Volley B2

Volley B2 - Il Bakery non rallenta e resta al comando

Rotonda e convincente vittoria per la Canottieri Ongina, capace di espugnare in tre set l’ostico campo del Costa Volpino, centrando così la sesta vittoria consecutiva che consolida il terzo posto in classifica. In terra camuna, la squadra di Bruni...

Rotonda e convincente vittoria per la Canottieri Ongina, capace di espugnare in tre set l’ostico campo del Costa Volpino, centrando così la sesta vittoria consecutiva che consolida il terzo posto in classifica. In terra camuna, la squadra di Bruni ha avuto il merito di chiudere in fretta i conti, esprimendo un ottimo gioco.
Le statistiche testimoniano l’ottima prova giallonera: ancora una volta, la battuta è stata efficace, con nove errori compensati da cinque ace; sugli scudi il muro monticellese, a segno dieci volte, di cui ben cinque con lo scatenato Bozzoni. Inoltre, l’attacco ha scavato un solco importante, con quattro giocatori in doppia cifra a fine match.

La fase punto è stata importante nell’economia del match soprattutto nel primo set, dove Costa Volpino ha attaccato bene e dove la Canottieri Ongina ha saputo fare la differenza con quattro muri e due ace (25-22). Discorso analogo nel secondo parziale, dove in particolare il servizio è stato l’ago della bilancia: i bergamaschi hanno commesso sei errori dalla linea dei nove metri, mentre la squadra di Bruni ha trovato tre ace, firmando il 25-16 che valeva il 2-0. Nella terza frazione, Costa Volpino ha ritrovato efficacia in battuta, ma ha continuato a faticare in attacco, trovandosi di fronte l’ottimo muro ospite. Pur con una ricezione più in difficoltà rispetto a prima, Botti e compagni hanno saputo gestire al meglio il cambiopalla, chiudendo i conti sul 25-19.
“Abbiamo offerto – commenta a fine gara il tecnico giallonero Gabriele Bruni – una bella prova di squadra; una nota di merito va sicuramente al centrale Bozzoni, che aldilà delle statistiche ha sporcato tantissimi palloni a muro”.
Sabato alle 21 a Monticelli la Canottieri Ongina sarà impegnata nella dura sfida play off contro i milanesi del Bollate. “All’andata – conclude Bruni – per noi fu la prima sconfitta e cercheremo di riscattarci, anche perché in palio ci sono punti pesanti”.
 
 
COSTA VOLPINO-CANOTTIERI ONGINA 0-3
(22-25, 16-25, 19-25)
COSTA VOLPINO: Pessina 6, Bartoli 14, Cherchi 4, Savoldelli 4, Fondrieschi 1, Gargano 6, Ravelli (L), Migliorati, Jerkovic, Schincariol, Nava. All.: Cominetti
CANOTTIERI ONGINA: Merli 4, Giumelli 5, Botti 10, Bozzoni 10, Boniotti 15, Codeluppi 10, Tencati (L), De Biasi 1, Manfredi, Fortini. N.e.: Tanzi, Savi. All.: Bruni, vice Volpari
ARBITRI: Abastanotti e Colella
NOTE: Durata set: 28’, 25’, 25’ per un totale di 1 ora e 18 minuti di gioco.
Costa Volpino: battute sbagliate 13, ace 2, ricezione positiva 62 per cento, attacco 35 per cento, muri 4, errori 20.
Canottieri Ongina: battute sbagliate 9, ace 5, ricezione positiva 69 per cento, attacco 44 per cento, muri 10, errori 22.


Un Bakery Volley molto concreto torna da Reggio Emilia con parecchie convinzioni in più per il prosieguo della stagione, superando 3-1 il Gramsci e confermandosi al comando della classifica.
L'inizio della gara dimostra i timori della vigilia, con le padrone di casa subito avanti 8-6. Le ricezioni delle due squadre funzionano e tutto fa presagire ad un arrivo punto a punto; invece dopo il secondo intervallo tecnico il Bakery trova maggiore solidità nella fase di contrattacco e scava un buon divario. La ricezione e la difesa permettono a Ronchetti di smarcare al meglio le proprie attaccanti con Modena e Arnoldi che mettono palla a terra con continuità. Il Gramsci si blocca e il Bakery chiude 25-15

La partita sembra incanalata su un binario buono, ma si vede che il Gramsci ha subito più un primo set impeccabile delle piacentine che un proprio calo. Così le reggiane iniziano a rischiare in battuta e la ricezione delle ospite inizia a subire qualcosa; l'attacco diventa più falloso e il Gramsci trova maggiore fiducia chiudendo in maniera facile 25-17.
Il terzo set diventerà la chiave di volta della partita: l'inizio è teso e nervoso, gli scambi si allungano e le difese hanno il sopravvento; le ragazze di coach Corraro riescono a prendere un
piccolo vantaggio: 16-13 , subito rintuzzato dalle reggiane grazie ad un buon turno di battuta (16-16). Il time out di Corraro sortisce gli effetti desiderati con il Bakery che opera un
altro scatto per il 19-16, grazie ad un ottimo contributo di Albertini sia in attacco che a muro . Poi una buona gestione del cambio palla permette di chiudere 25-21.
Nella quarta frazione il Bakery sfrutta l’inerzia del terzo parziale, guadagna 7 punti di vantaggio che rendono tutto semplice fino al 25-18.

GRAMSCHI POOL VOLLEY-BAKERY VOLLEY 1-3 (15-25, 25-17, 21-25, 18-25)
BAKERY: Albertini 10, Arnoldi 20, Brigati 6, Freni 9, Modena 18 , Ronchetti 4 , Poggi (L), Prazzoli, Alletti, Nartelli, Molinari, Perrucci (L), Malvicini. All. Corraro

La Pavidea Selta c'è e si vede. Chiamate a fornire risposte positive dopo la serata storta di Milano, le rossoblu fiorenzuolane hanno dimostrato il carattere e le motivazioni proprie di una grande squadra, superando di slancio il Volley 2001 Garlasco al termine di una gara dagli altiu contenuti spettacolari e piena di intensità agonistica. Il confronto non si presentava facile, perchè le pavesi di Mattioli costituivano un complesso amalgamato a dovere e pieno di entusiasmo per essere entrato nella zona play offs e potevano sfruttare il momento favorevole, ma le valdardesi hanno saputo andare oltre i pericoli e le insidie psicologiche del dopo Pro Patria sciorinando sessantasei minuti di pallavolo grintosa, adrenalinica e piena di dinamismo che ha mandato in frantimi i sogni della "matricola terribile".

Il tecnico Giuseppe Cremonesi parte con Francesconi, Sotera, Testa, Amasanti, Fagioli e Guccione; la risposta di Mattioli è firmata D'Ettorre, Milanesi, Bocca, Maraffini, Gilardi e Cozzi, un sestetto che prova subito a stuzzicare le padrone di casa decise, al contrario, a non correre rischi inutili. Lorena Amasanti sale subito in cattedra e mette a terra un uno-due rapidissimo che lascia al palo il Garlasco costretto a recuperare quattro punti. In campo pavese il muro eretto da Gilardi e Ricci va in altalena e la Pavidea Selta ne approfitta staccandosi imperiosamente con una serie di attacchi veloci firmati Francesconi-Amasanti. Cremonesi manda sul parquet Valentina Guccione a staffettare con Alessia Testa e il "centrale", dall'alto dei suoi 180 centimetri, contribuisce a mettere punti in dispensa con un paio di fendenti imprendibili per Milanesi e Maraffini. Gara intensa, perchè il Volley 2001 è pericoloso sotto rete con Gilardi, Bocca de Cozzi, ma le valdardesi corrono e dimostrano di avere già dimenticato la Pro Patria: Barbara Fagioli mette a terra un pallonetto, Giulia Sotera e Valentina Guccione hanno dinamismo da vendere e la Pavidea Selta si stacca (11-7). Lombarde in netta difficoltà ed allora dalla panchina arrivano i cambi a cercare di imbrigliare le rossoblu che resistono nonostante in campo opposto Cozzi e Bosco si facciano vedere parecchio con successo sotto rete portandosi in scia avversaria (12-11). Cremonesi chiede un time provvidenziale per riordinare le idee e Lorena Amasanti rimette subito le cose a posto con due attacchi che mandano in crisi il bagher di Maraffini e Milanesi; Barbarini fa 16-11, Angela Bocca manda fuori un muro e in pochi minuti la Pavidea Selta si ritrova a "+10" (21-11). La gara si mette in discesa per le rossoblu che giocano in scioltezza e con tranquillità: Francesconi piazza una battuta vincente, Milanesi non controlla una palla di Giulia Sotera, Amasanti mette a terra un set ball che Barbarini concretizza (25-13).

Secondo atto con il team di Cremonesi subito in accelerazione, ma il Volley 2001 Garlasco non molla ed è sempre lì grazie ad un muro tornato solido e a una ricezione che Eva Maraffini ed Ilaria Ricci rendono quasi perfetta. La Pavidea Selta, però, ha preso il ritmo e la accoppiata Francesconi-Amasanti diventa protagonista di un 7-3 spettacolare al quale il  Garlasco risponde con una "ace" di Ilaria Ricci che fa solo solletico, perchè Giulia Sotera e un attacco out di Sonia Gilardi confezionano un importante 14-11 che ancora Noemi Barbarini, in crescendo di condizione, trasforma in 16-11. Le pavesi vacillano visibilmente, Mattioli cambia qualcosa, ma la Pavidea Selta è senza freni, sicura sotto rete e solida in difesa dove Alessia Testa è insuperabile e Lorena Amasanti molto ordinata; Noemi Barbarini va sugli scudi mettendo a terra il 22-12, Valentina Cozzi manda fuori un attacco e Lorena Amasanti fa una "ace" da set ball che questa volta tocca a Giulia Sotera mandare in archivio (25-13).

Terzo set e la Pavidea Selta tira il fiato dando un po' di gloria alle avversarie che si fanno vedere più spesso sotto rete dove brilla Valentina Cozzi alla quale fanno eco Federica Bosco e Angela Bocca per un sorpasso che vale oro (4-8). Subito la panchina rossoblu corre ai ripari con un provvidenziale time out che ridà linfa e agonismo: Barbarini mura Ilaria Ricci, Sotera e Guccione vanno a punti e Beatrice Francesconi fa 10-10. Il Volley 2001 Garlasco va in riserva, Bocca forza troppo un attacco, la ricezione pasticcia su un pallone vagante di Giulia Sotera, Valentina Cozzi "ciabatta" sotto rete e Lorena Amasanti mette a terra la palla del 15.11. Cremonesi cambia Sotera con Ada Magno sempre pronta a dare ordine e sicurezza in ricezione, le pavesi provano il clamoroso recupero con due attacchi vincenti portati da Bocca e Bosco, ma è ancora una motivatissima Amasanti ad andare a segno per il 20-14. Il ventiduenne opposto va in battuta e mette in difficoltà il libero Milanesi che pasticcia, Angela Bocca fallisce un attacco, Ada Magno si inventa un 24-15 ed è Beatrice Francesconi a mettere giù il pallone del game over. Pro Patria dimenticata. Che bella idea la Pavidea.

PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA-VOLLEY 2001 GARLASCO 3-0 (25-13, 25-13, 25-15)
PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA: Sotera 7, Barbarini 13, Amasanti 18, Testa (L), Francesconi 13, Fagioli 2, Guccione 5, Magno 1. N.e. Vignola, Nicolini, Ghisolfi. All: Cremonesi. II° all. Mazza.
VOLLEY 2001 GARLASCO: Milanesi (L), Taglietti (L), Gilardi 1, Maraffini 1, D'Ettorre, Bocca 9, Bosco 8, Ricci 1, Cozzi 10. N.e. Sassi, Mawed, Vanzelli. All: Mattioli.
ARBITRI: D'Agosta e Copparoni di Bologna.

I risultati della terza giornata di ritorno: Farmabios Sisa Gropello Cairoli-Properzi Games Lodi 3-2, Pavidea Selta Fiorenzuola-Volley 2001 Garlasco 3-0, Vemac Vignola-Florens Vigevano 2-3, Gramsci Pool Volley Reggio Emilia-Bakery Gossolengo 1-3, Primedil Cost Seveso-Pro Patria Milano 3-2, Valpala N&W-Anderlini Unicomstark Sassuolo 1-3, Texcart Città di Carpi-Grissinbon Tecnocopie Reggio Emila 3-1.
Classifica: Bakery Gossolengo p.43, Pavidea Selta Fiorenzuola p.40, Farmabios Sisa Gropello Cairoli p.31, Volley 2001 Garlasco p.29, Florens Vigevano p.25, Properzi Games Lodi, Primedil Cost Seveso p.24, Pro Patria Milano, Gramsci Pool Volley Reggio Emilia p.23, Valpala  N&W p.18, Anderlini Unicomstark Sassuolo p.16, Vemac Vignola p.15, Texcart Città di Carpi p.13, Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia p.12.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley B2 - Il Bakery non rallenta e resta al comando
SportPiacenza è in caricamento