menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La rosa al completo del San Giorgio dopo una vittoria

La rosa al completo del San Giorgio dopo una vittoria

San Giorgio, la corsa play off prosegue. Papotti: «Sappiamo di essere più forti»

Prossimo ostacolo verso la B2 è Novellara contro la Tirabassi e Vezzali: in campionato una vittoria per parte

Un ostacolo appena superato, un altro che aspetta a pochi passi di distanza. Per la Fun Food San Giorgio la rincorsa all’ultimo treno per la serie B2 è ancora lunga e la prossima fermata porta il nome di Novellara, con la Tirabassi e Vezzali pronta ad affrontare la formazione della Valnure mercoledì 24 maggio alle 21. La formazione di coach Luca Papotti arriva alle semifinali playoff dopo il doppio successo sulla Trascar Modena. «Sicuramente quella di Modena era una bella squadra – spiega coach Papotti – contro di loro abbiamo giocato la nostra pallavolo, senza affanni: adesso non ci resta che affrontare al meglio ogni partita e fare di tutto per vincere».

In un tabellone dove il girone A occupa i tre quarti degli slot disponibili – insieme a San Giorgio e Novellara c’è infatti il Centro Volley Reggiano – quella con le reggiane è una sfida che si ripete dopo il doppio confronto della regular season: una vittoria per parte per una partita che promette scintille. «Con Novellara ci sono sempre state delle battaglie: sono una squadra tosta che può contare su due bande che possono essere molto pericolose quando sono in giornata. Si esaltano facilmente quando sono avanti ma vanno in crisi quando sono sotto nel punteggio: andiamo là per combattere e cercare di vincere più set possibili».

Lo stato di forma di San Giorgio davanti alla doppia sfida – con il ritorno da giocare in casa, sabato alle 20.30 – è senza dubbio piuttosto buono. «Rispetto all’anno scorso, quando arrivammo in finale con le pile scariche, abbiamo svolto un richiamo atletico con circuiti personalizzati per cercare di avere più “benzina” possibile. Ora non ci resta che la rifinitura: se giochiamo come siamo in grado di fare, sappiamo di essere più forti».

Nicolò Premoli

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento