnico e in modo particolare l’allenatore degli avanti Carlo Orlandi. Ha tanta fame e voglia di mettersi in gioco, e come dico sempre ‘i piloni non sono mai abbastanza’: il suo profilo combaciava con le nostre richieste, soprattutto dopo l’abbandono di Daniele Greco per motivi di studio, e abbiamo deciso di investire su di lui.” Prima prova superata quindi per De Leo, che non vede l’ora di misurarsi con il massimo livello del rugby italiano: “Sono felicissimo di essere qui, in questa realtà importante e ambiziosa. Il mio compito è migliorare in tutte le fasi di gioco e cercare di apprendere più insegnamenti possibili sia dagli allenatore che dai miei compagni più esperti. Ho la fortuna di essere allenato dal mio idolo di infanzia, ovvero Gonzalo Garcia: da piccolo sognavo di giocare centro ed ero rosso di capelli, in pratica ero un mini Gonzalo! (ride ndr). A parte gli scherzi, ho trovato un ambiente accogliente, in cui tutti i compagni sono pronti ad aiutarti, e tutti hanno voglia di lavorare e umiltà. Siamo tutti stimolati a lavorare e a dare il meglio, e sono molto fiducioso per la stagione.”

Canderle-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, come pilone destro è arrivato Filippo Canderle dal Piacenza Rugby, che si unisce così al fratello Federico nella prima linea bianconera: “La voglia di misurarmi con il massimo livello del rugby italiano è tanta – ci ha raccontato Filippo -, e voglio mettermi in gioco per migliorare tanto. Dopo un periodo ‘strano’ come quello che abbiamo passato, si parte tutti più o meno alla pari, e mi sembrava il momento giusto per mettermi in gioco.” L’operazione in sinergia con il Piacenza Rugby  serve alla crescita di due giocatori molto promettenti, poiché il mediano d’apertura classe 2000 e cresciuto nei Lyons Nicholas Groppelli militerà in biancorosso nella prossima stagione, completando così lo scambio. Stefano Nucci ha spiegato così lo scambio: “Per noi rimane importantissimo sviluppare una collaborazione proficua con il Piacenza Rugby, soprattutto per far crescere alcuni nostri giocatori che non trovano spazio in prima squadra e hanno l’ambizione di migliorare le proprie qualità. Nicholas Groppelli rimane per noi un grosso talento per il futuro della nostra squadra, e gli auguriamo il meglio per la prossima stagione, dove potrà misurarsi con un campionato più probante come la Serie B. Nello spirito di collaborazione, in cambio abbiamo ricevuto dal Piacenza Rugby Filippo Canderle, che è un giocatore con grandi doti fisiche che secondo noi può ancora migliorare molto e performare anche a un livello più alto.
“Siamo soddisfatti della nostra campagna acquisti – ha concluso Nucci -, che ora possiamo considerare chiusa, e siamo anche molto contenti che tre ragazzi della nostra Under 18 siano stati aggregati dal nostro Staff al gruppo della prima squadra: si tratta del terza linea Alessandro Moretto e dei trequarti Federico Cuminetti e Nicolò Di Masi. Vedere dei ragazzi cresciuti sul nostro campo farsi strada con la prima squadra è sempre motivo di orgoglio per la società e per tutti i nostri allenatori che contribuiscono alla crescita dei nostri ragazzi, e speriamo che altri nostri giocatori compiano questo grande salto. Riteniamo la nostra rosa competitiva e siamo pronti a scendere in campo e lottare su ogni campo per raggiungere gli obiettivi prefissati.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Risultati e classifiche di Juniores, Allievi e Giovanissimi. Il Dpcm chiude i campionati Provinciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento