menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Nasari, miglior marcatore in casa Canottieri Ongina

Andrea Nasari, miglior marcatore in casa Canottieri Ongina

Incredibile Alsenese: a un passo dal trionfo cede 3-2 alla capolista

Le piacentine, avanti 2-0 e 16-11, vengono rimontate dal Gorla. Testacoda senza problemi per la Canottieri Ongina che resta al comando, bel successo del Fiorenzuola

B2 FEMMINILE - ALSENESE, IN CASA DELLA CAPOLISTA SUCCEDE L'INCREDIBILE

Dalla gloria al tonfo il passaggio è breve, come un fulmine che provoca un black out mentale inspiegabile e ti rende impotente nel reagire. Il sapore dell'impresa sfiorata non poteva avere un gusto peggiore di quello provato dalla Conad Alsenese che a Gorla Minore - in casa della capolista Cosmel - perde 3-2 inscenando la partita perfetta per più di due set salvo poi smettere letteralmente di giocare e sprecando in due distinte circostanze cospicui vantaggi proprio quando la vittoria piena, meritata ed ineccepibile sembrava ad un passo.

Avanti 2-0 infatti, le gialloblù hanno gettato al vento ben dodici punti totali di margine nelle parti decisive del parziale: prima nel terzo sul 16-11 poi nel quarto addirittura sul 18-11, perdendo entrambi rispettivamente 21-25 e 20-25. Ovvio che dopo aver subito delle rimonte simili - senza che le avversarie avessero fatto gli straordinari - il quinto set avesse già un triste epilogo segnato per l'Alsenese. Il 7-15 finale è la brutta fotografia della chiusura di una serata che poteva essere per certi versi magica ma che invece lascia in dote una serie di domande e misteri, cui sarà difficile trovare risposte. La troppa paura di vincere in casa della prima in classifica ha tirato uno scherzo sgradito? La certezza di aver già vinto ha allentato la tensione? L'insicurezza e il panico della squadra nella gestione dell'inizio delle difficoltà nei momenti clou della partita? Un mix generale di stanchezza psico-fisica si manifesta improvvisamente?

Si potrebbe continuare forse all'infinito, però nel frattempo non bisogna restare schiacciati da questa zavorra mentale, senza diventare vittime dei pensieri e trovare una soluzione a questi episodi, perché per contro va detto che Amasanti e compagne hanno disputato i primi due set in modo eccezionale (più le prime due metà dei successivi due) e se avessero conquistato tre punti nessuno avrebbe potuto dire nulla.

La gara in effetti si è era incanalata sui binari giusti con le ragazze di mister Scaltriti - schierate con Losi-Amasanti in diagonale, Pesce-Fanzini in banda, Maini-Ghisolfi al centro e Gorreri libero - che partono forte e senza alcun timore. Fanzini è incontenibile (sua la firma sull'8-4 e 16-12, alla fine per lei 25 punti), la squadra gira che è una meraviglia mentre la Cosmel (disposta con Roncato al palleggio, Elli opposto, Colonna-Valli in banda, Sala-Kovacova centrali e Brogliato libero) è attanagliata dalla frenesia. Le gialloblù reggono l'urto delle padrone di casa e grazie ad un tocco di seconda intenzione di Losi trovano il 25-20.

Nella seconda frazione la situazione va ancora meglio per la Conad, brava a scavare subito il solco. Amasanti griffa l'8-4, Pesce il 16-8 e la cavalcata prosegue trovando il massimo vantaggio sul 23-11 con una "doppia" fischiata a Roncato. Il 25-15 del 2-0 è opera di un'ispirata Pesce.

Gli sguardi delle avversarie dicono tutto, il bandolo della matassa sembra impossibile da sbrogliare anche nel terzo set. Le ospiti suonano la solita sinfonia e allungano obbligando la Cosmel all'errore e ad una serie di cambi. Si va in un amen dall'8-7 al 16-11 e l'impressione generale è che solo l'Alsenese possa rimettere in gioco le avversarie, perché non c'è storia. Una fast di Ghisolfi regala il 18-14 ma purtroppo un'altra partita è già cominciata. Elli esce dal torpore ed inizia a fare male, le gialloblù vanno nel pallone pur impattando a 21 e costringendo Gorla al time-out discrezionale. Il fiatone assale le ragazze di Scaltriti e De Angelis segna il 21-25 accorciando le distanze.

Il passaggio a vuoto ci sta quando ti esprimi al massimo, tanto che la Conad non si fa intimorire e riparte nel quarto set da dove aveva lasciato, macinando buon gioco. La progressione è incoraggiante (8-4, 13-9 e 16-11) tanto che sul 18-11 siglato da Amasanti si può intravedere con speranza il traguardo della vittoria, raggiungibile inserendo il pilota automatico. Cosa scatti poi in quel frangente nella mente delle atlete in campo è ignoto, però basta poco per fare girare l'inerzia della gara. Due doppie consecutive fischiate a Losi minano le certezze alsenesi anche se il vantaggio è ampiamente gestibile (18-14) ma ormai il trend ha preso una brutta piega. Scaltriti le prova tutte buttando nella mischia Magno, Rovellini, Canossini e Faccini, ma la Conad virtualmente è già uscita dal campo e le rivali, poco alla volta, recuperano trovando il 20-25 grazie ad un muro di Sala.

Il break subito di 14-2 azzera le gialloblù, che si presentano al tie break più scariche di una pila esausta. Gorla senza strafare gira sull'8-2, la Conad tenta una timida reazione ma serve a poco perché ancora Sala chiude tutto sul 15-7 per il più insperato dei 3-2.

Poteva esserci una classifica ancor più corta di quella della vigilia - la Cosmel sale a 41, inseguita ad una lunghezza da Brembo, a due da Normac Genova e Lecco e a quattro da Casazza e Alsenese - ma non bisogna pensarci troppo perché già sabato prossimo il calendario propone la trasferta proprio in casa delle bergamasche con cui condivide il piazzamento. Quella per la Conad - partendo dal salvabile con la Cosmel - dovrà rappresentare l'occasione di poter cancellare una serata buia come quella vissuta a Gorla.

COSMEL GORLA-CONAD ALSENESE 3-2

(20-25, 15-25, 25-21, 25-20, 15-7)

Cosmel Gorla Volley: Elli 25, Sala 17, Colonna 7, Kovacova 14, Roncato 1, Valli 2, Brogliato (L); Amicone, De Angelis 8, Bressan, De Benedetti. N.e.: Brunella, Colombo, Pombia. All.: Massimo Lualdi

Conad Alsenese: Pesce 16, Fanzini 25, Maini 3, Amasanti 11, Losi 2, Ghisolfi 11, Gorreri (L); Magno, Canossini, Faccini 1, Rovellini 3. N.e.: Ghirardotti, Gandolfi (L). All.: Marco Scaltriti, 2° all.: Emanuele Piccoli

Ace: Cosmel 4, Conad 3. Muri: Cosmel 10, Conad 7. Attacco: Cosmel 39%, Conad 37%. Ricezione: Cosmel 54%, Conad 53%.

Arbitri: Michela Vilardo, Massimo Lerici.

Durata set: 26', 23', 27', 28', 13'. Totale: 1h57'.

Simone Carpanini

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento