rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Rugby

Il Piacenza Rugby gioca solo un tempo e, per un solo punto, cede al Lecco

Il Piacenza Rugby torna dalla trasferta lecchese con la chiara consapevolezza di aver sprecato una ghiotta occasione per incamerare cinque importantissimi punti per la classifica finale; diverse le situazioni da mettere sotto la lente di ingrandimento, a cominciare dall’aver lasciato, per tutto il primo tempo, l’iniziativa ai padroni di casa.
I biancorossi si presentano all’incontro senza Rapone e Grandi, ma schierano per la prima volta nel ruolo di mediano di apertura il neo acquisto Luca Sardo. Calcio di inizio e il Lecco, subito arrembante, mette alle corde la difesa piacentina che riesce a salvarsi in extremis. Si gioca stabilmente nella metà campo biancorossa e al 13’ minuto arriva la prima meta del Lecco che recupera la palla da un errore della difesa piacentina e, dopo un’azione prolungata, segna in mezzo ai pali. Facile la trasformazione (7-0).
Si deve arrivare al termine del primo quarto di gara per vedere i biancorossi risalire il campo, nonostante il forte vento contro, grazie a tre calci di punizione consecutivi fischiati ai padroni di casa che in questa fase di gioco risultano essere molto fallosi. Al 23’ minuto arriva il primo dei cartellini gialli della partita (alla fine se ne conteranno quattro, due per parte) assegnato al numero 8 lecchese.
Al 30’ minuto il Piacenza Rugby ha la prima vera occasione per segnare punti per una mischia assegnata a cinque metri dall’area di meta avversaria. I primi otto uomini biancorossi hanno già dimostrato di essere nettamente superiori in mischia ordinata e in questa fase i padroni di casa hanno un giocatore in meno. Dalla tribuna sembra cosa fatta, ma l’arbitro fischia un fallo alla mischia in attacco e i piacentini vengono ricacciati indietro.
Lecco ancora in avanti a premere; al 36’ minuto costringe al fallo la difesa e incamera tre punti da calcio piazzato in mezzo ai pali (10-0). Allo scadere del primo tempo, bella azione di attacco del Lecco, che vince la propria rimessa laterale, lancia magnificamente la linea di attacco che buca la difesa piacentina, trasmissione veloce al largo e meta segnata in bandierina. Fallisce la trasformazione. Si va così al riposo sul punteggio di 15 a 0 per i padroni di casa.

Durante l’intervallo coach Grangetto mette in riga la squadra, ed il secondo tempo è tutta un’altra musica. Al 42’ padroni di casa “rullati” in mischia ordinata; al 43’ minuto Lecco costretto al fallo e giallo per la seconda linea lecchese; al 44’ minuto Baccalini va a segno per la prima meta biancorossa e Jacopo Trabacchi trasforma (15-7).
Al 53’ Piacenza ancora in attacco con una bella percussione degli avanti che costringono i lecchesi al fallo e ottima occasione per riportare la squadra piacentina vicino all’area di meta del Lecco. Pallone giocato velocemente, ma l’arbitro fischia un “in avanti” e nulla di fatto per l’attacco piacentino.
Il Piacenza non demorde e al 57’ minuto arriva la seconda meta. Si parte da una mischia a dieci metri dall’area di meta avversaria, serie di percussioni degli avanti, raggruppamento a terra con apertura veloce e palla a Bertorello, schierato all’ala, che segna. Jacopo Trabacchi trasforma per il 15-14 e Piacenza in piena rimonta.
L’ultimo quarto di gara è incandescente e ricco di colpi di scena. Al 67’ e al 69’ cartellini gialli per Alessandro Casali e Fornari che lasciano il Piacenza in tredici. Nonostante l’inferiorità numerica è ancora la squadra di Grangetto ad andare a meta con Nosotti, bravo ad interrompere un’azione di attacco del Lecco, recuperare l’ovale e volare verso la terza meta. Ancora una volta Jacopo Trabacchi trasforma (15-21) e Piacenza Rugby, a dieci minuti dalla fine, per la prima volta davanti. Il Lecco non ci sta e preme forte. Gli avanti lecchesi entrano in area di meta biancorossa, ma il fischio dell’arbitro nega la meta smorzando l’entusiasmo dei sostenitori della squadra di casa. Le squadre sono di nuovo in parità numerica, il Lecco è ancora pericolosamente vicino all’area di meta piacentina e al 79’ si proietta di oltre la linea; questa volta l’arbitro convalida per il controsorpasso (22-21).
C’è ancora tempo per un’ultima azione; biancorossi subito pericolosi con Marazzi che sfonda la difesa lecchese e schiaccia in meta. Ma mentre per tutti i protagonisti biancorossi la meta è valida, per l’arbitro non è così, fischia segnando che la palla è rimasta sollevata, e su questa azione chiude la partita per il tripudio dei giocatori lecchesi e di tutti i loro sostenitori mentre il Piacenza passa così dalla possibilità dei cinque punti maturati per la quarta meta, al solo punto di bonus difensivo. In settimana tanto lavoro per lo staff biancorosso per preparare la squadra per il prossimo turno che vedrà il Bergamo ospite al Beltrametti. Arco.

Lecco 22 Piacenza Rugby Club 21
 
PIACENZA: Negrello, Bertorello, Trabacchi L., Castagnoli, Viani (21’ st Nosotti), Sardo, Trabacchi J., Marazzi, Casali Ale. (36’ Roda), Fornari, Bonatti, Casali Alb., Battini, Baccalini, Alberti A. (25’st Alberti M.). All: Grangetto Arbitro: Francesco Cagnin di Venezia

Marcature Piacenza Rugby: 4’ mt Baccalini tr Trabacchi J. (15-7); 17’ mt Bertorello tr Trabacchi J. (15-14); 34’ mt Nosotti (15-21).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Piacenza Rugby gioca solo un tempo e, per un solo punto, cede al Lecco

SportPiacenza è in caricamento