menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Al centro il nuovo tecnico dei Lyons, Paolo Orlandi

Al centro il nuovo tecnico dei Lyons, Paolo Orlandi

Rugby - Deltrovi (Lyons): «Campionato senza assilli, ma l'obiettivo è tornare in Eccellenza»

A Paolo Orlandi la prima squadra di Serie A, la seconda formazione impegnata nel campionato di serie C1, sarà affidata a Tino Paoletti, che si occuperà però anche della mischia ordinata

L’avvicinamento della Sitav Rugby Lyons alla stagione 2017/18 inizia con l’ufficializzazione dello staff tecnico che guiderà la formazione piacentina nel campionato di serie A. A sostituire Achille Bertoncini, protagonista nelle ultime due stagioni di Eccellenza, è stato chiamato Paolo Orlandi, già commissario tecnico dei bianconeri dal 2009 al 2012 e poi allenatore della seconda squadra. Con la formazione cadetta ha ottenuto la promozione in serie C1 nella stagione 2015/16 e sfiorato la promozione in serie B nel campionato appena concluso. Paolo Orlandi sarà affiancato nella direzione tecnica da Emanuele Solari, già allenatore dell’under 18. A completare lo staff ci saranno poi Mantvydas Tveraga, che si occuperà degli avanti e in particolare di quanto riguarda la touche, e Edward Thrower, MVP del campionato di Eccellenza 2015/16 e capitano dei Lyons nella stagione successiva, a cui sarà affidato il reparto dei trequarti.
La seconda squadra, impegnata nel campionato di serie C1, sarà affidata a Tino Paoletti, che si occuperà però anche della mischia ordinata della formazione impegnata in serie A, e a Marco Castagnola, forte dell’esperienza maturata quest’anno proprio con i cadetti.

Una scelta interna quella di Paolo Orlandi perché, come ha dichiarato il direttore sportivo bianconero Claudio Deltrovi, i Lyons hanno sempre avuto i risultati migliori quando si sono affidati a tecnici che conoscono l’ambiente. «Sono fiducioso perché la squadra è rimasta abbastanza compatta – ha aggiunto il ds - e credo ci sia un buon gruppo per tentare l’immediata risalita. Ci sarà più esperienza, più consapevolezza sul lavoro da fare e tanta voglia di rivincita. La stagione passata abbiamo sfidato tutti gli avversari ad armi pari e proprio per questo la retrocessione ci ha lasciato ancora di più l’amaro in bocca. Disputeremo un campionato senza l’assillo della promozione, ma senza nascondere l’ambizione a risalire immediatamente in Eccellenza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento