Questo sito contribuisce all'audience di

Volley B - Bakery sul velluto, il Fiorenzuola spreca

Tutto semplice per il Bakery, che espugna Brescia in poco meno di 75 minuti con un 3-0 che non ammette repliche e conferma la forza del team di Andrea Pistola, forte del suo nono successo consecutivo in regular season. Le biancorosse non hanno...

Volley B - Bakery sul velluto, il Fiorenzuola spreca - 1
Tutto semplice per il Bakery, che espugna Brescia in poco meno di 75 minuti con un 3-0 che non ammette repliche e conferma la forza del team di Andrea Pistola, forte del suo nono successo consecutivo in regular season. Le biancorosse non hanno evidenziato cali di tensione, conservando le redini del gioco sin dalle prime battute dell’incontro, chiuso con lo score di 15-25, 16-25, 18-25. Trabucchi al palleggio si è rivelata decisiva nelle sue scelte, mandando ben quattro delle proprie attaccanti in doppia cifra. Fondamentali anche le tricolori Secolo e Nicolini che con i loro attacchi hanno costantemente messo in scacco la retroguardia locale. La Millenium ha creato qualche difficoltà alle piacentine soltanto nel terzo ed ultimo parziale, quando si è addirittura portata in vantaggio. Già prima del secondo timeout tecnico, tuttavia, la squadra di Pistola aveva ritrovato la sicurezza dei precedenti due set con un allungo destinato a chiudere ogni discorso. Un successo su un campo non semplice, contro una squadra in piena lotta per non retrocedere. Una vittoria che consente a Nicolini e compagne di restare nella scia delle prime della classe Trento e Padova.

MILLENIUM BRESCIA - BAKERY 0-3
(15-25, 16-25, 18-25 )
BAKERY: Arnoldi 12, Mazzocchi (L), Trabucchi 2, Secolo 17, Nicolini 12, Francesconi 10, Panzeri 2 N.E. Amasanti, Guccione, Cameletti, Brigati, Zangrandi. All Pistola. Assistente Cremonesi?

B1 FEMMINILE - PAVIDEA STEELTRADE A UN SOFFIO DAL SUCCESSO
La Pavidea Steeltrade del nuovo corso muove la classifica e si prende un punto al termine di una gara intensa che le rossoblù hanno saputo rimettere in piedi con coraggio, spirito ed orgoglio. L'Atomat Udine ha vinto, ma ha dovuto impegnarsi oltre le previsioni, riuscendo a trovare il guizzo giusto alla lotteria del tie-break.
Aspettando l'arrivo del nuovo tecnico, la Pavidea Steeltrade trova nel tre volte Campione d'Italia Giovanni Errichiello un prestigioso ed esperto traghettatore. La medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Los Angeles ha le idee chiare e manda in campo un sestetto con Ferretti, Vignola al palleggio, Lisa Ambrosini, Ilaria Fanelli, Noemi Barbarini e Musiari libero; Manuel Mannucci, costretto a rinunciare a Letizia Ciani e Marta Venturini, si affida a De Stefano, Sogni, Petejan, Lorenzon, Visintini ed al "libero" Cardani. Le friulane sono in un periodo non esaltante e vogliono cambiare registro, ma l'inizio della Pavidea Steeltrade è di quelli giusti, ma a metà parziale le ospiti ottengono il break che difendono fino al termine della frazione. Discorso identico anche nel secondo set, poi Fiorenzuola cambia marcia e con grinta, carattere e determinazione agguanta il pareggio dominando i due parziali successivi

Si va al tie-break e al cambio di campo l’8-3 per le padrone di casa sembra aver scritto la parola fine sulla gara. Invece l’Atomat, morto e sepolto, si risveglia di colpo e sale in cattedra. Barbarini schiaccia, la palla sembra toccare terra, ma un recupero incredibile di Annalisa Sogni la rimette in gioco e Papa va a punto. La Pavidea Steeltrade si ritrova dal possibile 9-4 all' 8-5 e si disunisce. L'Atomat prende coraggio, alza il ritmo e piazza un parziale 0-6 che diventa decisivo. Le rossoblù vanno a corto di energia, la coppia arbitrale sbaglia qualcosa e finisce qua. L'Atomat scivola via con sicurezza, la Pavidea Steeltrade non ha più la lucidità per replicare e un ace di Margherita Mascherini ottiene match ball. Noemi Barbarini prova a tenere viva la speranza, ma un attacco sbagliato di Valentina Cester mette fine alla serata (9-15). Pavidea Steeltrade sconfitta, ma esce a testa alta. Aspettando il nuovo timoniere.

PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA-ATOMAT VOLLEY UDINE 2-3
(20-25, 23-25, 25-18, 25-21, 9-15).
PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA: Vignola 5, Barbarini 11, Errichiello 6, Ambrosini 15, Pisani 11, Ciarlini, Fanelli 4, Musiari (L), Ghisolfi 3, Arzani (L2), Ferretti 17, Cester 4. Dirigente accompagnatore: Giovanni Errichiello.
ATOMAT VOLLEY UDINE: Cardani (L), Lorenzon 14, De Stefano 1, Papa 20, Petejan 2, Sogni 13, Giuliani 6, Visintini 8, Mascherini 13, Guidi 2. All: Mannucci. II° all: Pacorig. 
ARBITRI: Claudio Guglielmoni e Mario Gagliotti di Varese.

VOLLEY B2 MASCHILE - CANOTTIERI ONGINA, OCCASIONE SPRECATA
Un clamoroso black out, che ha vanificato tutto quanto di buono era stato fatto nella prima parte del match. Una Canottieri Ongina dai due volti capitombola al PalaGeorge di Montichiari contro il Noleggio Lorini Mantova, che incassa una vittoria pesante in chiave salvezza. Dal canto suo, invece, la squadra di Bruni ha patito un passo falso che fa perdere contatto con la capolista Montecchio. In terra bresciana, per i monticellesi è stata una gara dai due volti: molto bene i primi due set, dove la Canottieri Ongina ha dominato la scena, giocando bene e sbagliando poco, e molto male la seconda parte del match, dove la squadra di Bruni si è spenta, crollando e iniziando a sbagliare tanto. L'evidenza è stata la terza frazione, dove gli ospiti hanno commesso ben 12 errori punto.
"Non riesco a capire - afferma sconsolato il tecnico giallonero Gabriele Bruni - questi grandi sbalzi di continuità nel rendimento. Questo ci condiziona e contro il Lorini sono mancati lucidità e spirito di squadra. Probabilmente dobbiamo abdicare per la lotta al primo posto e sarà difficile anche mantenere la posizione play off".

NOLEGGIO LORINI MANTOVA-CANOTTIERI ONGINA 3-2
(20-25, 18-25, 25-16, 25-17, 15-9)
NOLEGGIO LORINI MANTOVA: Coco 2, Molteni 20, Verità, Ruiz 14, Lorini 4, Bastianini 16, Caleffi I. (L), Cominelli 4, Fabbro 10. N.e.: Marinelli, Foglia, Zacco, Caleffi D., Maggi. All.: Coffetti
CANOTTIERI ONGINA: Codeluppi 11, Bozzoni 7, Boniotti 13, Binaghi 14, Botti 17, Giumelli 4, Tencati (L), Alikaj 3, De Biasi, Fortini. N.e.: Manfredi. All.: Bruni
ARBITRI: Caporotundo e Bartesaghi
NOTE: Durata set: 27', 26', 24', 25', 16' per un totale di 1 ora e 58 minuti di gioco
Noleggio Lorini Mantova: battute sbagliate 12, ace 5, ricezione positiva 48 per cento, attacco 46 per cento, muri 20, errori 23
Canottieri Ongina: battute sbagliate 15, ace 3, ricezione positiva 67 per cento, attacco 44 per cento, muri 11, errori 33.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

Torna su
SportPiacenza è in caricamento