rotate-mobile
Volley B1

Volley - Canottieri campione d'inverno, Fiorenzuola da urlo

Seconda vittoria consecutiva per il Bakery Piacenza, che supera l’Isuzu Enermia 434 in rimonta. Una vittoria fondamentale soprattutto a livello morale, in primis perché la compagine scaligera veniva da tre successi consecutivi e l’esito non era...

Seconda vittoria consecutiva per il Bakery Piacenza, che supera l’Isuzu Enermia 434 in rimonta. Una vittoria fondamentale soprattutto a livello morale, in primis perché la compagine scaligera veniva da tre successi consecutivi e l’esito non era affatto scontato, in secondo luogo perché riporta le biancorosse al terzo posto in classifica.?In avvio le veronesi fanno capire che la striscia positiva non è frutto della casualità: trascinate da una Zampieri ispirata (metterà a terra ben 21 punti), le padrone di casa annnichiliscono le piacentine chiudendo 25-14.?

Sembra una serata storta per le ospiti, invece tra il primo e il secondo set arriva quel cambio d’atteggiamento tanto auspicato dal tecnico Pistola. Il copione della contesa cambia drasticamente: il Bakery impone i propri ritmi sfoderando un’ottima prova corale che blocca sul nascere ogni velleità dell’Isuzu. Nicolini e Secolo non fanno mancare il loro provvidenziale supporto, così come Jenny Arnoldi spesso chiamata in causa dalla regista Trabucchi. Un plauso particolare va anche alla rientrante Guccione, che si è fatta trovare pronta dal primo minuto e le biancorosse chiudono i restanti tre set con i punteggi di 15-25, 16-25, 14-25. ?La prossima settimana il campionato sarà fermo per lasciare spazio alla Coppa Italia; il Bakery tuttavia, non resterà a guardare. Nicolini e compagne saranno impegnate alle 20.30 di venerdì 31 a Pergine Valsugana per affrontare quella Trentino Rosa capace solo due settimane fa di superare le piacentine. La gara secca che vale l’accesso alla Final Four.?

ISUZU ENERMIA-BAKERY 1-3 (25-14, 15-25, 16-25, 14-25)?
ISUZU ENERMIA: Borin 8 Brutti 4, Poltronieri 1, Angelini 3, Zampieri 21, Cantamessa 2, Rubini 9, Galtarossa 1, Pericati (L), Zilio. All. Bertolini N.E. Gobbetti, Fiorini, Zaniboni?BAKERY: Arnoldi 14; Mazzocchi (l); Trabucchi 2; Amasanti 1, Guccione 5; Secolo 14; Nicolini 17; Francesconi 8 All. Pistola. Ass. Cremonesi. N.E. Cameletti, Panzeri, Brigati, Zangrandi

B1 FEMMINILE - PAVIDEA STEELTRADE, FINALMENTE RITORNO AL SUCCESSO
Eccola la Pavidea Steeltrade superlativa come mai si era vista durante questo campionato. Arriva una serata perfetta, migliore di quella di Modena dello scorso 7 dicembre, perché allora davanti c'era l'ultima in classifica e la vittoria era quasi scontata, mentre questa volta il successo arriva con la quinta forza del campionato, quello Studio 55 Ata Trento che nello scorso mese di maggio buttò fuori dai play off le rossoblù. E la vendetta è un piatto che si consuma freddo, anzi ghiacciato ed ecco che le fiorenzuolane l'hanno mangiato. Fino all'ultimo boccone. E sono arrivati tre punti tanto insperati, quanto meritatissimi. Dalle sconfitte più amare, nascono le vittorie più belle e, dopo la serata tutta tuoni e fulmini di Brescia, il team di Omar Amoros ha girato pagina, l'ha buttata nel cestino appallottolandola, scrivendone un'altra esaltante. Terno secco al Trento e tre punti d'oro da mettere in classifica. Una magia.

PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA-STUDIO 55 ATA TRENTO 3-0
(25-20, 25-19, 25-17)
PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA: Vignola 1, Barbarini 11, Errichiello 8, Ambrosini 14, Pisani 1, Ciarlini, Fanelli 8, Musiari (L), Ghisolfi, Arzani (L2), Ferretti 6. All: Amoros.
STUDIO 55 ATA TRENTO: Antonucci 3, Gasperini (L), Bottura 1, Prandi 6, Ceschini, Fontanari 1, Bogatec 12, Zeni, Festi, Filippin 2, Corradini 2, Mezzi 4. All: Mongera. II° all:Berti.
ARBITRI: Sergio Giusto di Chiavari e Giuseppe Soffietto di Rapallo.

B2 MASCHILE - CANOTTIERI CAMPIONE D'INVERNO
Campioni d’inverno. Con una prova impeccabile, i ragazzi della Canottieri Ongina chiudono il girone d’andata con una netta vittoria rifilata al Fresko Est (3-0). Anche grazie a questi tre punti, la formazione allenata da Gabriele Bruni difende il vantaggio in vetta, festeggiando la dodicesima vittoria in tredici partite. Un ruolino di marcia decisamente positivo, quasi infallibile se non fosse per il ko casalingo subito in rimonta per mano del Cisano (2-3). Per i monticellesi, è arrivato il secondo 3-0 consecutivo dopo quello di sabato scorso a Viadana, mentre all’orizzonte c’è un week end di riposo prima di riprendere il cammino nel ritorno con la sfida esterna contro il San Giorgio Saira. Grazie alla vittoria al tie break di Montecchio (la più immediata inseguitrice), Tencati e compagni inizieranno la seconda metà di campionato con un margine di quattro punti di vantaggio sui forti vicentini.

Ancora una volta, la Canottieri Ongina ha reso facile ciò che non lo era, contro un avversario temibile. Battuta ficcante, muro puntuale, attacco potente nel cambiopalla e paziente quando lo necessitava, soprattutto in rigiocata, propiziata anche da una buona verve difensiva: con queste credenziali, la squadra di Bruni ha messo alle corde l’avversario e giocando così ha dimostrato finora di essere la formazione più forte del campionato.

LA PARTITA - Al fischio d’inizio, la Canottieri Ongina scende in campo con Giumelli in palleggio, Boniotti opposto, Codeluppi e Binaghi in posto quattro, Botti e Merli al centro e Tencati libero. Il Fresko Est risponde con la diagonale Lunardini-Hueller, con l’asse di posto quattro Veronese-Zanella, con i centrali Martinelli e Persona e il libero Jankovic.
Davanti agli occhi di Riccardo Fenili (campione italiano beach volley 2011 in coppia con il giallonero Riccardo Giumelli) e degli assi del Copra Elior Luca Tencati e Luciano De Cecco, la Canottieri Ongina parte bene, approfittando di alcuni errori veronesi (3-0) e sfruttando l’asse battuta (ace di Codeluppi e di Boniotti)-muro, con Binaghi e Botti sugli scudi. Quest’ultimo è una garanzia per i padroni di casa (primo tempo e muro per il 10-3); con il passare dei punti, i veronesi ingranano, mettendo in mostra una buona verve in rigiocata (11-6), anche se Monticelli non si scompone: bella parallela di Binaghi per il 16-10. Il Fresko Est si affida alle bordate del saltatore Zanella, ma la Canottieri Ongina è sempre spietata a muro: Merli graffia per il 23-16, preludio al 25-18 con attacco out degli ospiti.
Dopo il cambio di campo, è la formazione veneta a partire meglio (3-1), ma i padroni di casa reagiscono immediatamente con il turno in battuta di Binaghi (6-4). TIme out veronese, poi due attacchi out locali ristabiliscono la parità. Una splendida diagonale stretta mancina dello stesso Binaghi regala il +3 alla Canottieri Ongina (11-8), ma non basta, perché il Fresko Est è sempre lì (12-12). I gialloneri rimettono la freccia per il sorpasso con la coppia Botti (muro)-Codeluppi (mani-fuori) che vale il 16-13, subito vanificato per il 16-16. Monticelli ci riprova con il muro di Codeluppi e con un attacco in rete ospite (20-16): questa è la volta buona, perché poi arriva il 25-20 e di conseguenza il 2-0.
Nel terzo set, la formazione di Bruni parte bene (3-0), poi allunga sull’11-6 con l’ace di nastro di Giumelli. Time out Fresko Est, ma la strada si fa in discesa per i padroni di casa, che chiudono agevolmente 25-16 con un diagonale vincente di Boniotti.

CANOTTIERI ONGINA-FRESKO EST 3-0
(25-18, 25-20, 25-16)
CANOTTIERI ONGINA: Giumelli 4, Binaghi 12, Botti 8, Boniotti 19, Codeluppi 9, Merli 4, Tencati (L), Alikaj 1, Manfredi. N.e. De Biasi, Bozzoni, Fortini, Bernardini. All.: Bruni
FRESKO EST: Lunardini 1, Martinelli 4, Zanella 10, Hueller 10, Persona 3, Veronese 4, Jankovic (L), Marinelli, Pozzani 1, Alloro. N.e.: Bona Veggi, Marchi. All.: Ambrosi
ARBITRI: Gianaroli e Bosio
NOTE: Durata set: 25’, 25’, 23’ per un totale di 1 ora e 13 minuti di gioco
Canottieri Ongina: battute sbagliate 8, ace 5, ricezione positiva 57 per cento, attacco 54 per cento, muri 7, errori 21
Fresko Est: battute sbagliate 7, ace 1, ricezione positiva 46 per cento, attacco 37 per cento, muri 4, errori 18.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley - Canottieri campione d'inverno, Fiorenzuola da urlo

SportPiacenza è in caricamento