Questo sito contribuisce all'audience di

Rugby A - I Lyons vanno in fuga, battono l'Accademia e volano a +19 in classifica

La Sitav Rugby Lyons gioca solo 30’, ma sono più che sufficienti per portare a casa una vittoria con bonus che la proietta a + 19 sull’Accademia “Ivan Francescato” e a mettere in cassaforte il primato in classifica

La Sitav Rugby Lyons gioca solo 30’, ma sono più che sufficienti per portare a casa una vittoria con bonus che la proietta a + 19 sull’Accademia “Ivan Francescato” e a mettere in cassaforte il primato in classifica. La prova offerta dai bianconeri non può comunque essere considerata sufficiente, con un secondo tempo totalmente regalato agli avversari, che con un po’ più di esperienza e killer instinct avrebbero potuto impensierire ancora di più i Lyons e portare a casa la partita. I Lyons hanno marcato quattro mete nei primi 25’, per poi gestire con troppa superficialità il vantaggio e far rientrare gli azzurrini fin sul 28-21 a dieci minuti dalla fine, palesando i soliti problemi di disciplina e troppa sofferenza in mischia chiusa, anche contro un avversario sulla carta inferiori fisicamente, ma dalle ottime individualità.
Sitav Rugby Lyons che parte subito all’attacco, mettendo pressione alla difesa azzurra con un ottimo gioco al piede di Mathieu Guillomot, che dopo 4’ di attacchi costanti manda in tilt la difesa e serve Subacchi per la prima, facile  marcatura dei bianconera. L’Accademia prova una reazione, ma il contrattacco è disorganizzato e letto in anticipo da Capitan Bruno che trova un facilissimo intercetto e può involarsi per la seconda meta dei Lyons dopo solo 7’ di gioco.
L’uno-due tramortisce l’accademia, che non riesce a uscire dalla propria metà campo, e dopo aver perso palla subisce anche la terza marcatura pesante per opera di Giovanni Via, che finalizza un’ottima azione dei trequarti bianconeri. La reazione degli azzurrini arriva finalmente al 15’, con l’ala Capone che sembra arrivare in meta, ma l’arbitro lo sanziona per doppio movimento in segnatura e salva la difesa non impeccabile dei Lyons, che può respirare e ritrovare fiducia. La grande pecca della formazione azzurra nella prima frazione è sicuramente l’indisciplina, con i Lyons che possono facilmente risalire il campo e trovare la quarta meta, che vale il punto di bonus, già al 22’, con ancora Lorenzo Bruno a inserirsi nella difesa avversaria e depositare il pallone oltre la linea.
Il primo tempo è un monologo bianconero, che asfissiano la formazione azzurra con un ottimo gioco al piede e una difesa solida, che si scontra con il gioco vivace e propositivo degli accademici, che al 33’ sfondano con un grande break di Capone sull’ala che serve a Bonanno il pallone che vale la prima meta dell’Accademia sul 28-7. Nel finale di tempo l’Accademia trova fiducia e si riporta in attacco, mostrando le ottime doti atletiche e tecniche che ci si attendeva, senza però riuscire a pungere di nuovo e arrivando così all’intervallo sul 28-7.
La ripresa inizia come era terminata la prima frazione, con l’Accademia che torna a spingere sull’acceleratore sfruttando anche qualche fallo di troppo dei Lyons, finchè non è Capone che al 50’ trova la meta alla bandierina al termine di una bella azione dei trequarti accademici, portando il risultato sul 28-14. La partita si complica ancora di più per il fallo ingenuo di Rapone, subito dopo il calcio di inizio, che lascia così i suoi in 14 per dieci minuti. In superiorità numerica gli azzurrini cercano con insistenza la meta che riaprirebbe definitivamente il match, che arriva al 67’ con la meta di punizione ottenuta dalla meta dell’Accademia. Ormai alle strette i Lyons cercano di ritrovare un minimo di serenità e possesso, rallentando i ritmi forsennati dell’Accademia, fino a guadagnare un prezioso calcio di punizione in mezzo ai pali che Guillomot trasforma dando il +10 ai bianconeri allo scadere, per il finale di 31-21, che toglie il meritato punto di bonus difensivo all’Accademia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Nibbiano&Valtidone, CastellanaFontana e Bobbiese in vetta

  • Piacenza-Vicenza 2-1: i biancorossi trovano il gol vittoria nel recupero con Della Latta

  • Serie C - Piacenza tutto cuore e grinta: Pergreffi e Della Latta ribaltano il Vicenza

  • Piacenza - Franzini: «Abbiamo vinto da grande squadra». Della Latta: «Risultato frutto del gruppo»

  • Fiorenzuola-Forlì 1-0, i rossoneri strappano una grande vittoria

  • Piacenza - Le pagelle: Della Latta firma un gol da sballo al 92'. Prova monstre di Sestu

Torna su
SportPiacenza è in caricamento