rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Volley B1

L'Alsenese scrive la storia: è promossa in Serie B1

Le piacentine battono l'Abisola 3-2 e possono festeggiare. E' il quinto salto di categoria in sette stagioni per la società del presidente Faroldi. Gossolengo va ai play off

La partita – Ci sono partite che possono scrivere la storia di un campionato, di una società e l'ultima giornata ad Albisola in casa del fanalino Iglina può regalare il paradiso della Serie B1 alla Conad Alsenese. È la classica sfida testacoda, con le padrone di casa ancorate a zero punti e le gialloblu in vetta solitaria a quota 58, cui bastano un punto per salire matematicamente, anche se le insidie per le prima della classe sono dietro ogni curva. Coach Simone Mazza ripropone lo stesso sestetto della settimana scorsa con la diagonale Lancini-Amasanti, Fanzini-Marc in banda, Sajin-Rovellini al centro e Pastrenge libero, mentre mister Matteo Zanoni schiera Zamagni al palleggio, Truffa opposto, Botta-Pesce in posto quattro, Rossi-Arrigo centrali e Zannino libero.

L'avvio di partita è di marca gialloblu (2-5) che tuttavia subiscono un break mortifero (9-5) che inizierà a creare qualche crepa sul prosieguo della loro prova. Le padrone di casa giocano sciolte, costringono la Conad a sbagliare tanto (14-9), arrivano sul 22-16 prima di arenarsi fino al muro di una scatenata Rovellini (mvp e top scorer con 21 punti finali) per il 23-22. Amasanti butta in rete l'ultimo servizio e Albisola passa al fotofinish sul 25-23.

L'Alsenese paga la tensione di un viaggio travagliato per arrivare in riviera ma bisogna resettare tutto senza scomporsi ed infatti è già tutta un'altra musica all'inizio del secondo set. Le ospiti volano sul 4-10 (block-in di Amasanti), il muro torna ad essere un fattore determinante, Rovellini continua il suo show, imitata da Fanzini che sull'8-20 firma un fortunoso ace di net. Può essere un segnale, che viene confermato dal tocco di pugno, poco tecnico ma molto pratico, di Sajin per l'11-25.

La terza frazione si apre come si è chiusa quella precedente, ovvero con una Conad lanciatissima (1-5), ma la sbandata si palesa nel giro di poco: Pesce, ex di turno, riduce le distanze (6-7) e Botta, classe 2003, completa il sorpasso (9-8) prima di continuare ad affossare la seconda linea gialloblu (15-11). Albisola macinata gioca, mira al suo primo punto stagionale in campionato, quello che manca all'Alsenese per il proprio sogno, che ora sta tramutandosi in un incubo. A parte al centro, la formazione di Mazza fatica a segnare con le sue bande (21-15) e alla fine si deve arrendere alle bordate della solita Botta che griffa il 25-18 con un ace. Così come la settimana prima, sugli spalti arrivano gli aggiornamenti di Gossolengo che ha già liquidato 3-0 Almenno e la tensione per Amasanti e compagne è pesante con un quarto set che diventa decisivo, vitale: o si vince o si va ai playoff. E considerando le varie defezioni (nel frattempo si è aggiunta Visconti per un problema al polpaccio) sarebbe una piccola apocalisse sportiva.

Il quarto set comincia in modo contratto (4 pari) soprattutto per la Conad che trova un break grazie anche agli errori delle padrone di casa (4-7), ora un po' più appagate dal loro obiettivo raggiunto e giustamente festeggiato qualche minuto prima. L'Alsenese prova ad insistere (7-14), sa che deve tenere vivo ogni pallone che Albisola butta al di qua della rete e Pastrenge guida la difesa mentre Marc, fino a quel punto un po' più opaca del solito, suona la carica (14-21). Nel mezzo Rovellini è la solita sentenza, così come la sua collega di reparto Sajin che torna ad essere la regina dei primi tempi per il 16-23. Ormai manca poco alla storia e la firma la appone Truffa che spara fuori la diagonale per il 17-25. Esplode la gioia delle gialloblù in campo, i tifosi impazziscono e adesso si può davvero scrivere: la Conad è matematicamente promossa in Serie B1.

C'è però una partita da finire e possibilmente da vincere. Nel tie-break Coach Mazza inserisce subito Candio e Caimi, che entreranno nel tabellino marcatori (7-8), poi darà spazio anche a Domeniconi prima che Fanzini si prenda la scena nella seconda parte del quinto set andando a mettere la ciliegina sulla torta per l'11-15 del 2-3 conclusivo che varrà la 21a vittoria stagionale e il salto nella categoria superiore.

IGLINA ALBISOLA-CONAD ALSENESE 2-3

(25-23, 11-25, 25-18, 17-25, 11-15)

IGLINA ALBISOLA: Botta 16, Pesce 11, Zamagni 1, Rossi 8, Truffa 16, Arrigo 2, Zannino (L), Conterno, Manitto 2. N.e.: Travaglio, Gatto, Villa, Scapacino. All.: Matteo Zanoni, v.all. Alessio De Benedetti.

CONAD ALSENESE: Lancini 2, Amasanti 4, Fanzini 19, Sajin 13, Rovellini 21, Marc 14, Pastrenge (L); Domeniconi, Candio 1, Visconti, Caimi 2. All.: Simone Mazza, v.all. Alessandro Sartor

ARBITRI: Barbara Roncati, Roberto Russo.

NOTE: Durata set: 30', 21', 27', 26', 15'. Totale: 1h59'.Ace: Albisola 2, Conad 14. Muri: Albisola 6, Conad 3. Attacco: Albisola 23%, Conad 32%. Ricezione: Albisola 60%, Conad 56%.

Programma partite 4 maggio 2019 – 26a giornata B2 femminile – girone B

Brembo Volley Team-Dolcos Volley Busnago 3-1

Iglina Albisola Pallavolo-Conad Alsenese 2-3

Busa Foodlab Gossolengo-Lemen Volley Almenno 3-0

Caseificio Paleni Casazza-Normac AVB Genova 3-1

Pavidea Ardavolley Fiorenzuola-CBL Costa Volpino 3-0

Cartiera dell'Adda Mandello-Serteco V.School Genova 3-2

PSA Olympia Genova-Elevationshop Crai Olginate 3-1

Classifica: Conad Alsenese 60, Busa Foodlab Gossolengo 58, Cbl Costa Volpino 55, Pavidea Ardavolley Fiorenzuola 53, Brembo Volley Team 50, Psa Olympia Genova 45, Lemen Volley Almenno 43, Serteco V.School Genova 37, Elevation Crai Olginate 32, Dolcos Volley Busnago 30, Caseificio Paleni Casazza 30, Cartiera dell'Adda Mandello 29, Normac AVB Genova 23, Iglina Albisola Pallavolo 1.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Alsenese scrive la storia: è promossa in Serie B1

SportPiacenza è in caricamento