Volley giovanile

Parte la nuova stagione del Volley Academy Piacenza. Coach Mineo: «Bisogna crescere lavorando giorno dopo giorno». VIDEO

Il tecnico delle piacentine arriva dal Volleyrò, una delle società più vincenti degli ultimi anni. «Ho trovato grande disponibilità ed entusiasmo da parte delle ragazze, siamo partiti con il piede giusto»

Poche settimane di riposo e per il Volley Academy Piacenza è già ora di ripartire. Dopo le finali nazionali Under 17, concluse con il decimo posto assoluto, la formazione di casa nostra torna in palestra con rinnovate ambizioni e una nuova guida tecnica. Salutato Augusto Sazzi toccherà a Patrick Mineo prende in mano le redini di Under 16 e Under 18, che parteciperanno anche ai campionati seniores di Serie C e Serie B2.

Mineo arriva dal Volleyrò, una delle società più vincenti a livello italiano nella storia recente e giunge a Piacenza con ottime referenze e un curriculum di altissimo livello. Il tecnico è in palestra già da inizio settimana e sta lavorando con doppie sedute in vista della nuova stagione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Che ambiente che clima hai trovato in questi primi giorni?

«Ho trovato una grande voglia di crescere e tanta disponibilità al lavoro. Le ragazze vogliono dimostrare di valere e puntano a migliorare. Mi hanno dato tanto entusiasmo e stimoli nuovi, sono stato molto contento di vedere che in palestra si lavora alla grande. La fatica è tanta, molte di loro hanno concluso la stagione solo da un mese ma ho notato una grande disponibilità e questo mi ha fatto molto piacere. C’è tantissima voglia di fare».

Sulla carta gli obiettivi quali sono?

«Bisogna lavorare giorno dopo giorno. La prima cosa su cui puntiamo e che di conseguenza chiediamo alle ragazze è un miglioramento tecnico. Credo sia un traguardo da raggiungere quotidianamente in palestra per poi fare il meglio possibile sia nelle giovanili sia nei campionati di categoria. Dobbiamo esprimerci al meglio provando a vedere dove riusciamo ad arrivare. Il risultato però non deve essere il metro di giudizio, bisogna cercare di migliorarsi sempre di più raggiungendo il massimo livello possibile».

Arrivi da una realtà come Volleyrò abituata a vincere scudetti a raffica. Qui a Piacenza si punta in alto ma si è iniziato dopo, dunque il percorso è più lungo. Che differenze hai trovato?

«In una società come Volleyrò che lavora alla grande sul settore giovanile da tanti anni basta entrare in palestra per respirare un’aria particolare e, non neghiamolo, anche avere il peso di ottenere risultati importanti. Quando inizi la stagione e sai che devi vincere è un peso non indifferente: le ragazze ne sono consapevoli e a volte è più complicato lavorare con queste attese. In generale il risultato non si può ottenere se non si cambia la mentalità; la voglia di vincere ce l’hanno tutti, per lasciarsi gli avversari alle spalle bisogna iniziare a cambiare delle piccole cose che ci portano alla vittoria: non accontentarsi, andare oltre i propri limiti, non sentire la fatica. La mentalità vincente si costruisce giorno per giorno e per farlo si parte sempre dall’allenamento».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte la nuova stagione del Volley Academy Piacenza. Coach Mineo: «Bisogna crescere lavorando giorno dopo giorno». VIDEO

SportPiacenza è in caricamento