Questo sito contribuisce all'audience di

Rugby Femminile - Nascono le Pantere Lyons. «E' una svolta per tutto il movimento»

Martedì 3 settembre è già un giorno storico per il rugby femminile a Piacenza, con la creazione della neonata società ASD Pantere Lyons, che segna una svolta per tutto il movimento e offre nuove opportunità alle giocatrici piacentine: “È un giorno veramente molto emozionante – ci dicono in coro Brenda e Noa, due delle rugbiste più esperte della squadra – perché aspettavamo un’occasione così da tanto tempo: dopo anni di sacrifici e fatiche portate avanti da noi giocatrici e dai nostri accompagnatori finalmente avremo alle spalle una struttura societaria collaudata che ci aiuterà e sosterrà nel nostro percorso, oltre alla possibilità di avere finalmente una sede sociale e un campo di allenamento regolamentare che ci permetta di allenarci a un livello più alto e ad attirare nuove giocatrici nella nostra squadra.”
La presentazione della squadra, con tutte le giocatrici coinvolte, è avvenuta nel pomeriggio di martedì 3 settembre, alla presenza, tra gli altri, del Capitano di Sitav Rugby Lyons Lorenzo Maria Bruno, del presidente di ASD Rugby Lyons Guido Pattarini e del presidente della neonata società Sandro Spezia, che ha illustrato il progetto e come si è arrivati alla creazione di questa nuova realtà: “Quello tra Rugby Lyons e Pantere Rugby è stata un unione piuttosto naturale: il rugby femminile a Piacenza negli ultimi anni è senza dubbio cresciuto in modo importante, con le ragazze delle Pantere che hanno anche ottenuto dei risultati egregi a livello nazionale in Coppa Italia tra le mille difficoltà che loro ben conoscono, e molte di loro aspiravano una salto di qualità deciso; mentre da parte di Rugby Lyons da almeno un anno è nata questa volontà di inserire nella nostra famiglia una compagine femminile, andando a colmare un vuoto per una società che ambisce al vertice del rugby italiano come noi. Oltre alle formazioni maschili ora puntiamo a far crescere anche questo progetto ambizioso, che prevede frutti a lungo termine.”
“Per favorire la crescita delle nostre giocatrici – prosegue Sandro Spezia – abbiamo stretto un accordo con il CUS Milano, società già affermata nel rugby femminile e logisticamente a noi favorevole. L’accordo è strutturato su più categorie, a partire dall’Under 14 e dall’Under 16, dove le nostre ragazze parteciperanno ai concentramenti regionali tra le fila del CUS, in attesa di avere numeri sufficiente per schierare una formazione tutta nostra. A livello di Under 18 e Seniores invece le nostre squadre parteciperanno con i nostri colori alla Coppa Italia, torneo nazionale che si disputa nella versione del Rugby a 7, anche in questo caso aiutate dalle giocatrici del CUS Milano che infoltiranno le nostre fila. Purtroppo quest’anno in Emilia – Romagna non ci sono sufficienti squadre per formare un girone autonomo, e saremo costretti a traslocare nel girone Lombardo: una sfida in più per le nostre ragazze che si misureranno con nuove sfide e dovranno tenere alto il nome della nostra regione, dopo l’ottimo lavoro svolto negli ultimi anni.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza coronavirus - Chiuse tutte le palestre private

  • Emergenza coronavirus: manifestazioni sportive annullate, ma oggi le piscine sono aperte. Nuova ordinanza: fino al 25 chiusura totale

  • La regione Emilia Romagna riapre tutti gli impianti sportivi per allenamenti senza pubblico. Ma Piacenza potrebbe decidere diversamente

  • Ordinanza del Comune: divieto di allenamento per le società dilettantistiche e per le squadre giovanili

  • Un calciatore della Sarmatese positivo al coronavirus: alcuni suoi compagni in quarantena

  • Emergenza Coronavirus - Non solo partite ufficiali, sospesi anche gli allenamenti di tutti gli sport

Torna su
SportPiacenza è in caricamento