Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Fiorenzuola, impresa contro la capolista

Tutti in piedi e applausi. Non si può fare diversamente per la Canottieri Ongina, grande protagonista del periodo invernale nel campionato di B1 maschile. Con una prova da incorniciare, i gialloneri di Bruni hanno liquidato in tre set l'Avs Mosca...

La Pavidea Steeltrade, autrice dell'impresa di giornata
Tutti in piedi e applausi. Non si può fare diversamente per la Canottieri Ongina, grande protagonista del periodo invernale nel campionato di B1 maschile. Con una prova da incorniciare, i gialloneri di Bruni hanno liquidato in tre set l'Avs Mosca Bruno Bolzano, continuando la tradizione casalinga positiva contro l'avversario e festeggiando la sesta vittoria consecutiva, con i successi equamente suddivisi tra fine girone di andata e inizio di ritorno. In particolare, nella seconda metà del campionato, Botti e compagni sono stati praticamente perfetti: nel match di sabato sera a Monticelli, infatti, è arrivato il terzo 3-0 in altrettante partite, con Bolzano che ha dovuto subire lo stesso trattamento impartito in precedenza a Motta e al Sant'Anna Tomcar.
Grazie ai tre punti contro l'Avs Mosca Bruno (vincitrice all'andata al tie break), la Canottieri Ongina ha sorpassato l'avversario altoatesino in classifica, balzando al quinto posto e rimanendo in scia alla Caloni Agnelli Bergamo, quarta a + 5.
Per i ragazzi di Bruni, dunque, un'altra prova positiva, con un ottimo ritmo nel cambiopalla e con attacco e muro come fondamentali che hanno scavato la differenza a favore dei gialloneri piacentini, trascinati dai 21 punti di Maikel Cardona. Nel complesso, la formazione monticellese ha mostrato anche una grande solidità mentale, testimoniata per esempio dalla rimonta del terzo set, dove i padroni di casa hanno rimontato da 18-21 a 25-23. Inoltre, la Canottieri Ongina ha saputo sopperire anche all'infortunio occorso a inizio terzo set al centrale Massimo Botti, egregiamente sostituito da Paolo Bonola.
Per la squadra del presidente Fausto Colombi, il prossimo appuntamento è previsto sabato 27 febbraio alle 18 a Padova contro il Valsugana.

LA PARTITA - Il match vede i gialloneri di casa scendere in campo con Giumelli in regia, Cardona opposto, Caci e Binaghi in banda, De Biasi e Botti centrali e Godi libero, mentre Bolzano risponde con la diagonale Izzo-Gavoto, con i centrali Paoli e Leonardi, con Rossatti e Mazza in banda (Capra in panchina limitato da un problema alla spalla) e Chiappa libero.
Cardona fa subito capire di essere in grande spolvero (quattro punti nel 7-5), mentre Bolzano prova a reggere il colpo (muro di Paoli su Botti e punto di Gavotto per il 12-12). La Canottieri Ongina mette la freccia con un block di Giumelli su Mazza e con un ace di Botti (15-12 e time out Avs), poi De Biasi firma la doppietta con muro e attacco per il 17-12. Bolzano si affida ai block di Mazza e Gavotto per rifarsi sotto (18-16), ma nel finale la squadra di Bruni non perdona, chiudendo 25-20 con l'ace del subentrato Bonola.
Dopo il cambio di campo, Burattini cambia Rossatti con Albergati in posto quattro, poi prima del 10 Mosaner rileva Leonardi. Il set rimane in equilibrio fino al 13-13, poi Cardona e Caci suonano la carica (18-14), con il cubano che guida la Canottieri Ongina verso il 25-19 e il 2-0.
Il terzo set vede i padroni di casa perdere il centrale Botti (infortunio), sostituito da Bonola subito a segno in block. Centrali che invece non brillano nella metà campo ospite, con Burattini che tenta anche la carta Bleggi per Paoli. Il parziale procede a strappi, con l'Avs che prova ad allungare e con i piacentini che rispondono. Si arriva al 18-21 con il muro di Mosaner e i due punti di Albergati, ma i muri di Caci e Giumelli e il "graffio" di Bonola lanciano la rimonta della Canottieri Ongina, che chiude 25-23 con una doppia fischiata a Izzo.

CANOTTIERI ONGINA-AVS MOSCA BRUNO BOLZANO 3-0
(25-20, 25-19, 25-23)
CANOTTIERI ONGINA: Binaghi 5, De Biasi 8, Cardona 21, Caci 9, Botti 3, Giumelli 4, Godi (L), Bonola 5, Codeluppi, Pazzoni. N.e.: Miranda, Boniotti. All.: Bruni
AVS MOSCA BRUNO BOLZANO: Mazza 8, Leonardi, Izzo 2, Rossatti 2, Paoli 2, Gavotto 16, Chiappa (L), Mosaner 2, Albergati 5, Capra, Bleggi. N.e.: Spagnuolo. All.: Burattini
ARBITRI: Cesare Armandola e Claudio Conti
NOTE: Durata set: 26', 25', 28' per un totale di 1 ora e 19 minuti di gioco
Canottieri Ongina: battute sbagliate 20, ace 4, ricezione positiva 35% (perfetta 15%), attacco 58%, muri 9, errori 25
Avs Mosca Bruno Bolzano: battute sbagliate 12, ace 1, ricezione positiva 49% (perfetta 21%), attacco 43%, muri 4, errori 20.

B2 FEMMINILE
Superlativa, incredibile, stratosferica Pavidea Steeltrade. In una serata a cinque stelle, le biancorosse di Giovanni Errichiello hanno compiuto un capolavoro superando la capolista Ambrovit Volley 2001 Garlasco dopo oltre due ore spettacolari, dove la pallavolo ha toccato livelli altissimi per tecnica ed intensità. Cinque set incertissimi giocati da due formazioni che hanno ampiamente meritato di trovarsi nelle posizioni più nobili della classifica e che, alla fine, si sono guadagnati gli applausi di un pubblico finalmente tornato a riempire le tribune del Palamagni. Pavidea Steeltrade da trenta e lode, Ambrovit Garlasco da trenta. Gara incredibile e dai due volti distinti: primi due set che le pavesi di Stefano Mattioli hanno saputo mettere in cassaforte sfruttando la potenza e le qualità tecniche della banda Lucia Cagnoni, capace di trascinare le compagne di squadra con intelligenza e carattere; seconda parte di gara, invece, nella quale sono venuti fuori lo spirito e la voglia di regalarsi una impresa da prima pagina di un sestetto fiorenzuolano tonico, caparbio e che ha sempre creduto di farcela. Una vittoria che arriva in un momento della stagione nel quale ogni punto messo in classifica vale triplo e che, soprattutto, alza il morale a livello cento.
Giovanni Errichiello aveva preparato la gara con una settimana intensa tra allenamenti e suggerimenti tattici: l'avversario era una corazzata da fare paura e capace di schiantare un toro. Lucia Cagnoni e Valentina Cozzi davanti, l'ex Bakery Silvia Freni in mezzo rappresentavano un trio da temere per potenza e solidità ed allora tutto il lavoro di preparazione dell'allenatore biancorosso si era concentrato sui metodi migliori per togliere preziosi punti di riferimento a Stefano Mattioli. Guccione e compagne hanno risposto con il cuore regalandosi una serata indimenticabile.
Primi due set di marca ospite, gli altri due tutti con l’impronta dei Fiorenzuola, così ci vuole il tie break per decidere chi vincerà la gara. La partenza delle biancorosse è perfetta, con Pedemonte ottiene il pallonetto del 5-2. Chissà che questa volta il tie break sorrida alla Pavudea Steeltrade. Ma l'Ambrovit non vuole mollare e dà un violento strappo: Caroli mura Barbarini, Caterina Errichiello manda in rete e le pavesi sorpassano (7-8). Si alza il tifo fiorenzuolano, Cagnoni manda lungo e Sotera si guadagna il break (10-8). Giulia Sotera merita la lode per una doppietta spezza ritmo, Margherita Rocca merita gli applausi per l’ace, Lucia Cagnoni si va a cercare una bacchettata sui dorsi delle mani per l'ennesimo attacco fuori campo. E' il punto del match ball. La Pavidea Steeltrade è ad un passo dall'impresa, l'Ambrovit si sente sfuggire di mano una vittoria che sembrava già in cassaforte e crolla definitivamente tradito da Francesca Bettale che sbaglia tutto. Triplice fischio di Marco Zanon. Lo scontro al vertice finisce qua dopo due ore e dieci minuti. Pavidea Steeltrade in orbita stellare, Ambrovit Garlasco al tappeto.

PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA-AMBROVIT 2001 GARLASCO 3-2
(22-25, 16-25, 25-15, 25-14, 15-11)
PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA: Hodzic, Vignola , Rocca 3, Errichiello 19, Guccione 12, Micheletti, Barbarini 18, Picco, Pedemonte 8, Sotera 11, Scalera, Testa (L) 1, Riboni (L2). All. Giovanni Errichiello. Aiuto all. Max Dioni, Davide Conti.
AMBROVIT VOLLEY 2001 GARLASCO: Cozzi 8, Grossi, Cattaneo (L2), Pagnin 4, D'Alessandro, Freni 10, Rondini, Cagnoni 24, Marin 1, Bettale 9, Caroli 8, Nicchi, Filippi Pioppi (L). All. Stefano Mattioli. Aiuto all. Claudio Arrotini, Andrea Perazzi.
ARBITRI: Marco Zanon e Corrado Fascina di Padova.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Piacenza - Se ne va la "voce" che ci scaldava il cuore allo stadio, ci lascia il mitico Pio Bosini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento