Questo sito contribuisce all'audience di

Volley B - Per le piacentine un Natale da urlo. VIDEO

Doppio regalo sotto l’albero di Natale per la Canottieri Ongina, che chiude il 2016 con un successo e il secondo posto solitario in serie B maschile (girone A). Sabato la compagine piacentina allenata da Massimo Botti e Davide Zanichelli ha...

Beppe De Biasi, giornata da record con 21 punti

Doppio regalo sotto l’albero di Natale per la Canottieri Ongina, che chiude il 2016 con un successo e il secondo posto solitario in serie B maschile (girone A). Sabato la compagine piacentina allenata da Massimo Botti e Davide Zanichelli ha espugnato in quattro set il campo piemontese di Ciriè piegando i padroni di casa della Cerealterra e salendo così a quota 23 punti in classifica.
In testa c’è sempre il Parella Torino, finora inarrestabile (27 punti) e primo avversario del nuovo anno solare dei gialloneri monticellesi nel match in programma il 7 gennaio al palazzetto di via Edison. La novità, invece, è alle spalle della Canottieri Ongina, che ha dimostrato di aver superato subito il passo falso di sette giorni prima contro Garlasco. Fossano, infatti, è caduto in tre set ad Alba al cospetto della Benassi, restando ancorata a quota 20 e venendo agganciata da Novi (3-0 contro Asti), con i piacentini ora secondi in solitaria grazie all’ottava vittoria in dieci partite.
Sabato la Canottieri Ongina ha dettato legge, spingendo al servizio (9 ace) e dominando a muro con 18 block vincenti, oltre a mostrare un attacco migliore, fatta eccezione nel terzo set, non a caso conquistato dai padroni di casa.
A trascinare i piacentini, la prova “monstre” del centrale Beppe De Biasi, autore di 21 punti frutto di 4 ace, 9 attacchi e la bellezza di 8 muri, due in più del collega di reparto Paolo Bonola. A dar man forte soprattutto in attacco, l’opposto Maikel Cardona e lo schiacciatore Sandro Caci, capaci di mettere per terra 19 palloni a testa.

Risultati decima giornata serie B maschile girone A
Gerbaudo Savigliano-Bre Banca San Bernardo Cuneo 3-1
Novi Pallavolo-Hasta Volley Asti 3-0
Parella Torino-Zephyr Trading La Spezia 3-0
Pvl Cerealterra Ciriè-Canottieri Ongina 1-3
Benassi Alba-Mc Donald’s Crf Fossano 3-0
Volley 2001 Garlasco-Sant’Anna Tomcar 3-0
Spinnaker Albisola-Nuncas Sfoglia Chieri 3-0.
Classifica: Parella Torino 27, Canottieri Ongina 23, Novi, Mc Donald’s Crf Fossano 20, Volley 2001 Garlasco 19, Gerbaudo Savigliano 16, Benassi Alba, Bre Banca San Bernardo Cuneo 15, Sant’Anna Tomcar 13, Zephyr Trading La Spezia, Spinnaker Albisola, Nuncas Sfoglia Chieri 11, Pvl Cerealterra Ciriè 7, Hasta Volley Asti 2.
 
PVL CEREALTERRA CIRIE’-CANOTTIERI ONGINA 1-3
(14-25, 18-25, 25-18, 22-25)
PVL CEREALTERRA CIRIE’: Angelov 9, Dellarolle 1, Zanchetta 1, Scarrone 3, Dogliotti 6, Casale 9, Trono (L), Viglione, Argilagos 14, Arbaney. N.e.: Caianiello, Randone (L). All.: Antonelli
CANOTTIERI ONGINA: Giumelli 4, Nasari 8, De Biasi 21, Cardona 19, Caci 19, Bonola 9, Bisci (L), Binaghi, Pazzoni, Bara. N.e.: Miranda, Filipponi. All.: Botti-Zanichelli
ARBITRI: Paschetta e Poetto
NOTE:  Durata set: 22’, 25’, 25’, 29’ per un totale di 1 ora e 41 minuti di gioco
Pvl Cerealterra Ciriè: battute sbagliate 6, ace 1 ricezione positiva 53% (perfetta 29%), attacco 37%, muri 11, errori 13
Canottieri Ongina: battute sbagliate 15, ace 9, ricezione positiva 57% (perfetta 41%), attacco 50%, muri 18, errori 32.

B2 FEMMINILE - UNA ALSENESE PRAGMATICA RESTA IN VETTA
Prima il pragmatismo poi la forma. Per il momento il regalo da mettere sotto l'albero di Natale va bene così. La Conad Alsenese bada al sodo in casa con la Tomolpack Marudo, battuta in rimonta 3-1 nella decima giornata di campionato chiudendo il 2016 in vetta solitaria a quota 26, con una lunghezza di vantaggio sulla Cosmel Gorla, vittoriosa in quattro set su Offanengo, ora terzo a 22.
Gara sofferta per le gialloblù, contro una formazione orgogliosa che sognava lo sgambetto alla capolista ma ripiombata in zona retrocessione a 10 punti ed alle prese ancora con i postumi di un'annata fin qui travagliata tra infortuni e ritiri, cui si aggiunge quello last minute della palleggiatrice titolare Linda Ivaldi (il terzo stagionale), relegata in panchina per tutta le serata.
La Conad parte con la formazione tipo: Losi-Amasanti in diagonale, Pesce-Fanzini in banda, Gorreri libero e con la solita staffetta Maini-Rovellini per affiancare Ghisolfi al centro, mentre Marudo schiera la seconda regista Pellini a dirigere un sestetto praticamente obbligato. L'avvio però è delle ospiti che non avvertono alcun timore reverenziale (10-13) e costringono le piacentine a fare gli straordinari per restare in gioco (19 pari). Nel finale la Tomolpack piazza il break decisivo (20-23 firmato da D'Adamo) mantenendo il margine fino all'invasione di Fanzini che decreta il 22-25.
È un deja-vu che piace poco al popolo alsenese che fiuta aria di pericolo se non si raddrizza immediatamente la situazione ed il secondo parziale inizia con il canovaccio previsto. Le ragazze di mister Scaltriti vanno a fiammate costruendo progressivamente un vantaggio di sicurezza (4-1, 8-3, 14-9, 16-12) ma lasciando tornare sotto le rivali in modo preoccupante. Dopo la chiamata discrezionale della Conad sul 16-15, capitan Amasanti (8 punti set, 22 totali) riporta avanti le sue compagne sul 18-15 dando il via allo sprint chiuso sul 25-21 per effetto di un errore di Martinelli.

Gli amanti del bel volley devono accontentarsi e ripassare da gennaio in avanti, qui ora si punta alla sostanza da ambo le parti per portare a casa il risultato. Nella terza frazione si va in un amen dallo 0-3 al 6-4 per le padrone di casa, che appaiono più decise e concrete. È il loro set migliore, fatto di 20 punti usciti dalle mani (saranno 19 in quello successivo), serviti per scavare poco per volta il solco decisivo. Dall'8-5 al 16-10, le gialloblù, una volta registrati tutti i fondamentali (gran lavoro in copertura) e variati alcuni schemi, trovano la fuga giusta fino al 25-18 griffato da due ace consecutivi di Fanzini (uscita alla distanza).
Ci vuole un ultimo sforzo per la Conad per riuscire a fare gli auguri ai propri tifosi ma nel quarto set Marudo non molla, anzi rilancia. Le due squadre viaggiano gomito a gomito, superandosi reciprocamente finché (siamo 17 pari) sul servizio fino a quel momento ficcante di Samarati un beffardo bagher di Gorreri si trasforma in punto, interrompendo la rimonta ospite e portando a referto la terza marcatura stagionale per il libero piacentino. Se non è un segnale benevolo del destino poco ci manca, l'Alsenese resta in pressione e dopo un errore della ex Traversoni (20-17 e time out delle lodigiane), Ghisolfi confeziona il suo quarto muro su Martinelli fissando il 25-20 per il 3-1 definitivo.
Adesso per la Conad sarà tempo del meritato riposo per recuperare energie psico-fisiche e iniziare il vero periodo dei regali di Natale, perché dal 7 gennaio, al rientro in campo, non ci sarà più spazio per gli omaggi.

CONAD ALSENESE-TOMOLPACK MARUDO 3-1
(22-25, 25-21, 25-18, 25-20)
Conad Alsenese: Pesce 13, Fanzini 13, Maini 6, Amasanti 22, Losi 2, Ghisolfi 14, Gorreri 1 (L); Faccini, Rovellini 3. N.e.: Magno, Canossini, Ghirardotti, Gandolfi (L). All.: Scaltriti
Tomolpack Marudo: Mazzocchi 13, Martinelli 9, Samarati 11, Pellini 3, D'Adamo 12, Stefani 9, Galantini (L); Traversoni 1. N.e.: Ivaldi, Invernizzi. All.: Zaino
Arbitri: Davide Miceli, Andrea Clemente
Durata set: 26', 28', 27', 26'. Totale 1h47'.
Simone Carpanini

B2 FEMMINILE - LA PAVIDEA PRIMA SOFFRE POI DILAGA
Non si ferma più questa Pavidea che centra il quarto successo consecutivo (quinto in sei giornate) e si impone a Cremona 3-1 con autorità.
Ma l'inizio è stato shock per le biancorosse probabilmente scese in campo con un approccio sbagliato, quasi svogliato. E ci sono volute le urla di coach Marini dalla panchina per svegliare la squadra che poi dal secondo set ha ingranato la marcia giusta e non ha più lasciato chance alle padrone di casa guadagnando altri 3 punti che permettono di avvicinare in classifica Brembo e, soprattutto, di mettere tanto spazio dalle ultime quattro in graduatoria.

Nel primo set le ragazze di Marini si ritrovano sotto 5-0 con  la D'Este che in battuta mette in crisi la ricezione piacentina. Timida reazione biancorossa ma una Cremona determinata e i troppi errori di Donida e compagne portano l'Esperia avanti 13-5 e quindi 23-13. Due ace di Veronica Vignola e due muri firmati Cattaneo e Hodzic permettono alla Pavidea di rifiatare, ma il finale arriva con l’attacco in rete di Donida per il 25-19.

Marini è infuriato e scuote le sue ragazze, così il secondo set è un monologo biancorosso. Entra in partita Serena Tosi e in battuta crea il vuoto. Donida è superlativa in attacco e in difesa e finalmente comincia a funzionare il muro con Cattaneo e Hodzic a dettar legge. Al termine di uno scambio bellissimo Tosi mette a terra un attacco in "pipe" meraviglioso e affossa le speranze di rimonta di Cremona. 16-7 al secondo timeout. Non si ferma la Pavidea che affonda i colpi variando il fronte d'attacco. E' un fiume in piena che travolge le padrone di casa e Elena Donida firma il definitivo 25-9.

Nella terza frazione, dopo un inizio equilibrato (5-5) arriva il break a favore delle piacentine che indirizza il set. E' sempre il servizio di Tosi che scardina la ricezione cremonese e Donida delizia il pubblico con un paio di tocchi da beacher. Anche Alice Morelli si iscrive al match e con un bel muro a uno sulla Zorzella porta le compagne sul 18-9. Finale altalenante ma sempre sotto controllo delle biancorosse che vanno al set point con un ace di Cattaneo e chiudono grazie all'ennesimo errore di Miglioli.

Con il morale alle stelle per la bella rimonta le piacentine volano a inizio quarto parziale e ipotecano immediatamente la vittoria finale: 5-0 con un ace di Morelli e una fast vincente di Cattaneo, che aveva iniziato con uno sguardo truce ma finisce elargendo sorrisi. La Boffi prova col cuore a scuotere le compagne ma la Pavidea ora è un fiume in piena e travolge le avversarie. Coti Zelati difende ogni palla come fosse l'ultima e trascina le compagne, Donida mostra una varietà di colpi da far invidia e Hodzic con la battuta in salto fa male: 20-10 e scorrono già i titoli di coda. La Miglioli firma gli ultimi punti per la sua squadra, poi il finale è tutto di Marina Cattaneo che con due primi tempi da altezze siderali chiude la partita 25-13.

Sarà un Natale sereno in casa biancorossa grazie a questo finale di girone d'andata molto positivo che ha ridato una giusta dimensione alla classifica delle ragazze di patron Bargazzi. C'è ancora tanto lavoro da fare e i margini di miglioramento sono ampi, ma la strada intrapresa sembra quella giusta per poter togliersi altre soddisfazioni in un campionato difficile e equilibrato. Alla ripresa ospite delle biancorosse la Foppapedretti Bergamo, una selezione di giovanissime dal talento sconfinato ma con tutti i difetti delle teenager. Ci vorrà tanta pazienza e tanta difesa ma ripartendo dagli ultimi tre set di Cremona si può sperare in un 2017 positivo e ricco di soddisfazioni per la Pavidea ArdaVolley.

ESPERIA CREMONA-PAVIDEA FIORENZUOLA 1-3
(25-19 9-25 18-25 13-25)
Esperia Cremona : Radovanovic NE, Bulla 5, Cattivelli (L), Baldini, D'Este 11, Zorzella 8, Zanoni NE, Somenzi, Miglioli 12, Curiazio, Tonna, Boffi 13. All.Finali.
Pavidea Fiorenzuola : Donida 18, Cattaneo 15, Premoli NE, Messaggi, Tosi 16, Riboni NE, Ermoli NE, Coti Zelati (L), Morelli 5, Sfogliano NE, Vignola 2, Hodzic 14, Scapuzzi. All. Marini.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Risultati e classifiche di Juniores, Allievi e Giovanissimi. Il Dpcm chiude i campionati Provinciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento