rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Volley B1

Volley - Bakery senza freni: e sono quattro

Il Bakery rimane a punteggio pieno, conquistando anche la quarta vittoria consecutiva nel campionato di B1 femminile. Le biancorosse di Franco Corraro hanno infatti superato in trasferta anche lo Studio55 Ata Trento, nella gara valida per la...

Il Bakery rimane a punteggio pieno, conquistando anche la quarta vittoria consecutiva nel campionato di B1 femminile. Le biancorosse di Franco Corraro hanno infatti superato in trasferta anche lo Studio55 Ata Trento, nella gara valida per la quarta giornata di regular season. Le piacentine, in poco meno di 80 minuti di gioco, hanno chiuso l’incontro con un secco 3-0; i parziali di 25-21, 25-21, 25-20 sono la chiara proiezione di una gara giocata comunque a viso aperto dalle due compagini. Da sottolineare l’apporto di Laura Nicolini. Il capitano con 19 punti all’attivo si è confermata miglior realizzatrice; determinanti per il risultato sono stati i cambi di ritmo del Bakery nelle fasi calde dei set. Le emiliane hanno potuto sfruttare al meglio la propria potenzialità offensiva, chiudendo una sfida complessa e combattuta senza perdere nemmeno un set. Il prossimo impegno del team di Maurizio Beccari è previsto per sabato 16 novembre alle 17, quando le biancorosse affronteranno al PalaFranzanti il Martignaccio Udine.

BAKERY - STUDIO55 ATA TRENTO 3-0
(25-21, 25-21, 25-20)
Trento: Antonucci 9, Gasperini (L), Bottura 4, Prandi 7, Ceschini, Fontanari 5, Bogatec 4, Festi, Filippin 5, Corradini 1, Mezzi 9. N.E. Zeni. All. Mongera Ass. Berti
Piacenza: Arnoldi 11, Mazzocchi (L), Trabucchi 2, Guccione, Secolo 9, Nicolini 19, Francesconi 7, Panzeri 9, Brigati 1. N.E. Amasanti, Cameletti (L), Zangrandi.. All. Corraro;ass. Giuseppe Cremonesi, Filippo Amani.


Si ferma ancora la Pavidea Steeltrade, superata al Palamagni da una Delta Informatica compatta, ordinata e cinica che ha saputo tenere in mano la gara con autorità affidandosi alle qualità dell'opposto Giada Marchioron ed alla potenza del centrale Sonia Candi, costante spina nel fianco delle fiorenzuolane che, dal canto loro, hanno giocato con impegno, tentando di tenere nel mirino le trentine, ma spesso hanno finito per fare confusione e commettere ingenuità pagate a caro prezzo. Ancora una serata a cinque stelle per Caterina Errichiello, unica finita in doppia cifra, ma vanno segnalate anche Barbarini, Ambrosini e Pisani in grado di reggere l'urto sia a muro che in attacco.
Già fuori causa Alice Scapuzzi, alla lista delle indisponibili si aggiunge Alessia Testa ed allora il tecnico Omar Amoros è costretto ad inventarsi Valentina Cester libero sacrificando un po’ di potenza in attacco.

Nei primi due set non c’è partita, poi nella terza frazione la Pavidea Steeltrade sembra cominciare con altro spirito, perché Errichiello e Barbarini tengono nel mirino le avversarie che non sanno prendere il largo e soffrono di amnesia. E così, tra un attacco azzeccato di Errichiello ed un errore sotto rete di Giorgia Todesco, le fiorenzuolane si ritrovano ad una lunghezza (7-8). Che sia la volta buona? Macchè. La Delta Informatica ricarica le batterie e riprende a correre. La gara però è più equilibrata, almeno fino a quando una ricezione ballerina regala alle ospiti il 12-20. La Pavidea Steeltrade torna in corsa (16-22), Ilaria Fanelli rimanda al mittente un attacco di Alice Martini e poi, assieme a Alessandra Pisani, fa 18-22. E' il momento più avvincente della gara: le rossoblù di Amoros raccolgono le ultime energie, la Delta Informatica tira il fiato e il punteggio torna in bilico. Marchioron forza troppo, Errichiello piazza il 20-22, il pubblico si scalda e manda in confusione Giada Marchioron (21-22). La Pavidea Steeltrade è ad un passo dal pareggio, ma non trova il colpo di pedale e allora la Delta Informatica ritrova il passo, Paoloni va a punto e un ace di Teresa Paoloni manda tutte sotto la doccia (21-25).

PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA-DELTA INFORMATICA TRENTO 0-3
(10-25, 15-25, 21-25)
PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA: Vignola 1, Barbarini 6, Nicolini, Errichiello 10, Ambrosini 6, Pisani 6, Fanelli 2, Ghisolfi 1, Arzani (L2), Ferretti 3, Cester (L). All: Amoros. II° all. Michelotti.
DELTA INFORMATICA TRENTO: Polato (L), Pucnik 7, Marchioron 15, Donighelli, Bisoffi, Paoloni 3, Candi 12, De Michelis, Martini 5, Bonafini, Pirv 1, Todesco 6. All: Koja. II° all. Avi.
ARBITRI: Tiziana Lo Verde di Brescia e Claudio Conti di Bergamo.

Tre punti e secondo posto per la Canottieri Ongina, vittoriosa nella trasferta domenicale in Veneto. La formazione di Gabriele Bruni ha espugnato in quattro set l’ostico campo vicentino dell’Olimpia Zanè, chiudendo in tempo utile per festeggiare il bottino pieno in una partita comunque non facile per i gialloneri monticellesi. Le due squadre, infatti, si sono affrontate a viso aperto in ogni fondamentale e la Canottieri Ongina, fatta eccezione per il secondo set deficitario (condizionato da undici errori punto) ha dimostrato di avere un qualcosa in più. Ancora una volta, la panchina lunga dei piacentini (orfani per infortunio dello schiacciatore Daniel Codeluppi) si è rivelata decisiva, come dimostrano i buoni ingressi che hanno cambiato volto al sestetto ospite nella seconda parte del match. A dare una mano alla squadra di Bruni, anche un rigenerato muro, a segno sei volte nel quarto set, chiuso 25-23 facendo scorrere i titoli di coda sulla partita.
Con questi tre punti, la Canottieri Ongina è rimasta in scia della capolista Viadana, mentre sabato Botti e compagni saranno attesi dalla sfida casalinga alle 21 contro il temibile Avesani Isola della Scala.

OLIMPIA ZANE’-CANOTTIERI ONGINA 1-3
(19-25, 25-17, 22-25, 23-25)
OLIMPIA ZANE’: Maniero 18, Casalin 5, Ballico 10, Poletto 6, Baggio 11, Alberton 5, Manfron (L), Roman 1, Dalla Libera 3, Simonato. N.e.: Brazzale, Campagnaro. All.: Soliman
CANOTTIERI ONGINA: Merli 4, Boniotti 20, Binaghi 7, Botti 13, Giumelli 5, De Biasi 9, Tencati (L) 1, Manfredi 2, Alikaj 3, Bozzoni 5, Fortini 1. N.e.: Bernardini, Codeluppi. All.: Bruni
ARBITRI: Scolari e Pelucchini
NOTE: Durata set: 26’, 28’, 30’, 31’ per un totale di 1 ora e 55 minuti di gioco
Olimpia Zanè: battute sbagliate 8, ace 4, ricezione positiva 48 per cento, attacco 51 per cento, muri 9, errori 22.
Canottieri Ongina: battute sbagliate 7, ace 3, ricezione positiva 58 per cento, attacco 49 per cento, muri
8, errori 30.

Leggi qui risultati e classifiche della Serie B

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley - Bakery senza freni: e sono quattro

SportPiacenza è in caricamento