menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serie C, Under 19 e Under 17: la Fipav Emilia-Romagna decide di proseguire i campionati dopo una riunione con le società

L'attività regionale non si ferma, anche se si allargano le maglie per quanto riguarda la richiesta di rinvii delle gare causate da problematiche legate al Covid. "L’attività sportiva resta uno degli elementi indispensabili nella formazione dei giovani"

L’attività agonistica di Serie C, Under 19 e Under 17 (sia maschile sia femminile) di pallavolo non sarà sospesa. E’ la sintesi della riunione organizzata dalla Fipav dell’Emilia-Romagna a cui hanno preso parte quasi tutte le società della nostra regione impegnate nei campionati interessati. L’obiettivo era confrontarsi sulla prosecuzione dei tornei in una fase in cui i problemi sono parecchi, a iniziare dalle quarantene per proseguire con la concessione degli impianti e il rapporto con gli atleti. Difficoltà che si presentano di giorno in giorno: solo per fare un esempio, in tutte queste categorie le società, nella fase di ripartenza, hanno deciso di non rendere obbligatorio il tampone, come succede invece in altre discipline. Poi, a tornei iniziati, il Comune di Bologna ha vietato l’ingresso in palestra di tutti gli atleti che non avessero effettuato il tampone almeno 72 ore prima della gara, costringendo anche chi proveniva da altre province (la situazione non interessava le squadre piacentine che in questa prima fase non giocano contro le bolognesi) a svolgere i controlli.

La domanda della Fipav è stata molto chiara, alle società è stato chiesto se volessero proseguire l’attività o se preferissero sospenderla. I club si sono divisi, ma alla fine la federazione ha optato per la continuazione dei campionati; “abbiamo come obiettivo fondamentale e prioritario la salvaguardia della salute, ma l’attività sportiva resta uno degli elementi indispensabili nella formazione dei giovani” hanno spiegato i vertici regionali.

Da Bologna vengono però allargate le maglie in tema di rinvii delle gare, provocate da casi di positività o quarantene, impossibilità di utilizzo dell’impianto sportivo per disposizioni amministrative oppure problematiche logistiche o organizzative causate dal Covid. In questi casi c’è la massima disponibilità a variare i calendari, così come ci sarà la possibilità di “inserire” eventuali partite in buchi creati dal programma attuale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento