Volley giovanile

Il parere unanime dei tecnici: «La favorita della Final four Under 17? Piacenza»

Gli allenatori di Bologna. Modena e Ravenna analizzano le finali di domenica. «L'aspetto mentale sarà determinante»

i tre tecnici impegnati nelle finali. Da sinistra in senso orario: Alberto Bigarelli (Anderlini Modena), Alessandro Greco (Olimpia Teodora Ravenna) e Pierpaolo Pasini (Vtb Bologna)

Quattro squadre per un titolo. Il meglio della pallavolo emiliano-romagnola Under 17 si dà appuntamento a Piacenza, dove domenica 20 giugno si assegna il titolo regionale. Semifinali la mattina alle 11 alla Bellotta di Pontenure, dove si sfideranno Volley Academy Piacenza e Vtb Berna Bologna, e al Palazzetto di San Giorgio per il confronto fra Anderlini e Olimpia Teodora Ravenna. Alle 17 la finale per il terzo posto (a San Giorgio) e la finalissima che assegnerà il titolo in programma alla Bellotta e trasmessa in diretta streaming su Sportpiacenza.

La favorita? Proprio le padrone di casa del Volley Academy Piacenza, almeno stando a quanto dicono i tecnici delle altre tre formazioni a cui abbiamo chiesto di anticipare questa Final four. Ma, come è giusto che sia, tutti proveranno a fare lo sgambetto alle piacentine: in palio, oltre al titolo emiliano-romagnolo, anche altri due posti per le finali nazionali di categoria che si terranno in luglio a Salsomaggiore

In che condizioni arrivate a questa Final four?

Alberto Bigarelli (Anderlini Modena): «Siamo motivati e c’è una grande voglia di scendere in campo. Il primo obiettivo è stato raggiunto con la qualificazione alle finali, ora siamo pronti a confrontarci ad alti livelli. Fisicamente è stata una stagione lunga, ma siamo tutti sulla stessa barca; quando ci si avvicina al grande giorno entrano in gioco gli stimoli che diventano importanti. Non c’è stato tanto tempo per provare il sestetto perché abbiamo quattro ragazze con l’Italia Under 16 in preparazione degli Europei e che torneranno da noi solo sabato. Ma questo non deve essere un alibi, il gruppo è molto unito».

Alessandro Greco (Olimpia Teodora Ravenna): «Le condizioni sono discrete, c’è un po’ di stanchezza ma è normale. Ora ci stiamo allenando con il gruppo al completo, mentre durante l’anno le giocatrici erano divise fra le squadre delle varie serie, fra B e C».

Pierpaolo Pasini (Vtb Bologna): «E' stato un biennio difficile per noi come per tutti, ma arriviamo in buona forma e sicuramente le ragazze sono cariche perché raggiungere la Final four, anche a causa di una formula non ideale, non era scontato».

Il vostro obiettivo?

Modena: «Non avere rimpianti, scendere in campo e dare il 110 per cento su ogni pallone, affrontando a viso aperto ogni avversario che andremo a incontrare cercando di divertirci».

Ravenna: «Siamo consapevoli di essere la società più giovane e con minore esperienza a livello di Final four regionale. Ci sono avversari con un blasone maggiore, proveremo a essere l’outsider che mette i bastoni fra le ruote».

Bologna: «Giocare come abbiamo fatto ultimamente. Ora il livello si alza e sarebbe un bel risultato guadagnarsi la possibilità di proseguire il cammino nella fase nazionale».

Esiste una favorita?

Modena: «Bologna l’abbiamo già incontrata nel nostro girone e abbiamo vinto il raggruppamento. Con Piacenza negli ultimi due anni ci siamo confrontati spesso, giocano in casa e questo può incidere. Se dobbiamo indicare una favorita allora dico proprio Piacenza, non solo per l’aspetto logistico ma anche per meriti tecnici».

Ravenna: «Piacenza ha una squadra molto competitiva, Bologna idem, l’Anderlini è un’habitué delle finali regionali»,

Bologna: «Sì. Piacenza, che ha costruito una squadra per vincere».

Cosa potrà rivelarsi decisivo in queste finali?

Modena: «Arrivare al 20 giugno a giocarsi il primo grande obiettivo non è una cosa naturale, di solito in questo periodo si disputano le finali nazionali. Chi ci arriva più sano fisicamente sarà avvantaggiato, ma i fattori determinanti saranno la grinta e la cattiveria sportiva. L'aspetto mentale sarà fondamentale».

Ravenna: «Sfruttare al meglio le energie. Mi aspetto gare combattute, riuscire a gestirle lucidamente potrebbe rivelarsi fondamentale».

Bologna: «A livello giovanile le cose cambiano abbastanza in fretta, anche nell'arco della stessa stagione. Sulla carta c'è una favorita ed altre tre squadre più o meno sullo stesso livello come valori. Penso che sarà decisivo arrivare a questa manifestazione in forma fisicamente e mentalmente».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il parere unanime dei tecnici: «La favorita della Final four Under 17? Piacenza»

SportPiacenza è in caricamento