rotate-mobile
Volley C e D

Sette giocatrici in campo, respinto il ricorso e omologato il risultato

SangioPode-River 2001 va agli archivi con un 3-0. L'istanza delle trebbiensi non è stata presa in considerazione perché "preannunciata da persona diversa dal capitano e non al momento del verificarsi del fatto"

Non cambia il risultato di SangioPode-River 2001. Il ricorso della società trebbiense, presentato durante il derby della scorsa settimana, non è stato preso in considerazione dal Giudice sportivo a causa di una mancanza regolamentare. Confermato dunque il 3-0 ottenuto sul campo, anche se la società di casa aveva schierato in uno scambio sette giocatrici, situazione confermata da fotografie e riprese video. Il Giudice, nel comunicato odierno della federazione regionale, ha spiegato che l’istanza non è stata presa in considerazione perché “preannunciata da persona diversa dal capitano e non al momento del verificarsi del fatto”.

Questa la decisione completa pubblicata sul comunicato ufficiale

Pref. Valtidone SangioPode-Dacelacque River Volley 2001

Il G.S.R. letti i documenti ufficiali di gara, l’istanza presentata dalla Società Decalacque River Volley PC avverso l’omologa della gara stessa, acquisito un supplemento di rapporto dal direttore di gara, rilevato che non sono state osservate le tassative prescrizioni di cui all’art. 23 - 3°comma del Regolamento Giurisdizionale, in quanto l’istanza è stata preannunciata da persona diversa dal capitano e non al momento del verificarsi del fatto che ha dato luogo alla contestazione, considerato che questi rilievi hanno carattere dirimente rispetto all’esame del merito, risultando quindi che l’istanza è stata proposta irritualmente

DELIBERA di respingere l’istanza in quanto inammissibile e di omologare la gara in epigrafe con il risultato conseguito sul campo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sette giocatrici in campo, respinto il ricorso e omologato il risultato

SportPiacenza è in caricamento