Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Per le piacentine una giornata di ko

I progressi nel gioco non bastano al Monticelli, che a Campagnola Emilia subisce la quarta sconfitta consecutiva. Contro la capolista reggiana, la formazione di Capogreco ha mostrato segnali confortanti, ma non è riuscita a rilanciare la propria...

Mauro Fornasari, libero del Monticelli
I progressi nel gioco non bastano al Monticelli, che a Campagnola Emilia subisce la quarta sconfitta consecutiva. Contro la capolista reggiana, la formazione di Capogreco ha mostrato segnali confortanti, ma non è riuscita a rilanciare la propria classifica; il valore dell’avversario (imbattuto in casa e ko soltanto all’esordio a Monticelli) è fuori discussione e l’equilibrio in diversi momenti del match testimonia le potenzialità dei piacentini.
Ancora una volta, Capogreco ha dovuto fare i conti con l’infermeria: il rientro di Testa è stato compensato, in quanto a sfortuna, alle indisponibilità di Fiorentini e del libero Mangiarotti. Nonostante questo, il Monticelli battaglia a viso aperto nei primi due set con il muro e con gli attacchi di posto quattro con Bozzetti e Aquino, mentre Campagnola la spunta con l’opposto Bulgarelli e con gli otto ace del palleggiatore Panini. Nel terzo parziale, il Monticelli fa leva anche su Perini, nel finale Zangrandi rileva Fornasari nel ruolo di libero e gli ospiti la spuntano 28-26 con un’azione caratterizzata da recuperi acrobatici di Contini. Nel quarto set, grande equilibrio fino a quota venti, poi alcuni errori condannano i gialloneri piacentini.
 
UNITED SERVICE CAMPAGNOLA-MONTICELLI VOLLEY 3-1
(25-22, 25-19, 26-28, 25-22)
MONTICELLI VOLLEY: Aquino 17, Bozzetti 22, Canesi 3, Colombi, Contini 2, Fiorentini, Fornasari (L), Meanti, Perini 19, Testa 2, Vitelli 2, Zangrandi (L). All.: Capogreco

C FEMMINILE - CANOTTIERI ONGINA, OCCASIONE SFUMATA
Sfuma al tie break la voglia di riscatto della Canottieri Ongina, costretta alla resa dopo esser andata vicina alla vittoria. Contro il Moglia, la squadra di Bartolomeo è riuscita ad andare avanti 2-0 nel conto dei set, salvo poi subire la rimonta delle ospiti, che si sono imposte 15-10 al quinto parziale.
E’ stata, insomma, la classica partita dai due volti: nei primi due set, le giallonere monticellesi hanno forzato il servizio e hanno attaccato con continuità, anche grazie all’apporto di Gagliardi, sostituta al centro dell’infortunata Zangrandi. Nel terzo set, il Moglia ha ritrovato la battuta e ha messo in difficoltà il cambiopalla piacentino: 25-18 e partita riaperta. La quarta frazione è all’insegna dell’equilibrio: la Canottieri Ongina si ritrova e con gli ingressi di Antonioli e Zorzella punge in battuta, ma nel finale un paio di errori conducono al tie break (24-26). Nel set corto, le monticellesi ci provano, ma alla lunga cedono 15-10.
 
CANOTTIERI ONGINA-ATM TRAFILERIE MOGLIA 2-3
(25-17, 25-17, 18-25, 24-26, 10-15)
CANOTTIERI ONGINA: Decarli 7, Lodigiani 13, Villa I. 16, Guida 17, Villa A., Marchettini 1, Gagliardi 6, Ponzoni 7, Zorzella 1, Antonioli 1, Cattivelli (L), Gazzetto (L). All.: Bartolomeo

C FEMMINILE - ALLA REBECCHI NORDMECCANICA NON BASTA UNA BUONA PROVA
Il girone di ritorno della Rebecchi Nordmeccanica comincia con una battuta d’arresto in casa del Cormo San Martino. Un secco tre a zero che però non rende giustizia all’impegno delle ragazze del coach Bruno. Il primo parziale parte con le squadre che avanzano punto a punto fino al 9 pari, poi complice qualche errore in battuta le piacentine rimangono indietro qualche punto. Le padrone di casa riescono a mettere palla a terra e allungano ancora, mentre le ospiti attingono dalla panchina per mescolare le carte in tavola ma non riescono a colmare il divario e si chiude 25-20.
Il secondo parziale è combattuto e ancora una volta a metà set il Cormo riesce ad allungare di qualche punto, la Rebecchi fatica in difesa e non concretizza in attacco. Logica conseguenza, il 25-21 di San Martino e il 2-0 locale.
Nel terzo parziale la Rebecchi Nordmeccanica sistema il muro e le attaccanti del Cormo vengono spesso bloccate; le piacentine mettono una maggiore grinta e arrivano a condurre 19-16. Ma le padrone di casa comunque non mollano e con un buon turno in battuta tornano sotto. Il set finisce ai vantaggi con il Cormo che chiude 3-0 e la Rebecchi Nordmeccanica che non riesce a muovere la classifica nonostante la buona prestazione.
CORMO SAN MARTINO - REBECCHI NORDMECCANICA 3-0 (25-20, 25-21, 26-24)
REBECCHI NORDMECCANICA: Carini 4, Maini 11, Perini 1, Martini 1, Rovellini 9, Mazzocchi Eva 10, Grilli 2, Mazzocchi Sabrina L, Marzaroli 1, Ferrari , Bottazzi 1, Rocca 1, Dosi. All. Bruno

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arzignano-Piacenza 0-0: i biancorossi buttano via la vittoria dal dischetto

  • Serie C - Si parte: Monza, Triestina e Bari favorite, ma in tutti i gironi c'è molta competitività

  • Luis Centi, l’allenatore “eroe” del Carpaneto salva la vita a una ragazza che stava annegando in Trebbia

  • Il Piacenza doma la Pro Vercelli con un gol di Pergreffi. Domenica l'esordio in campionato contro l'Arzignano

  • Piacenza - Prosegue la posa degli 11mila seggiolini biancorossi allo stadio Garilli. FOTO

  • Il Piacenza allaccia le cinture, domenica l'esordio con l'Arzignano. Franzini: «Partire bene dà fiducia»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento