menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incredibile Laura Peveri: a poche ore dalla morte del padre vince il bronzo ai Mondiali di pattinaggio

La piacentina resta a Barcellona nonostante la sconvolgente notizia e sale sul podio della rassegna iridata

LA GIORNATA DI GARE
Dopo un buon campionato su pista degli azzurri, da oggi la Corsa si sposta su strada, senza farne in effetti molta. L’impianto infatti è sempre quello di Front Maritin con un tracciato che circonda la pista ma che presenta non poche difficoltà nella sua articolata tortuosità, a cui però i ragazzi del CT Presti si adattano, come sempre, rapidamente. 
Detto della gara di apertura, c’è da raccontare il resto di una giornata intensa che è proseguita con la gara lunga junior maschile dove Gabriele Cannoni torna protagonista prendendosi il secondo bronzo nel giro di poche ore. Al primo anno di categoria mostra una sicurezza da senior e ripaga appieno la fiducia datagli dal CT a questi mondiali, mentre l’altro azzurro Scotto, non in perfette condizioni finisce nelle retrovie.

Nella prima 10.000 metri a punti la Lollobrigida purtroppo sfiora il podio sopraffatta dalla forza e dal buon gioco di squadra delle colombiane e finisce quarta, mentre a Daniel Niero a cui riesce, unico tra tutti, di stare al passo lunare dello straordinario belga Bart Swings, manca solo quella punta di convinzione in più che lo porterebbe all’oro, sempre.
Le ultime due gare evidenziano i passi in avanti fatti nella velocità dove, dopo anni, riusciamo a portare due atleti tra i migliori con Duccio Marsili che rimane fuori di un soffio dalla finale sul giro dove entra, anche se con un po' di fortuna, il bravo Salino, finito quarto nella classifica finale. Incoraggianti anche i risultati delle ragazze con una recuperata Linda Rossi che esce in semifinale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento