rotate-mobile
Volley B1

Volley - Canottieri Ongina, un sabato da leoni

Si rialza subito il Bakery: dopo il ko patito a Padova la formazione di Franco Corraro torna a raccogliere i tre punti in campionato superando 3-0 il Millenium Brescia. Al PalaFranzanti il divario in classifica sembra rispecchiato dal primo set...

Si rialza subito il Bakery: dopo il ko patito a Padova la formazione di Franco Corraro torna a raccogliere i tre punti in campionato superando 3-0 il Millenium Brescia. Al PalaFranzanti il divario in classifica sembra rispecchiato dal primo set, condotto senza problemi dalle piacentine, che con Secolo e Nicolini fanno quello che vogliono fino all’eloquente 25-13 finale. Dalla seconda frazione inizia un’altra partita: Brescia sfodera una prestazione importante a livello difensivo, costringendo le squadra di casa ad attaccare più volte per ogni singolo punto. Il Bakery si porta sul 15-10, ma non riesce a chiudere il set: Gloria Baldi, autrice di ben 16 punti nell’incontro, rimette in corsa Millenium, portandolo addirittura a condurre per 21-20. Nel finale esce però l’esperienza: le biancorosse si affidano agli attacchi di Arnoldi e Secolo ed ottengono il 25-23 finale.?La partita si accende ulteriormente nel terzo parziale in cui le emiliane prima annullano un set point a Brescia, poi chiudono in rimonta, ai vantaggi, per 27-25. Fondamentali nell’economia della sfida Arnoldi e Secolo, autrici di 35 punti in due, vale a dire più della metà dello score complessivo dell’intera formazione. Il Bakery tornerà in campo il 7 dicembre per sfidare Porcia Pordenone: la partita si giocherà di nuovo al Pala Franzanti.

???BAKERY PIACENZA – MILLENIUM BRESCIA 3-0
(25-13, 25-23, 27-25)
?BAKERY PIACENZA: Arnoldi 17, Mazzocchi (L), Trabucchi 2, Amasanti, Secolo18, NIcolini 9, Francesconi 9, Panzeri7 NE Guccione, Cameletti, Brigati, Zangrandi. All. Franco Corraro, Ass. Filippo Amani?
MILLENIUM BRESCIA: Dall’Acqua 4, Baldi 16, Casali 1, D’angelo 2, Cima 2, Treccani, Bellini, Trentini 6, Pionelli 9, Raccagni 6, Calzoni (L). NE Camanini. All. Ivan Castillo, Ass. Francesco Corrini

B1 FEMMINILE - PAVIDEA STEELTRADE, NIENTE DA FARE
Nella  trasferta più lunga del campionato la Pavidea Steeltrade rimedia un'altra sconfitta, ingoiando il quarto 0-3 stagionale frutto di una serata interpretata male dalle rossoblù, ma anche per colpa di un avversario più determinato e deciso a riscattare subito il "cappotto" rimediato a Trento. Le fiorenzuolane hanno messo in evidenza ancora una volta una generosissima Lisa Ambrosini, qualche buona giocata sotto rete e qualche accelerazione di ritmo, troppo poco per potere raggranellare qualcosa. Assente Alessia Testa, Amoros piazza Nicolini "libero", non rischia Scapuzzi ed Errichiello, ma getta nella mischia Giada Ciarlini, classe 1987, ultima arrivata alla corte rossoblù e già pronta a dettare i ritmi in cabina di regia. C’è partita solamente nella prima frazione, quando Udine è costretta a ricorrere ai vantaggi per avere ragione di una grintosa Pavidea Steeltrade, in partita fino all’ultimo scambio. Poi è un monologo delle padrone di casa, con Fiorenzuola che si trova di fronte cinque ore di pullman e alle spalle una pagina scritta male. Da voltare in fretta.

ATOMAT VOLLEY UDINE-PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA 3-0
(28-26, 25-14, 25-18)
ATOMAT VOLLEY UDINE: Ciani, De Stefano 7, Giuliani 4, Guidi 3, Lorenzon, Mascherini 12, Papa 16, Petejan 2, Sogini 5, Venturini, Visintini 16, Cardani (L). All: Mannucci. II° all: Pacorig.
PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA: Vignola, Barbarini 6, Nicolini (L), Ambrosini 13, Pisani 2, Fanelli, Ghisolfi 3, Scapuzzi, Arzani (L2), Ferretti 8, Cester 2, Ciarlini, Errichiello. All: Amoros. II° all: Michelotti. 
ARBITRI: Denis Serafin e Francesco Rossetto di Treviso.

B2 MASCHILE - CANOTTIERI ONGINA, UN SABATO DA LEONI
Un sabato da leoni. Grande prova di forza della capolista Canottieri Ongina, che festeggia la settima vittoria in altrettante partite liquidando 3-0 il Noleggio Lorini Mantova della "stella" Molteni. Grazie all'acuto, la formazione di Gabriele Bruni mantiene la vetta della classifica. Un premio più che meritato per i gialloneri del presidente Fausto Colombi, quanto mai determinati nel match contro Mantova. Pressione costante, difesa, attacco e tanta pazienza nelle ricostruzioni: è stata proprio una bella Canottieri, che non solo ha sempre tenuto in mano le redini del gioco grazie a un cambiopalla ad alti livelli, ma ha anche entusiasmato, dominando l'avversario, a cui non bastava evidentemente il solo Molteni. Per i gialloneri, altri tre punti d'oro per la classifica e anche un regalo di compleanno speciale per il palleggiatore Riccardo Giumelli.

LA PARTITA - Al fischio d'inizio, la Canottieri Ongina deve fare a meno del centrale Merli (infortunato), sostituito da Bozzoni in diagonale con Botti. A completare il sestetto, il palleggiatore Giumelli, l'opposto Boniotti, la coppia di schiacciatori formata da Codeluppi e da Binaghi e il libero Tencati. La partenza sorride subito ai padroni di casa, che volano sul 6-3 grazie al contrattacco di Boniotti e agli attacchi out di Molteni (osservato speciale vista la militanza in serie A) e di Cominelli. La squadra di Bruni mostra attenzione e coraggio in difesa e si garantisce alcuni contrattacchi, riuscendo ad allungare sul 14-8 grazie a un altro errore di Molteni. Lo schiacciatore bresciano si prende il giallo poco dopo, ma la Canottieri Ongina non si distrae, tenendo con regolarità il cambiopalla. In più, arrivano splendide azioni di ricostruzione e così il set si fa in discesa: 25-17 con muro di Codeluppi e 1-0.

Il secondo parziale si apre all'insegna dell'equilibrio, dettato più che altro dalla serie di errori in battuta. A romperlo, il muro di Botti per il 10-7 che diventa 11 per il successivo fallo di posizione fischiato agli ospiti. Mantova si affida alla classe e all'esperienza di Molteni per rialzare la testa (tris di schiacciate per il 12-10), ma la Canottieri non si scompone, ristabilendo subito le distanze per il 16-12. A dare il possibile colpo di grazia il turno in battuta di Boniotti (21-15), ma Molteni ci prova in battuta e ci riesce con due ace consecutivi (22-19). Niente paura, però, perché i gialloneri di Bruni chiudono 25-21 e volano sul 2-0.

La Canottieri Ongina appare molto determinata e la conferma la si ha in avvio di terza frazione, con i monticellesi che partono in quinta con l'assolo personale di Binaghi (tre attacchi e un ace), aiutato da Codeluppi per il 6-1, che poco dopo diventa 8-2 alla prima sosta programmata. I padroni di casa continuano a martellare forte, creando macerie nella metacampo avversaria (11-3). L'orgoglio Lorini permette una rimonta parziale (13-9), subito respinta al mittente da Bozzoni e compagni (16-10). Basta così, perché il sestetto locale non scende dalla cattedra e così arriva il 25-17 che fa calare il sipario.

CANOTTIERI ONGINA-NOLEGGIO LORINI MANTOVA 3-0
(25-17, 25-21, 25-17)
CANOTTIERI ONGINA: Giumelli 1, Bozzoni 8, Codeluppi 10, Boniotti 15, Botti 8, Binaghi 11, Tencati (L), Manfredi, Alikaj 1, Bernardini. N.e.: Fortini, De Biasi. All.: Bruni
NOLEGGIO LORINI MANTOVA: Marinelli 1, Fabbro 5, Straolzini, Molteni 15, Bastianini 4, Cominelli 4, Caleffi I.(L), Lorini, Depedri, Caleffi D., Zacco, Verità 3, Tanfoglio. All.: Coffetti.
ARBITRI: Salvemini e Pisano di Milano
NOTE: Durata set: 23', 25', 22' per un totale di 1 ora e 10 minuti di gioco. Canottieri Ongina: battute sbagliate 14, ace 1, ricezione positiva 70 per cento, attacco 56 per cento, muri 6, errori 23. Noleggio Lorini Mantova: battute sbagliate 9, ace 5, ricezione positiva 45 per cento, attacco 38 per cento, muri 2, errori 21.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley - Canottieri Ongina, un sabato da leoni

SportPiacenza è in caricamento