menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Boxe Piacenza, attività intensa ma aprile è stato avaro di soddisfazioni

Aprile poteva essere a chiare tinte biancorosse, ma verdetti molto casalinghi hanno dipinto con tinte piuttosto fosche

Continua l’attività della Boxe Piacenza Cr nelle varie riunioni allestite in questo aprile che poteva essere a chiare tinte biancorosse, ma che verdetti decisamente casalinghi hanno dipinto con tinte piuttosto fosche. Partiamo con un cavallo di rientro, per la precisione il 77 kg Hitay Juxhin che sul ring del centro sportivo Carraro di Rozzano ha sfidato il più esperto Simioni, ragazzo dal record non eccezionale, e come confermato da questo dato il pupillo del maestro Campanini ha gestito l’incontro a suo piacimento. Hitay con una boxe fatta di rientri e azioni incisive ha messo in seria difficoltà Simeoni, spostando l’ago della contesa dalla sua parte, impressione questo non avuta dai giudici che hanno dato vincente il ragazzo milanese. Sorpresa tra gli addetti ai lavori e in particolare nel sig. Sturla medico della serata nonché più volte garante sanitario di europei e mondiali che non si capacitava del verdetto. Sempre il centro Carraro ha visto il terzo incontra tra il fighter di Castel San Giovanni Minio Gerardo e Lorenzo Bologna, il match seguiva un canovaccio tradizionale con il picchiatore Minio ad inseguire e il Bologna longilineo e preciso a contare l’avversario, in questo caso il verdetto espresso non suscitava recriminazioni, la boxe di Minio è più adatta al professionismo infatti il ragazzo era all’ ultimo match con la maglietta.

Le dolenti note vengono purtroppo da Betancourt che nella riunione organizzata a San Bonifacio (Vr) subita l’ennesima beffa quando avrebbe potuto portare a casa una vittoria visto che sfidava il campione italiano categoria youth Quinto Stefano. L’ecuadoregno ormai piacentino di adozione sciorinava un ottimo pugilato che per tutti i tecnici presenti gli valeva una stretta vittoria, l’ennesima penalizzazzione in termini di verdetto, solo per il mese di aprile il terzo caso, faceva infuriare il maestro Campanini e la dirigenza biancorossa che fuori casa avrebbero accettato anche un pari. I ragazzi della Boxe Piacenza vedranno di rifarsi nelle trasferte di Milano e Lugo di Romagna certi dell’impegno e speranzosi di avere la dea bendata dalla loro parte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento