rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Volley C e D

Piace Volley, sgambetto al River che perde la testa della classifica

Il SangioPode ferma la capolista Minerva, la Polisportiva San Nicolò prosegue la marcia inarrestabile in vetta. Importante successo in chiave salvezza per il Miovolley

Il River Decalacque perde l'imbattibilità casalinga, che durava da inizio campionato, nel derby piacentino con il Piace Volley e scivola al secondo posto in classifica. Per le biancoverdi non è stata una delle migliori serate e pesano come un macigno i 21 errori complessivi dalla linea dei nove metri. Dall'altra parte della rete va sottolineata la prova volitiva del Piace Volley che, con questa vittoria, tiene accesa la flebile fiammella per l'accesso ai playoff.

RISULTATI E CLASSIFICHE SERIE C E SERIE D MASCHILI E FEMMINILI

Giovannacci, con Riboni ancora assente per un problema muscolare, mette in campo il seguente starting-six: diagonale Caviati-Chinosi, bande Antola e Rocca, al centro Alberti e Carini ed infine Pisani A. a presidiare la seconda linea. E’ un buon turno in battuta del palleggiatore ospite Decarli a creare un break importante (4-9); ora il Piace Volley è bravo a gestire il cambio palla, che permette di mantenere il vantaggio acquisito. Le biancoverdi del River reagiscono e riducono lo svantaggio, il Piace Volley, tuttavia, non demorde e, grazie ad alcuni errori locali, prova nuovamente la fuga (13-18) quindi sono due ace consecutivi della Brigati a segnare il set (15-22), che poi termina sul 16-25. 

Si riparte e Giovannacci inserisce al centro Marchesini per Carini; gradualmente il Piace Volley riesce ad allargare la forbice sino al 7-11. Le disposizioni impartite dall'allenatore di casa sembrano sortire l'effetto sperato, con il River che passa in vantaggio 15-13. Le due squadre ribattono colpo su colpo e il primo allungo lo mette a segno il River Decalacque (22-20), grazie ad un ace di Colombini, subentrata ad Alberti; che viene successivamente confermato sino 25-22 finale.   

Il terzo set si apre con le padrone di casa che tentano la fuga, il Piace Volley reagisce e piazza un break importante ribaltando l'andamento del set (7-11), al contrario le padrone di casa sono troppo fallose permettendo alle avversarie di allungare sino a vantaggio massimo di 10-17. Il River riesce a portarsi prima sul 17-20 e a seguire sul 18-22. Giovannacci inserisce Colombini al servizio e le bianco-verdi piazzano un mini-break importante che vale la parità (22-22), tuttavia le ospiti sono fredde e ciniche a gestire al meglio gli ultimi scambi sino 23-25 finale.

Nel quarto parziale sono ancora le ragazze del presidente Tiboni a partire bene, infatti un buon turno in battuta di Alberti porta la propria squadra sul 9-2, mentre il Piace Volley si è già giocato i due time-out discrezionali a disposizione. Le avversarie, comunque, trovano una reazione e gradualmente diminuiscono il gap di svantaggio e successivamente riescono a portarsi sino al -4 (21-17). Il finale è da brividi infatti le locali dal 22-18 a proprio favore subiscono il ritorno delle ospiti (22-22), seguito dal 23-23, ma alla fine un attacco vincente di Chinosi seguito da un errore al palleggio delle ospiti consegna il set al River Decalacque.

Il tie break inizia con il Piace Volley sugli scudi, ma le padrone di casa trovano subito la parità e le due squadre proseguono a braccetto; si cambia campo con il Piace Volley avanti 7-8, con le ospiti che poi allungano sino al 7-10. Nuova parità a 12, quindi le biancorosse si guadagnano due match-point (12-14), ma prontamente arriva la reazione locale (14-14), tuttavia il Piace Volley non si lascia sfuggire la nuova occasione e chiude meritatamente la partita a proprio favore (14-16).    

DECALACQUE RIVER - BTF BURZONI PIACE VOLLEY 2-3

(16-25, 25-22, 23-25, 25-23, 14-16)

DECALACQUE RIVER: Riboni, Pisani E., Caviati 3, Rocca 8, Antola 11, Chinosi 19, Carini, Colombini 1, Giovannacci 1, Alberti 17, Molinari 2, Marchesini 10, Pisani A. (L1), Basile (L2), All. Giovannacci

BTF BURZONI PIACE VOLLEY: M. Anelli n.e., B. Brigati, C. Brigati 25, C. Cappellini (K) 13, S. Dallavalle (L2) n.e., G. Decarli 3, M. Paounov, G. Pedrazzini 6, M. Molinaroli 11, B. Periti 12, I. Sacchi (L1), E. Viaroli.

---

REBELMED PARMA - EMMEZETA MAXMOTO  3-1

(25-8, 25-13, 21-25, 25-8)

EMMEZETA MAXMOTO: Scapuzzi, Tagliaferri, Nartelli 12, Rossetti 9, Cristalli, Cassani 7, Marcovic 1, Pommella 1, Rabija 7, Subona 1, Percoraro (L) , Bergamaschi (L).  All. Amani  - 2° Pavlovic

Quinta sconfitta consecutiva per l’Emmezeta Max Moto che deve inchinarsi in trasferta alla capolista Rebelmed Parma. Se era messo in conto l’impegno proibitivo per la matricola piacentina, non era prevista una prestazione di così scarso livello dopo quella più che onorevole del turno scorso contro l’altra regina del torneo, il River Volley. Due set con le rossoblu praticamente inesistenti seguiti da un terzo giocato e vinto ottimamente, per tornare poi nel buio assoluto del quarto a conclusione di una prestazione a dir poco sconcertante.

A parziale scusante un viaggio problematico con blocco autostradale che causa un ritardo di inizio gara con soli 15 minuti di riscaldamento nonché l’assenza dell'ultima ora di Romanini, che ha accentuato il poco felice momento di forma psicofisica che stanno attraversando alcune importanti pedine del sestetto di coach Amani. Unica nota positiva il buon set, proprio il terzo, giocato per intero da Rabija in posto quattro, al primo vero rientro dopo il grave infortunio. Arriva quanto mai gradita la pausa pasquale, per riordinare le idee ed affrontare poi le ultime tre partite della stagione. Il calendario è favorevole e serve ancora qualche punto per mettersi al riparo dai risultati a sorpresa tipici delle ultime giornate e per avere prima possibile la matematica certezza di salvezza.

---

VOLLEY MODENA-BUSA TRASPORTI MIOVOLLEY 2-3

(20-25; 25-20; 25-19; 16-25; 13-15)

BUSA TRASPORTI MIOVOLLEY: Barocelli, Padrini, Cordani, Ferri, Galibardi, Zucchi, Boiardi, Bertolamei, Martino, Burzoni (L). NE: Gandolfi. All. Leggeri-Parenti

Vittoria importante in chiave salvezza per il Busa Trasporti che passa al quinto set sul campo di Modena limando ad un solo punto, proprio dalle avversarie, la distanza dall’ottavo posto con il Team 03 - settimo - lontano ora tre lunghezze a parità di gare disputate.

Coach Leggeri deve rinunciare alla regia di Bonelli e si affida a Barocelli, aggregata dalla formazione Under 16, che compone la diagonale con Padrini. Ferri e Galibardi sono le bande, Bertolamei e Martino al centro con Burzoni libero. Buona partenza del MioVolley che stacca le avversarie nello score arrivando fino al 12-21. Modena infila un ottimo break (5-0) ed il timeout del Busa Trasporti sembra non sortire effetto (19-21): serve una reazione corale per arrivare al 20-25.

Le modenesi ripartono con un parziale di 6-1. Entra Cordani per Ferri ma le padrone di casa riescono a tenere a distanza il MioVolley grazie al distacco iniziale. Va in campo anche Zucchi: tre set ball annullate non variano il destino del set, chiuso 25-20. Nel terzo parziale Modena ripete quanto fatto nel set precedente. Boiardi entra e piazza un break di tre punti che non basta a rimettere in careggiata un Busa Trasporti: le gialloblu ribaltano così il conto set passando a condurre 2-1.

Il MioVolley è colpito ma è tutto tranne che affondato: lo testimonia il ritorno in campo delle biancoverdi che aprono avanti trovando la quadra in ricezione e nella fase cambio palla. Il parziale non è di fatto mai in discussione. Barocelli protagonista in avvio di tiebreak con due ace: il punteggio è di 1-4. Modena reagisce ancora e si gioca punto a punto con il cambio campo che arriva sull’8-7. Il finale è teso: dall’undici al tredici pari. Sul 13-14 entra Zucchi al servizio: suo l’ace vincente e decisivo.

MV_C_busatrasporti (1)

CUS PARMA-VAP PIACENZA 3-0

(25-14, 25-18, 25-13)

MPM VAP: Mihali, Mino, Bisotti, Abbate, Bollati, Ucovic, Bergonzi, Borri, Carlá, Sorsi, Spotti, Drazetic. All. Chiodaroli. 

La giovanissima Vap, con in campo almeno quattro Under 14 in ogni set, affronta un bel Cus Parma, squadra decisamente molto atletica con altezze importanti nei centrali e nelle schiacciartici,

Un Cus Parma che non ha faticato molto per aver la meglio in una partita senza storia fin dalle prime fasi di ogni set, con una Vap molto fallosa e poco concreta in ogni fase dell’incontro. Le piacentine hanno bisogno di riposo e di ricaricare le batterie, le feste pasquali arrivano al momento giusto, si ripartirà magari sfruttando il rientro di qualche ragazza da troppo tempo infortunata.

---

VOLLEY SANGIOPODE-CIRCOLO MINERVA 3-1

(20-25, 25-22, 25-22, 25-22)

VOLLEY SANGIOPODE: Fanzini, Di Cintio, Milosevic, Montuori (L), Barti, Cappellini, Orsi, Ordiano, Pighi (L), Villa, Boaron, Lupo, Benassi. All. Corraro.

Il Volley SangioPode supera la capolista Circolo Minerva e riscatta la bruciante sconfitta nel derby contro il Piace Volley battendo il team parmense, promosso in serie C

La squadra di Corraro era obbligata a ritornare alla vittoria per difendere il secondo posto in classifica, unico utile per accedere ai playoff promozione, dalle dirette rivali Montebello, Rm Volley, Sport Club Parma e Fortlan Dibi. Dopo aver perso il primo set, Boaron e compagne prendono in mano le redini dell’incontro. Il sogno playoff è molto vicino, il vantaggio è salito a quattro punti sulla terza e cinque sulle quarte.

"La partita presentava difficoltà che potevano condizionare le ragazze – commenta soddisfatto coach Franco Corraro -, vuoi perché è stata giocata al Palazzetto di San Giorgio per inagibilità della palestra di Podenzano e vuoi per il fatto che avevamo di fronte la squadra già matematicamente promossa meritatamente in serie C. La giovane e promettente Virginia Lunardini una volta entrata in campo ha sfoggiato una prestazione quasi perfetta giocando con un atteggiamento da veterana ben supportata da tutte le ragazze e da un bellissimo tifo sugli spalti”.

“Le ragazze – prosegue - hanno lottato alla pari con una avversaria forte, dimostrando di voler vincere la partita per continuare ad inseguire un posto playoff che ancora è tutto da conquistare. La squadra è cresciuta dal secondo set in tutti i fondamentali ricevendo con buone percentuali, con difese e coperture ordinate e attente e una decisione in attacco che ha messo in seria difficoltà le ospiti.

---

VANETON LIMPIA-RM VOLLEY 3-0

(​​25-15, 25-22, 25-21)

RM VOLLEY: Bertuzzi A., Bertuzzi M., Garatti, Bendelli, Sdraiati, Righi, Arcari As., Arcari Al. (L1), Storti G., Storti E., Franchini. Allenatore: Maffi. Dirigente: Villa

Non riesce il bis all’Rm Volley, che dopo la vittoria in trasferta della settimana scorsa perde in casa del Vaneton Limpia al termine di una partita dall'andamento piuttosto netto.

Le piacentine si presentano all'appuntamento prive di due ragazze assenti per motivi scolastici e con l'opposto recuperato all'ultimo momento dopo l'infortunio patito la settimana precedente.

Il primo set inizia all'insegna dell'equilibrio fino a quando un turno al servizio delle padrone di casa scava un solco di sette punti con la ricezione delle ospiti in grande difficoltà. Le reggiane sono brave a mantenere il vantaggio e chiudere il set senza grossi patemi.

Nel secondo set c'è una timida reazione dell’Rm Volley che rimane in scia alla Vaneton per larghi tratti ma non riesce mai a dettare i ritmi e prendere le redini del gioco. Purtroppo alle ragazze di coach Maffi non entra la battuta e anche la difesa non è attenta come in altre occasioni. Alla fine il set se lo prendono ancora le padrone di casa brave a sfruttare le occasioni a disposizione.

Nel terzo parziale la situazione è anche peggio con le piacentine che proprio non riescono ad entrare in partita. Deve alzare di nuovo bandiera bianca Anna Bertuzzi il cui recupero non è ancora completo. Complice l'assenza di altre ragazze, Maffi si vede costretto a giocare con il palleggiatore nel ruolo di opposto. Nonostante questo inedito assetto le ragazze dell'Rm ricominciano a lottare e riescono a portarsi a tre punti dalle padrone di casa costrette a chiamare timeout per interrompere il buon momento delle ospiti. La fiammata però si spegne sul più bello e la rimonta non riesce con il punteggio che si fissa sul 3 a 0 per le reggiane.

---

WIMORE VOLLEY– PHASEREM PSN 1-3

(18-25, 13-25, 25-20, 14-25)

PHASEREM PSN: Baggi 1, Bonomi 9, Bori 13, Bozzoni 10, Dallavalle 4, Delfanti 5, Di Lorenzo 2, Merigo 1, Molinaroli 6, Prela 8, Libero Bastiani S. Ne Solari.

La Phaserem San Nicolò a Parma affronta le giovani promesse del Wimore, che in campo ce la mettono tutta per contrastare i piacentini e addirittura nel terzo set approfittano di un momento di sbandamento degli ospiti per aggiudicarsi meritatamente il parziale.

Per il resto non c’è storia; i palleggiatori Baggi e Merigo che si alternano in campo riescono a distribuire al meglio il gioco grazie alle difese e alle ricezioni di Bastiani, Prela, Molinaroli, Dallavalle e Di Lorenzo con i centrali Bori e Delfanti chiamati spesso in causa, mentre Bonomi e Bozzoni completano l’opera.

La squadra di Parma, molto giovane, ha buone individualità, ma l’inesperienza e l’impulsività non permettono di esprimere al meglio le reali potenzialità. Continua così la striscia positiva del San Nicolò che mantiene i 10 punti di vantaggio sulla seconda in classifica.

Polisportiva San Nicolò-12

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piace Volley, sgambetto al River che perde la testa della classifica

SportPiacenza è in caricamento