menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fotoservizio Maurizio Spreafico e Stefano Galli-21

Fotoservizio Maurizio Spreafico e Stefano Galli-21

Rugby A - Il cuore Lyons non basta, L'Aquila promossa

Prima di tutto i complimenti a L'Aquila, autentica dominatrice del campionato che torna in Eccellenza con merito dopo aver vinto una finale, senza esclusione di colpi, contro i Lyons. Applausi a scena aperta anche per la squadra piacentina, che...

Prima di tutto i complimenti a L'Aquila, autentica dominatrice del campionato che torna in Eccellenza con merito dopo aver vinto una finale, senza esclusione di colpi, contro i Lyons. Applausi a scena aperta anche per la squadra piacentina, che esce dall'ultimo atto della stagione a testa più che alta, ma non solo. I leoni di via Rigolli si giocano la finalissima allo stadio XXV Aprile di Parma fino in fondo, vanno due volte in svantaggio ma riescono sempre a lottare con il cuore e rimontare situazioni difficili, dicendo addio al sogno promozione solamente nel finale di partita. Il match si chiude 28 a 18 per gli abruzzesi ma entrambe le formazioni escono vincenti dal campo e chissà, magari in estate i Lyons potrebbero sperare anche in un ripescaggio vista l'ottima posizione ottenuta.

Il campo non ha fatto altro che confermare le impressioni della vigilia, L'Aquila più forte ma i Lyons hanno le loro carte da giocare e infatti tengono testa ai rivali in tutto l'arco degli 80'. Bianconeri che sbloccano il risultato (3-0) grazie a un piazzato di Barraud, poi ci sono un paio di azioni che non si concretizzano per un soffio e un arbitro che per un tempo intero fischia contro la mischia dei Lyons che invece gioca correttamente (Paoletti si prende un giallo al 22'). Prima del riposo gli abruzzesi imprimono la prima accelerata al match con Santillo che segna una meta su una situazione di gioco rotto (3-7) al 30'. La ripresa si apre con la seconda meta di Santillo che vale il 14 a 3 per L'Aquila e qui i Lyons sembrano spacciati.

Sembrano però, perché il cuore dei bianconeri è infinito e il XV di Rolleston e Mozzani trova la prima rimonta. L'arbitro inizia a interpretare correttamente la mischia dei piacentini, che usufruiscono di una punizione da distanza siderale, 40 metri, Barraud non si fa impressionare e centra i pali per il 14 a 6. Ossigeno puro nei polmoni piacentini che al 55' rientrano definitivamente in partita: azione spettacolare firmata Rossi-Benelli, ovale che arriva ad Andrea Buondonno il quale ruggisce l'11 a 14. Le speranze di giocarsela fino in fondo sono spente poco dopo quando Ceccarelli marca la terza meta degli avversari (11-21) e poi è ancora L'Aquila a sfiorare la quarta marcatura. La parola chiave per i Lyons è crederci fino in fondo e così a 7' dalla fine arriva la zampata che lascia aperta una piccola speranza, Barraud trasforma da posizione impossibile e tabellino fissato sul 18 a 21. Ribaltare il risultato però è troppo anche per i Lyons e gli abruzzesi fanno scorrere i titoli di coda sulla partita (18-28) con la quarta e ultima meta. Applausi per tutti e giù il cappello davanti ai Lyons che ci hanno creduto fino alla fine.

L’Aquila Rugby 1936 Vs Rugby Lyons Piacenza 28-18

Marcatori: 3’ cp Barraud (0-3); 30’ m Santillo tr Biasuzzi (7-3); s.t. 7’ m Santillo tr Biasuzzi (14-3); 12’ cp Barraud (14-6); 15’ m Buondonno (14-11); 20’ m Ceccarelli tr Matzeu (21-11); 35’ m Parmigiani tr Barraud (21-18); 78’ m Bonifazi tr Matzeu (28-18)

L’Aquila Rugby 1936: Biasuzzi (17’ s.t. Brancoli); Santillo, Castle, Lorenzetti, Bonifazi (40’ s.t. Mattoccia); Matzeu, Forte; Ceccarelli (23’ s.t. Lofrese), Zaffiri (c), Di Cicco (17’ s.t. Speranza), Cialone, Caila; Brandolini (21’ s.t Iovenitti), Cocchiaro (29’ s.t. Rettagliata), Milani (40’ s.t. Colaiuda) (Non entrati: Flammini) All. Raineri

Rugby Lyons Piacenza: Rossi M. (cap.), Albertin, Mortali (26’ s.t. Missaglia), Gherardi (37' s.t. Via), Buondonno, Barraud, Alfonsi, Barroni, Sciacca (22’ Cò, 31’ Sciacca), Benelli (32’ s.t. Bance), Fornari, Baracchi, Paoletti, Silvestri, Ferri (23’ s.t. Parmigiani). (Non entrati: Wahabi, Cammi, Merli) All. Mozzani

Arbitro: Elia Rizzo (Federazione Italiana Rugby)

Assistenti:
Filippo Bertelli e da Andrea Laurenti (entrambi Federazione Italiana Rugby)

Calciatori:
Biasuzzi (L’Aquila Rugby 1936) 2/5, Matzeu (L’Aquila Rugby 1936) 2/2, Barraud (Rugby Lyons Piacenza) 3/4,

Note: Pomeriggio di sole, temperatura 24°. Campo in ottime condizioni. Spettatori 1280.

Cartellini: al 21’ giallo a Paoletti (Rugby Lyons)

Aggiornamento 80' st - L'Aquila vince la finalissima di Serie A contro i Lyons 28 a 18, e quindi gli abruzzesi sono promossi in Eccellenza. A seguire il commento della partita.

Aggiornamento 77' st - Niente da fare, L'Aquila regisce subito e trova la meta che chiude definitivamente la partita. Tanti applausi per i Lyons che hanno combattuto fino alla fine.

Aggiornamento 75' st - Infinito il cuore dei Lyons che a 5' dal termine trovano la mete che li rimette in partita, pazzesca la trasformazione di Barradu. Ora siamo 18 a 21 per L'Aquila

Aggiornamento 70' st - La partita si trascina stancamente verso la fine. I Lyons si salvano da una brutta situazione ma i dieci punti di distanza sembrano davvero incolmabili.

Aggiornamento 60' st - Vanificato in pochi minuto lo sforzo dei piacentini, Ceccarelli infatti trova la terza meta aquilana e abruzzesi che volano sul 21 a 11.

Aggiornamento 57' st - Spettacolare meta orchestrata dal grandissimo capitano Matteo Rossi, Benelli e finalizzata da uno splendido Andrea Buondonno.

Aggiornamento 52' st - Finalmente il direttore di gara comprende la spinta dei Lyons in mischia e assegna una punizione da 40 metri. Strepitoso Barraud che centra i pali. 6-14.

Aggiornamento 50' st - Al 47' L'Aquila trova anche la seconda meta con Santillo che porta il parziale sul 14 a 3 in favore degli abruzzesi. Partita che diventa davvero molto dura, ora ai piacentini servono due mete.

Aggiornamento 41' st - Sono già riprese le ostilità, arbitraggio che condanna un po' troppo i Lyons in mischia.

Aggiornamento 40' pt - Al 30' su una situazione di gioco rotto arriva la prima meta del match, segnata dal numero 14 Santillo dell'Aquila, gli abruzzesi passano in vantaggio.

Aggiornamento 23' pt - I Lyons sono in partita, la differenza tra le due squadre non si sente e proprio i piacentini al 18' arrivano a un passa dalla linea di meta sugli sviluppi di una touche. Ammonito Paoletti.

Aggiornamento 15' pt - L'Aquila reagisce con un'azione terrificante dei trequarti, la difesa dei leoni però regge l'impatto.

Aggiornamento 8' pt - Dopo 2' di gioco i Lyons sfruttano una punizione (fuorigioco di un giocatore abruzzese), Barraud centra i pali e fa 3-0.

Ecco i due quindici titolari che si affronteranno in campo. Partita iniziata da pochi secondi.

Sitav Lyons: Rossi Ma., Albertin, Mortali Mi., Gherardi, Buondonno, Barraud, Alfonsi G., Barroni, Sciacca, Benelli, Fornari, Baracchi, Paoletti, Silvestri, Ferri. A disposizione: Cò, Parmigiani, Wahabi, Via, Missaglia, Cammi, Merli, Bance.

L'Aquila: Biasuzzi, Santillo, Castle, Lorenzetti, Bonifazi, Matzeu, Forte, Ceccarelli, Zaffiri, Di Ciccio, Cialone, Caila, Brandolini, Cocchiaro, Milani. A disposizione: Colaiuda, Rettagliata, Iovenitti, Mattoccia, Speranza, Brancoli, Lofrese, Flamini.


Aggiornamento - Tra meno di 10' inizia sul campo XXV Aprile di Parma la finalissima in gara unica del campionato di Serie A tra L'Aquila e Lyons Piacenza. Chi vince sarà promosso in Eccellenza, il massimo campionato italiano di rugby. Segui la diretta live della partita su sportpiacenza.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento