rotate-mobile
Volley B2

Volley B2 - Bakery, per la festa manca solo l'aritmetica

Ormai manca solo la matematica per festeggiare. Dieci punti di vantaggio a quattro giornate dal termine sono un gruzzolo che il Bakery non ha alcuna intenzione di lasciarsi sfuggire, al termine di una stagione eccellente. La squadra di Corraro...

Ormai manca solo la matematica per festeggiare. Dieci punti di vantaggio a quattro giornate dal termine sono un gruzzolo che il Bakery non ha alcuna intenzione di lasciarsi sfuggire, al termine di una stagione eccellente. La squadra di Corraro supera 3-0 anche il GrissinBon e sfruttando la battuta d’arresto della PavideaSelta (battuta 3-1 dal Gramsci) si prepara ad esultare.
Contro le reggiane il Bakery parte forte Determinante la fase d’attacco dove, grazie ad una ricezione positiva, ed ad una sempre precisa Ronchetti, si registra un 50% di positività con i colpi portati da tutte le schiacciatrici piacentine. Al primo tempo tecnico padrone di casa avanti 8-5, un vantaggio che aumenta fino al definitivo 25-15.

Le reggiane però tornano in campo con molta più determinazione mettendo in difficoltà Arnoldi e compagne. Le padrone di casa, cercando di reagire, commettono qualche errore di troppo e al primo stop tecnico le ospiti sono avanti di tre lunghezze. Poi il Bakery dimostra la propria superiorità: aumenta l’efficienza in battuta (dove si conteranno anche 3 ace con Arnoldi e Freni) e la ricezione reggiana va in difficoltà. Al resto pensa il muro, con Modena e Albertini autrici di cinque punti nel fondamentale. Così la gara torna in mano alle piacentine che chiudono 25-17. E la terza frazione porta il successo alla squadra di Corraro, che già sabato prossimo in casa del TexCart di Carpi potrebbe ottenere la meritatissima promozione in B1.

BAKERY VOLLEY-GRISSINBON TECNOCOPIE 3-0 (25-15, 25-17, 25-19)
Bakery: Albertini 5, Arnoldi 13, Brigati 7, Freni 8, Modena 14, Molinari, Poggi (L), Ronchetti 2. Ne:Alletti, Malvicini, Nartelli, Perrucci(L), Prazzoli. All: Corraro e Biasetton

Seconda sconfitta consecutiva per la Pavidea Selta tornata dalla impegnativa trasferta di Reggio Emilia masticando bocconi amari per una battuta d'arresto arrivata dopo quattro set tirati ed appassionanti che le padrone di casa hanno saputo volgere a loro favore alla distanza mostrando maggiore continuità. Gara già alla vigilia in salita per le fiorenzuolane costrette a rinunciare al prezioso apporto di Alessia Testa e Luisa Nicolini appiedate da un infortunio.

L’avvio è equilibrato, con le valdardesi che vanno sull'8-7 al primo time out. Al rientro sul parquet il Gramsci Pool sbaglia un paio di servizi e favorisce un mini break rossoblu che si quantifica in un 16-16 quando arriva il secondo tempo tecnico. Le squadre si danno cavallerescamente battaglia rendendo il confronto appassionante e ricco di momenti spettacolari, la Pavidea Selta gioca meglio e sotto rete diventa micidiale piazzando un paio di attacchi vincenti che valgono il 23-20. Le reggiane cercano la reazione provando a cambiare assetto tattico, ma trovano davanti a loro un avversario in ottima serata che riesce anche a respingere il colpo di coda arrivato col 23-23, con l'ingresso in campo di Noemi Barbarini a rilevare Marta Ghisolfi per alzare il muro che subito fa punto chiudendo il set (23-25).

Seconda partita con la Pavidea Selta che perde un po' lo smalto dell'inizio, ma riesce a supplire con il maggiore tasso tecnico delle singole e con alcuni attacchi efficaci che impediscono alle reggiane la fuga. Il Gramsci Pool, però, alla distanza aggiusta il tiro e mette a segno un paio di offensive che portano punti e morale (10-8). La Pavidea Selta non ci sta e prova a risalire la corrente sfruttando i recuperi di Giulia Sotera, all'apporto Noemi Barbarini, entrata sul 15-14 al posto di Marta Ghisolfi,  ed a Lorena Amasanti che firma il sorpasso (16-15). Le padrone di casa reagiscono e arrivano al pareggio, Ivano Caffagni opera un cambio in battuta e la Pavidea Selta subisce un break da 19-17 commettendo errori in ricezione, Bea Francesconi vince un muro e riporta il punteggio in parità, poi si ripete con un missile dei suoi che dà un po' di respiro alle rossoblu, ma il Gramsci Pool non molla la presa e con un paio di muri fortunati chiude il set 25-22.

Uno a uno e si riparte con la panchina fiorenzuolana che gioca la carta Barbarini titolare, ma le reggiane volano su errori in ricezione che portano ad un clamoroso 5-0: le rossoblu non riescono a trovare il ritmo giusto, in campo regna la paura di sbagliare e le padrone di casa ne approfittano con decisione mettendo in campo grinta, coraggio e attacchi efficacissimi da 16-10. Time out per la panchina fiorenzuolana ed al ritorno in campo sembra arrivare qualche segnale positivo, perchè Noemi Barbarini mette a segno due punti consecutivi che riducono il gap. Cambio in casa Pavidea Selta con Sofia Risoli a rilevare Lorena Amasanti, ma il Gramsci Pool tiene il campo con maggiore continuità e resta a distanza di sicurezza; le fiorenzuolane reagiscono con orgoglio giocando palle veloci che mandano a punto Lorena Amasanti e mandano in confusione le avversarie per il 23-21. Caffagni chiede un time che si rivela decisivo, perchè il Gramsci Pool riesce a replicare al pareggio firmato da Beatrice Francesconi e piazza la spallata finale con un pallonetto imprendibile per la ricezione valdardese (25-23).

Quarto atto nel quale la Pavidea Selta perde subito il ritmo ed affida alla solita onnipresente Francesconi l'onere di mettere a terra palloni pesanti, il Gramsci Pool però ha un attimo di smarrimento e concede spazi alle rossoblu che, prima riescono a pareggiare grazie alle chiusure a muro di  Noemi Barbarinie, poimettono la freccia con un uno-due di Giulia Sotera (11-12). Gara sempre equilibrata e dai ritmi altissimi, le reggiane hanno un pizzico di velocità in più e vanno al controsorpasso al secondo time out. La Pavidea Selta sgtringe i denti, ma la ricezione non è efficace ed il Gramsci Pool si stacca (21-16). Cremonesi prova a mettere ordine con il time out, ma la gara è ormai tutta in salita per la Pavidea Selta che, nonostante impegno, coraggio e determinazione finisce per cedere le armi (25-18).

GRAMSCI POOL REGGIO EMILIA-PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA 3-1 (23-25, 25-22, 25-23, 25-18)
PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA: Francesconi p.19, Sotera p.13, Guccione p.10, Barbarini p.9, Amasanti p.9, Fagioli p.5, Ghisolfi p.2, Magno (L), Risoli. N.e. Vignola, n.e. Ziliani, n.e. Testa.All: Cremonesi. II° all. Mazza.

I risultati della nona giornata del girone di ritorno: Properzi Games Lodi-Pro Patria Milano 3-1, Bakery Gossolengo-Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia 3-0, Florens Vigevano-Anderlini Unicomstark Sassuolo 3-0, Farmabios Sisa Gropello Cairoli-Volley 2001 Garlasco 3-0, Primedil Cost Seveso-Texcart Città di Carpi 3-0, Gramsci Pool Volley Reggio Emilia-Pavidea Selta Fiorenzuola 3-1, Vemac Vignola-Valpala N&W 0-3.

Classifica: Bakery Gossolengo p.61, Pavidea Selta Fiorenzuola p.51, Farmabios Sisa Gropello Cairoli p.39, Volley 2001 Garlasco p.38, Properzi Games Lodi p.37, Gramsci Pool Volley Reggio Emilia p.36, Florens Vigevano, Primedil Cost Seveso p.34, Anderlini Unicomstark Sassuolo p.27, Pro Patria Milano p.26, Valpala N&W p.23, Vemac Vignola p.20, Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia, Texcart Città di Carpi p.18.
La prima è promossa in B/1, la seconda e la terza vanno ai play offs. Le ultime quattro retrocedono in serie C.

Pronto ritorno al successo per la Canottieri Ongina, che archivia il primo ko interno in campionato patito contro Gorgonzola e torna alla vittoria vincendo la maratona di Bedizzole, dove i ragazzi di Bruni si sono imposti al tie break dopo 2 ore e 17 minuti di gioco.
Avanti prima 1-0 e poi 2-1, i gialloneri monticellesi hanno sempre dovuto subire il ritorno dei bresciani, poi domati 15-12 al tie break. Per la squadra piacentina, è stata una serata complicata, vuoi per i meriti degli avversari, particolarmente in vena a muro (15 punti diretti), vuoi per le difficoltà palesate dalla Canottieri Ongina, ancora una volta troppo fallosa in battuta (22 errori commessi al servizio). Rispetto alla partita pre-pasquale contro Gorgonzola, però, Boniotti e compagni hanno avuto il grande merito di rimanere attaccati al match e di conquistare la vittoria, portando a casa quelli che a fine gara il tecnico Bruni definisce “due punti fondamentali”. Grazie a questo successo, infatti, i monticellesi (terzi e ora come ora qualificati ai play off) hanno un vantaggio di sette punti dal tandem di inseguitori formato da Mantova e Bollate, il tutto quando al termine della regular season mancano quattro partite.
L’unico neo della serata è il problema fisico che ha messo fuori gioco Massimo Botti dopo il primo set: lo schiacciatore giallonero ha accusato un riacutizzarsi di una tendinite. Nei prossimi giorni lo staff medico valuterà in dettaglio la situazione al fine di recuperare al meglio l’esperta e preziosa pedina piacentina.
Per la Canottieri Ongina, il prossimo impegno è fissato sabato 13 aprile, quando alle 21 a Monticelli arriverà il Montecchio secondo in classifica in quello che è un vero e proprio scontro da zona play off.
 
BEDIZZOLE-CANOTTIERI ONGINA 2-3 (24-26, 25-23, 20-25, 25-23, 12-15)
BEDIZZOLE: Coco 2, Cominelli 14, Fraccaro 6, Bozzini 23, Quartarone 9, Bastianini 12, Franchini (L), Gamba, Blanzeri, Caleffi. N.e.: Adami, Piccinali, Ponzoni. All.: Zabbeni
CANOTTIERI ONGINA: Giumelli 4, De Biasi 12, Bozzoni 12, Boniotti 29, Botti 1, Merli 13, Tencati (L), Manfredi 2, Codeluppi 6, Fortini. N.e.: Savi, Tanzi. All.: Bruni, vice Volpari
ARBITRI: Laurita e Marconi
NOTE: Durata set: 32’, 29’, 28’, 29’, 19’ per un totale di 2 ore e 17 minuti di gioco.
Bedizzole: battute sbagliate 13, ace 5, ricezione positiva 65 per cento, attacco 43 per cento, muri 15, errori 33.
Canottieri Ongina: battute sbagliate 22, ace 7, ricezione positiva 68 per cento, attacco 48 per cento, muri 10, errori 41.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley B2 - Bakery, per la festa manca solo l'aritmetica

SportPiacenza è in caricamento