rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Volley giovanile

Come integrare i bambini con la sindrome di down? Con il volley. VIDEO

Presentato in Municipio il progetto dell'Rm, che prevede lezioni settimanali per i ragazzi con la sindrome cromosomica. «Il sogno? Poterli schierare in un campionato federale»

La presentazione ufficiale del progetto ha come sede d’eccezione la Sala Consiglio del Municipio. «Perché - spiega Massimo Polledri, assessore allo sport - le braccia della nostra città sono molto larghe, pronte ad aiutare tutti. Saremo molto vicini a questa nuova squadra, che sosterremo in ogni modo». Al suo fianco Massimo Savi, vice presidente della federazione pallavolo, Franco Paratici, presidente del Comitato paralimpico, oltre a tecnici e dirigenti dell’Rm volley guidati dal presidente Maurizio Raviscioni. «Siamo la prima società - ha spiegato il massimo dirigente - che presenta un’iniziativa simile sul territorio. Speriamo di ottenere grandi risultati per ampliarla in un prossimo futuro».

La palla poi è passata a Paolo Maffi, al tecnico Roberto Brambilla e all’ideatrice dell’iniziativa Monica Maioli. «Il fine - hanno chiarito - non è creare campioni, ma far integrare questi ragazzi. Abbiamo iniziato una nuova avventura in un terreno inesplorato, sappiamo che la strada è difficile ma queste sono le sfide che ci piacciono».

E un primo traguardo è già stato tagliato: «Agli allenamenti hanno chiesto di partecipare tutti i nostri tecnici e anche tanti bambini che disputano i campionati con la maglia dell’Rm volley. Sappiamo che esistono dei problemi regolamentari, ma vorremmo schierare alcuni dei ragazzi con la sindrome di down nei campionati ufficiali, mandandoli in campo con la nostra maglia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come integrare i bambini con la sindrome di down? Con il volley. VIDEO

SportPiacenza è in caricamento