Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Lucca nuovo presidente provinciale della Fipav: «Puntiamo sulla continuità». VIDEO

 

La federazione pallavolo provinciale cambia timoniere. Lo fa all’insegna della continuità; a Marco Bergonzi, che ha retto il volley piacentino per quattro anni e ora punta al ruolo di consigliere nazionale, succede l’attuale vicepresidente Cesare Lucca. Il passaggio di consegne avverrà ufficialmente lunedì 30, quando è in programma l’elezione del nuovo comitato provinciale, ma dubbi non ce ne sono, così come sono da escludere sorprese. Lucca infatti è l’unico candidato alla carica e toccherà a lui guidare la Fipav nei prossimo quadriennio.

«Punterò principalmente - spiega Lucca - a dare continuità alla linea portata avanti in questi anni, il tutto ovviamente senza chiudere la porta ad eventuali possibili innovazioni. Già nelle ultime stagioni le novità sono state all’ordine del giorno, come la creazione della Terza divisione giovanile con la possibilità di utilizzare i prestiti per rendere l’operazione più semplice alle società. L’obiettivo principale è sempre lo stesso: allargare il più possibile la nostra attività e di conseguenza la base dei praticanti».

Lucca non si ferma qui. Ma sa bene che per portare idee nuove e soprattutto per svilupparle c’è bisogno dell’intervento e dell’aiuto di tutti.

«Attendiamo anche il contributo delle società e dei dirigenti, ribadendo che la nostra porta è sempre aperta».

Da parte vostra avete già qualche progetto che vorreste portare alla luce a breve?

«L’intenzione è allargare il giro dei campionati giovanili, continuando il percorso già avviato sui tornei promozionali che ci sta dando buoni riscontri. Se arriveranno nuovi spunti li valuteremo molto volentieri, ribadendo che la base dell’attività provinciale è il settore giovanile».

E’ sempre più difficile trovare dirigenti disposti a impiegare tempo e a volte anche denaro per assicurare un aiuto a tutto il movimento. Cosa ti ha convinto a compiere un ulteriore balzo in avanti, passando dalla vicepresidenza alla presidenza del comitato provinciale?

«Sono in federazione da anni. Mi piace definirmi un operativo più che un politico; accetto questa sfida per sostituire, spero degnamente, Marco Bergonzi».

Avete già pensato alla squadra che ti affiancherà? Chi saranno i tuoi collaboratori più stretti?

«Il gruppo rimarrà praticamente invariato. La speranza è quella di riuscire a incrementarlo, inserendo altre persone competenti e disponibili a darci una mano perché il lavoro da fare è tanto e vorremmo ampliare attività e collaborazioni attuali».

Potrebbe Interessarti

Torna su
SportPiacenza è in caricamento