Questo sito contribuisce all'audience di

Incredibile Laura Peveri: a poche ore dalla morte del padre vince il bronzo ai Mondiali di pattinaggio

La piacentina resta a Barcellona nonostante la sconvolgente notizia e sale sul podio della rassegna iridata

Incredibile, commovente e anche struggente la storia di Laura Peveri, campionessa di pattinaggio. A poche ore dalla morte del padre, scomparso in un incidente stradale, ha gareggiato e conquistato la medaglia di bronzo nei 15 chilometri ai Mondiali di Barcellona. Appena tagliato il traguardo Laura ha voluto dedicare la medaglia al papà, suo primo tifoso e consigliere regionale della federazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una gara così coinvolgente come quella dei 15 km eliminazione che ha aperto il campionato mondiale su strada è difficile possa ricapitare. E’ stata un concentrato di emozioni scatenato dal risultato sportivo ed amplificato da toccantissimi risvolti umani che ha avuto per protagoniste le azzurre junior Giorgia Valanzano e Laura Peveri. Quest’ultima, a poche ore dalla scomparsa del papà, ha deciso di reagire, scendendo in pista e compiendo un gesto atletico incredibile che, forse, non ipotizzava nemmeno il CT Presti, che ha sempre creduto a fondo in questa ragazza, e vincendo stasera una scommessa ricca di sentimenti di gioia e dolore.
Attorno al suo dolore, alla sua forza ed al suo coraggio tutta la squadra è stata compatta, sostenendo lei e la compagna Giorgia che, grazie anche alla retrocessione della colombiana, si è scrollata di dosso un bronzo che iniziava a starle stretto, portando al team azzurro la prima medaglia d’oro. L’evoluzione che ha subito la ragazza dalla medaglia olimpica ad oggi è sotto gli occhi di tutti, così come la maturazione sportiva di questi anni che l’ha trasformata, per merito anche dell’intenso lavoro dello staff tecnico, da pura velocista in un’atleta completa oltre che, titolo mondiale docet, fortissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il sequestro del padre, la vita da imprenditore e il progetto Piacenza. Roberto Pighi si racconta: «La pandemia mi ha cambiato»

  • Piacenza - Ecco Vincenzo Manzo: «Lavoriamo con fame e determinazione, i risultati arriveranno»

  • Calciomercato - Piacenza: occhi sull'attaccante Francesco Maio e sul centrocampista Alberto Acquadro

  • Piacenza - Marco Polenghi: «Costruiamo il futuro partendo dai giovani». Ufficiale: Lemma allenerà la Berretti

  • Sport di contatto: Bonaccini scarica la responsabilità sull'assessore Donini. «Aspetto il via libera dalla mia sanità»

  • Calciomercato Dilettanti - Cossetti rinnova con la CastellanaFontana. Vigolzone: arriva Nicola Spelta

Torna su
SportPiacenza è in caricamento