Questo sito contribuisce all'audience di

Nure e Carpaneto in finale play off, San Nicolò eliminato

Le due formazioni femminili approdano all'ultimo atto per la promozione in Serie B2 e in Serie C, la squadra maschile esce di scena

Il Carpaneto volley in festa per il passaggio del turno

NURE VOLLEY-GREPPIA CERVIA 3-0

(25-23, 25-21, 25-9)

NURE VOLLEY: Galliani, Brigati 10, Eleonora Fava 9, Erica Fava 5, Arfini 4, Sudario 10, Musiari (L), Cesena 3, Benzi 4, Jasmine Carini, Debora Carini 1, Guinne 4. All. Capra-Lena

Semifinale playoff di ritorno, in cui al Nure Volley, reduce da un secco 3-0 infrasettimanale a Cervia, bastava aggiudicarsi un set. Insomma doveva essere una formalità e così è stato, ad esclusione di un momento di sbandamento che ha rischiato di compromettere un primo parziale con le ragazze di Capra sempre a condurre. Il Nure Volley schiera in partenza la consueta formazione con Galliani in regia, Arfini opposta, Brigati e Fava di mano, Sudario e Fava al centro con Musiari libero. Come già detto, le piacentine partono forte e riescono ad arrivare anche senza brillare a condurre 16-9. A questo punto le ospiti si attaccano alla battuta e, complice anche un rilassamento delle padrone di casa, impattano sul 16 pari. Ora si gioca punto a punto e solo grazie a qualche giocata individuale le valnuresi chiudono in affanno e mettono in cassaforte il set e la qualificazione. Dal secondo parziale spazio a tutte le atlete con Cesena che subentra al palleggio, Debora Carini nel ruolo di opposto, Jasmine Carini al centro e Guinne con Benzi di mano. Ora la partita è piu scorrevole e le piacentine, complice l’arrendevolezza di Cervia, chiudono facilmente in tre set. Da segnalare l’ottima prestazione di Guinne autrice di ottimi attacchi. «Ora ci aspetta un duplice confronto contro un'avversaria difficile come la Coop Parma – dice coach Capra – che ci ha messo in difficoltà anche in regular season. Non dovremo farci attanagliare dalla tensione, consapevoli che tutto quello ottenuto fino ad ora si azzera, concentrandosi solo ed esclusivamente sul nostro gioco. Abbiamo il vantaggio di partire subito in casa e colgo l’occasione per invitare tutti sabato alle 20.30 a San Giorgio a sostenerci per far pesare il fattore campo guadagnato con l’ottimo piazzamento in campionato».

CARPANETO VOLLEY-CLIMART ZETA 3-1

(23-25, 25-21, 25-15, 25-11)

Nelle semifinali play off promozione, davanti ad una bellissima cornice di pubblico, riesce al Savi Italo Carpaneto l’impresa di ribaltare il risultato negativo (2-3) subito nel match di andata contro le bolognesi del Climart Zeta Castenaso.

In un match da dentro o fuori le piacentine si presentano tentando di recuperare tutti i propri effettivi, compresa la Scotti che a causa di un infortunio ad una mano subito nelle fasi iniziali della partita di andata era stata costretta ad assistere al match dalla panchina. Coach Grandi, parte con Bulla e Fantini al centro, Cenci e Scotti di banda con Scapuzzi al palleggio, Periti opposto mentre Parenti e Vespari si scambiano nel ruolo di libero.

Il primo parziale si sviluppa con un alto livello di tensione: entrambe le compagini sono consapevoli dell’importanza di fare propria una frazione che in funzione del risultato dell’andata, potrebbe risultare determinante sotto il profilo psicologico. Alla forza in attacco delle rossonere, si contrappone la grande organizzazione soprattutto in fase difensiva delle bolognesi che, come già nel match di andata, portano a scambi spettacolari e prolungati. Il parziale viaggia punto a punto sino alle fasi finali, nelle quali le ospiti operano un break che le porta sul 19-24. Ma quando il set pare compromesso ecco la reazione di un indomito Savi Italo che recupera sino al 23-24; a quel punto però la rincorsa si ferma ed il Climart fa proprio il parziale d’avvio.

La pressione sulle padone di casa aumenta ulteriormente, anche a causa dell’andamento di un secondo parziale che pare essere la fotocopia del precedente fino sul 20 pari. Decisivo a questo punto si dimostra un paio di cambi operati da coach Grandi, con l’inserimento di Orsi e Bulla che garantiscono maggior efficacia in attacco e maggior equilibrio in generale. Nel finale questa volta lo strappo viene operato dalle rossonere che chiudono un intensissimo parziale 25-21.

Con la conquista dell’1-1 e soprattutto grazie ad una  tranquillità recuperata, il Carpaneto in partenza di terzo set conferma il sestetto di fine parziale precedente e già dai primi scambi cambia decisamente marcia arrivando a condurre 16-10 prima di chiudere 25-15.

Il quarto set che potrebbe rivelarsi fondamentale e quindi decisivo ai fini del passaggio del turno. Le rossonere non solo mantengono, ma addirittura aumentano il livello di gioco, indirizzando da subito il cammino in discesa e spegnendo ogni velleità delle bolognesi, che da metà set in poi si rassegnano ad una sconfitta ormai inevitabile, con un ultimo parziale senza storia che si chiude 25-11.

Oltre alla prova dei singoli, a partire da una Scotti davvero incisiva in attacco ed anche stoica nel mettersi a disposizione  nonostante l’infortunio che, visto il rendimento avuto, non l’ha granché limitata, da evidenziare l’apporto delle giocatrici subentrate durante la gara (Orsi e Chiara Bulla) risultate decisive nel riequilibrare il gioco.

Questo ad ulteriore dimostrazione di un organico di squadra che pur in assenza di stelle è costituito da giocatrici intercambiabili, fatto che in questo match come nel corso del campionato si è dimostrata la vera forza di un Savi Italo che ora attende di incontrare nella finale promozione le ravennati del Reda volley.

PALLAVOLO VISERBA-POLISPORTIVA SAN NICOLO’ 3-0

(25-15, 26-24, 25-22)

FINESTRA 2000 PSN: Prela 6, Rossi 8, Merigo 1, Molinaroli 4, Delfanti 1, Bozzoni 5, S. Bastiani (L), Mann 8, Longinotti 2, Baggi. N.e.: Bori. All.: F. Bastiani.

Niente da fare per la Finestra 2000 San Nicolò che perde anche la gara di ritorno della semifinale playoff a domicilio della Pallavolo Viserba e conclude qui la stagione. Coach Fabio Bastiani schiera inizialmente la diagonale Merigo-Bozzoni, Molinaroli-Prela di banda, Rossi-Delfanti al centro e S.Bastiani libero, utilizzando nel corso dell’incontro anche Mann, Longinotti e Baggi.

Il primo set è un monologo dei padroni di casa, che dominano nel punteggio per tutta la frazione chiudendo con un largo 25-15. Solo nel secondo i piacentini tentano una reazione, almeno nervosa, restano in vantaggio fino al 23-21 quando, come purtroppo diverse altre volte quest’anno, concedono la rimonta agli avversari che prevalgono 26-24. Anche il terzo parziale, con la Finestra 2000 ormai scarica mentalmente, va a favore di Viserba che chiude 25-22.

Contrastante il giudizio finale sull’annata di San Nicolò: positivo il piazzamento in campionato, che consente per la prima volta di accedere ai playoff per la promozione in serie C; un po’ di rammarico invece per le due gare di playoff in cui la squadra è rimasta ben al di sotto delle proprie potenzialità, risultando troppo fallosa ed agevolando non poco il compito della già forte compagine riminese.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serie C - Le prime indiscrezioni sulla composizione dei Gironi A, B e C stagione 2019/2020

  • Serie C - Ecco i gironi ufficiali A, B e C della stagione 2019/2020. Il Piacenza nel B, tornano i derby

  • Il Re è tornato. Daniele Cacia: «Ho sempre detto che avrei chiuso con la maglia del Piacenza: eccomi»

  • Piacenza - Marco Gatti: «Ambizioni rinnovate, noi a testa alta». Matteassi: «Cacia arriva nel weekend». VIDEO

  • Piacenza - Stefano Gatti: «Voglio rilevare il fallito Pro Piacenza, sarà una nostra società satellite»

  • Piacenza-Giandonato: c'è l'accordo, mancano solo le firme. I biancorossi ora puntano a Manuel Nocciolini

Torna su
SportPiacenza è in caricamento