Questo sito contribuisce all'audience di

Nure stoppato ma resta al comando, il Carpaneto continua a volare

La Libertas sconfitta al tie break in uno scontro importante in chiave salvezza. Il San Nicolò non si ferma più

Un attacco di Beatrice Rocca della Ltp Vap

LIBERTAS STERILTOM - CIRCOLO INZANI ISOMEC 2-3

(29-27, 23-25, 25-22, 19-25, 7-15)
LIBERTAS STERILTOM: Pontoglio 15, Mazzoni 25, Delorenzi 15, Bricchi 6, Capra 8, Garilli 8, Zorzella 2, Monachesi, Filippi (L1), Agosti (L2), Preli (allenatore), Filippi (dirigente) 
Scontro diretto per non retrocedere tra la Libertas Steriltom ed il Circolo Inzani Isomec: a spuntarla dopo oltre due ore di gioco è la squadra parmense che con i due punti incamerati aggancia i piacentini al nono posto in classifica. 
Biancorossi in estrema emergenza: con mister Feroldi costretto in tribuna per l'ultima giornata di squalifica da scontare, sostituito nelle sue funzioni da Ilenia Preli in prestito dall'under 16 femminile, i piacentini devono supplire alla forzata assenza contemporanea dei centrali Ricordi, Benvenutti e Perchyc schierando Capra in regia con Pontoglio opposto, Delorenzi ed il giovanissimo Bricchi al centro, Mazzoni e Garilli di mano con Filippi libero. 
Primo set equilibrato, la posta in palio è di quelle importanti ed il gioco ne risente con numerosi errori da entrambi le parti. Solo la maggiore attenzione sulla correlazione muro difesa consente alla Libertas di incassare il primo set ai vantaggi 29-27. Nel secondo parziale arriva la reazione degli ospiti, che non ci stanno a recitare il ruolo di mere comparse e non senza faticare raggiungono la parità. Il terzo set vede i biancorossi allungare di nuovo trainati da Mazzoni in serata di vena autore di ben 25 punti a fine gara. I giovani Garilli e Bricchi, quest'ultimo esordiente nella categoria, non sfigurano ed il parziale va alla Libertas che si ritrova con merito in vantaggio. Pontoglio soffre oltremodo i muri parmensi e non riesce ad incidere sull'incontro. Mancando il suo solito apporto i ragazzi della Preli cedono il quarto set 25-19 e non riescono più a ribaltare il trend dell'incontro. Infatti anche il tie break scivola via velocemente. Peccato per la Libertas che ha avuto la vittoria a portata di mano: nulla è compromesso ed il tempo per rifarsi c'è tutto. Ora i piacentini sperando di recuperare gli acciaccati e gli infortunati dovranno vedersela venerdì prossimo a Sala bolognese contro una squadra ben attrezzata ma senz'altro alla portata. 

CRV CENTRO REGGIANO - NURE VOLLEY 3-1

(25-22, 25-23, 28-30, 25-19)

NURE VOLLEY: Galliani 2, Brigati 9, Eleonora Fava 11, Erica Fava 14, Arfini 10, Sudario 10, Musiari (L), Cesena, Benzi, Jasmine Carini, Debora Carini 3, Guinne. All. Capra-Lena 

Dopo due ore di gioco il Nure Volley si arrende al Centro Volley Reggiano: come nella partita di andata le ragazze di coach Capra non riescono ad avere la meglio delle avversaria, brave ancora una volta a giocare una partita praticamente perfetta. Le piacentine subiscono la seconda sconfitta stagionale stavolta senza portare a casa nemmeno un punto.

Il Nure in partenza si schiera con Musiari libero, Sudario e Eleonora Fava al centro, Erica Fava e Brigati di mano, Galliani in palleggio e Arfini opposta. Il primo set parte con il Nure sempre avanti di qualche punto ma senza riuscire ad allungare, le reggiane battono moto bene e mettono in crisi la ricezione piacentina non permettendo all'alzatore Galliani di distribuire al meglio il gioco. Le piacentine attaccano sempre con palla scontata davanti ad una correlazione muro difesa molto ordinata, dal canto loro i laterali del Nure non riescono ad essere incisive, coach Capra prova a cambiare qualcosa ed inserire Debora Carini al posto di Arfini ma l’esito del set non cambia e il Cvr si porta avanti fino al 24-19; il Nure con orgoglio e grinta annulla un tre set point ma poi un'incomprensione difensiva regala il set alle reggiane.

Nel secondo si gioca punto a punto, il Nure prova più volte ad allungare ma il Cvr continua a giocare ad ottimi livelli. Migliorano le percentuali di attacco delle piacentine e dopo una lunga battaglia si arriva sul 23-21. Quando il set sembra indirizzato a favore delle ragazze ospiti alcune difese incredibili delle reggiane e un paio di decisioni da parte della coppia arbitrale (in pessima giornata) permettono al Cvr di chiudere 25-23. Il terzo parziale sembra destinato a terminare velocemente e le ragazze di Capra calano d’intensità; le padrone di casa arrivano ad avere 9 punti di vantaggio, a questo punto con i nervi e l’orgoglio le piacentine dimostrano di essere squadra e lottano su ogni pallone. Si arriva comunque sul 24-22 per le reggiane che però commettono l’errore di pensare di aver già vinto, il Nure annulla ben 6 mach point e alla seconda occasione è bravo a chiudere il set 30-28. Il quarto parziale comincia come i precedenti si gioca punto a punto fino a metà, ma dal 10 pari le reggiane allungano ancora una volta e le piacentine non riescono a cambiare passo. Migliora la ricezione, ma la fase di contrattacco continua ad essere poco incisiva e il set termina 25-19.

Con questa sconfitta il Nure mantiene comunque il primato alla pari con il Mirandola e con 6 punti di vantaggio sul Cvr (che ha già riposato). Ci sono ancora molte giornate da disputare e sabato prossimo lo scontro diretto tra Mirandola e Cvr sarà molto importante ai fine della classifica.

L.T.P. VAP PC - EVERTON VOLLEY 3-2

(25-18; 20-25; 25-13; 11-25; 15-12)

L.T.P. VAP: Mazzocchi 9, Rocca S.4, Rocca B. 6, Rabija, Chinosi 19, Contardi 3, Boiocchi 2, Galibardi, Lo Bartolo, Molinari 14, Caviati, Bersanetti (L). All. Chiappafreddo-Savi

Vittoria al tiebreak per le ragazze di coach Chiappafreddo che davanti alle reggiane dell’Everton “fanno e disfano” chiudendo la gara soltanto nel set breve. La Ltp apre con il seguente sestetto: diagonale Susanna Rocca-Chinosi, bande Mazzocchi e Beatrice Rocca, al centro Molinari e Contardi e Bersanetti in seconda linea.

Le locali partono bene portandosi sul 5-1. Le avversarie provano a ricucire lo strappo, ma tre attacchi in sequenza di Rocca B., Mazzocchi e Chinosi portano lo score sul 9-4 costringendo l'allenatore avversario al primo timeout discrezionale. Segue una fase di gioco con diversi cambio-palla e le ospiti rosicchiano il vantaggio della Vap sino al 16-15. Dopo aver riordinato le idee la Academy allunga sino al 21-15. L'allenatore reggiano si gioca il secondo timeout, ma l'inerzia del set è segnato: due veloci di Molinari ed un attacco di Mazzocchi chiudono il parziale sul 25-18. L'inizio del secondo set è favorevole alle ospiti che fuggono subito sull’1-5. Chiappafreddo chiama timeout: timida reazione della LTP che recupera qualche punto ma le reggiane non stanno a guardare (4-8, 7-9 e 7-12). Un bell’attacco di Chinosi e un secondo tocco di Rocca S. portano la Academy sul meno due, ma Cristofaro allunga ancora il passo (9-16). Le reggiane tengono bene in difesa, un errore in battuta sul 20-24 consegna il set all’Everton.

Dopo una fase di studio iniziale (5-5) nel terzo parziale le locali piazzano un break decisivo di otto punti. Segue una fase di cambio-palla (16-8, 18-9 e 19-11), ma la Academy mantiene il controllo del set chiudendo con un muro di Molinari per 25-13 finale. Il quarto set si apre con Boiocchi al centro al posto Contardi: le locali infilano una serie impressionate di errori e le reggiane ringraziano (2-5, 4-11 e 6-15); nel frattempo Chiappafreddo si gioca i due timout a disposizione e qualche cambio senza sortire alcun effetto. L'Everton aumenta il vantaggio sino ad un netto 8-23, le locali recuperano qualche punto, ma il set è segnato 11-25.

Nel tiebreak le reggiane sulle ali dell'entusiasmo provano la fuga (0-3). Chiappafreddo ferma il gioco per riordinare le idee, la Vap risponde con un break di 4-0 (4-3). Al cambio campo sono le ospiti ad essere avanti grazie ad una veloce di Ferioli (7-8). La Academy non ci sta: sul dodici pari cambia l’inerzia della partita, una veloce di Molinari chiude set e partita (15-12). Le piacentine ritorneranno in campo sabato 2 marzo a Modena ospiti del Modena Volley Academy, serviranno sicuramente maggiore attenzione e continuità.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppa Italia, Trapani-Piacenza 3-1: Cacia non basta, doppio Evacuo e Nzola ribaltano la sfida

  • Il Piacenza perde ancora a Trapani (3-1) ed esce dalla Coppa Italia: non basta il vantaggio firmato Cacia

  • Piacenza - La difesa è da registrare ma si vedono sprazzi interessanti di gioco. Il punto

  • Il Piacenza saluta la Coppa. Franzini: «Non abbiamo sfruttato le occasioni nel primo tempo»

  • La prima rete di Bruno regala il successo al Carpaneto

  • Piacenza - Domenica pomeriggio amichevole al Bertocchi contro la Pro Vercelli

Torna su
SportPiacenza è in caricamento