Questo sito contribuisce all'audience di

Volley B - Canottieri, non bastano i 41 punti di Cardona

Seconda sconfitta consecutiva e primo ko casalingo per la Canottieri Ongina, battuta al tie break a Monticelli dal Benassi Alba. Dopo il passo falso del sabato precedente a Saronno, la squadra giallonera (sempre orfana del martello Binaghi, fermo...

Cardona a muro
Seconda sconfitta consecutiva e primo ko casalingo per la Canottieri Ongina, battuta al tie break a Monticelli dal Benassi Alba. Dopo il passo falso del sabato precedente a Saronno, la squadra giallonera (sempre orfana del martello Binaghi, fermo per infortunio) non è riuscita a tornare alla vittoria, cedendo ai piemontesi arrivati in terra piacentina con l'ultima piazza in classifica e tornati a casa festeggiando la seconda vittoria stagionale.
Per la squadra di Gabriele Bruni, un punto dal retrogusto amaro, considerando almeno due fattori: il primo set gettato al vento (i locali erano avanti 8-3, 16-12 e 21-18) e la prestazione "monstre" dell'inossidabile trentanovenne Maikel Cardona, capace di mettere per terra 41 palloni nell'arco di cinque set. Un qualcosa di straordinario e di unico a Monticelli nella storia della società giallonera.

Per certi versi, la Canottieri Ongina ha pagato un po' l'eccessiva dipendenza dal proprio opposto, al quale è veramente difficile, se non impossibile, chiedere qualcosa in più. La squadra piacentina ha pagato a caro prezzo alcune ingenuità commesse in momenti importanti del match, replicando purtroppo aspetti che erano emersi sabato scorso nella sconfitta di Saronno. Muro e difesa possono far meglio, anche se nel complesso le statistiche non condannano eccessivamente la formazione piacentina, che però dovrà riuscire a compiere passi avanti nell'equilibrio di gioco tra errori e varietà per cercare di avere quel qualcosa in più necessario per spuntarla in un campionato che si è confermato, ancora una volta, "terribile", senza sconti per nessuna partecipante.
Sabato la Canottieri Ongina andrà a far visita alla capolista Parella Torino (ore 21) nella settima giornata d'andata di campionato.

CANOTTIERI ONGINA-BENASSI ALBA 2-3
(23-25, 25-19, 26-28, 25-22, 14-16)
CANOTTIERI ONGINA: Botti 3, Giumelli 6, Codeluppi 5, Bonola 11, Cardona 41, Caci 12, Godi (L), De Biasi 6, Miranda 1, Pazzoni. N.e.: Binaghi, Boniotti, Mazzoni. All.: Bruni
BENASSI ALBA: Castelli 14, Morchio, Rabezzana 1, Graziani 23, Cefaratti 13, Della Corte 20, Girard (L), Quaglia, Zappavigna 9, Manetta. N.e.: Busca, Vero, Magnone. All.: Giannitrapani
ARBITRI: Ferrari e Calabrese
NOTE: Durata set: 27', 25', 33', 30', 20' per un totale di 2 ore e 15 minuti di gioco
Canottieri Ongina: battute sbagliate 15, ace 8, ricezione positiva 71% (perfetta 31%), attacco 52%, muri 12, errori 31
Benassi Alba: battute sbagliate 10, ace 3, ricezione positiva 63% (perfetta 16%), attacco 55%, muri 8, errori 28.

B2 FEMMINILE
Pavidea Steeltrade, la regola del tre. La formazione fiorenzuolana torna a sorridere dopo le lacrime di Genova, conquistando contro Casale Monferrato una vittoria che vale il terzo posto in classifica alle spalle di Arredo Frigo Makhymo Alessandria e Ambrovit Volley 2001 Garlasco. Tre punti tanto meritati, quanto sofferti e ottenuti con un crescendo rossiniano dopo un primo set giocato sotto tono soprattutto in attacco. Le biancorosse si sono trovati di fronte una formazione compatta, puntuale in ricezione e solida a muro, nella quale si sono messe in evidenza la schiacciatrice Sara Pilotti, il centrale Martina Fracchia e il capitano Cristina Vinciarelli, trascinatrici a tutto campo e in grado di procurare parecchi problemi a Guccione e compagne che hanno avuto la solita partenza lenta e poco efficace.
Gara che valeva doppio non soltanto per la classifica: fiorenzuolane decise a riscattare il mezzo passo falso di Genova, piemontesi chiamate a confermarsi dopo la bella vittoria nel derby contro il Manital Canavese. Dopo aver perso allo sprint la prima frazione, la Pavidea Steeltrade ha cambiato nettamente ritmo e trascinata dai 22 punti di Errichiello e dai 17 di Sotera ha travolto le avversarie, in una gara che non ha più avuto storia.

PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA-JUNIOR CASALE MONFERRATO 3-1
(23-25, 25-16, 25-17, 25-18).
PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA: Morelli, Hodzic, Vignola 4, Guccione 12, Barbarini 12, Errichiello 22, Sotera 17, Rocca, Picco, Pedemonte 2, Scalera 6, Testa (L), Riboni (L2). All. Giovanni Errichiello. Aiuto all. Max Dioni, Davide Conti.
JUNIOR VOLLEY AVBC CASALE MONFERRATO: Bianchi 6, Pilotti 17, Vinciarelli 10, Moraschi, Galazzo, Rossi (L), Fracchia 13, D'Agostino (L2), Sacco 2, Del Nero 8. All. Marco Ruscini. II° all. Juan Gabriel Perez.
ARBITRI: Corrado Lombardi e Antonella Zaccaria di Parma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

  • Piacenza, così si fa davvero dura: altro pomeriggio bruttissimo. La Giana Erminio vince 2-0

Torna su
SportPiacenza è in caricamento