Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Alsenese senza freni: è in vetta alla classifica

Continua il momento d’oro della Canottieri Ongina, sempre più protagonista nel campionato di serie B maschile (girone A). La formazione allenata da Massimo Botti e Davide Zanichelli ha conquistato la quarta vittoria consecutiva facendo valere il...

La schiacciatrice Caterina Fanzini, protagonista con 19 punti del successo dell'Alsenese
Continua il momento d’oro della Canottieri Ongina, sempre più protagonista nel campionato di serie B maschile (girone A). La formazione allenata da Massimo Botti e Davide Zanichelli ha conquistato la quarta vittoria consecutiva facendo valere il fattore campo grazie al 3-0 di Monticelli contro l’Hasta Volley Asti. I gialloneri, dunque, continuano a mantenere inviolato il proprio rettangolo di gioco, macinando punti e scalando la classifica. Grazie al successo contro i piemontesi, la Canottieri Ongina è salita al terzo posto a quota 12 punti, scavalcando la Bre Banca San Bernardo Cuneo e restando in scia di Parella (capolista con 15 punti) e Fossano (seconda a quota 14). E sabato i ragazzi di Botti e Zanichelli andranno a far visita proprio alla Mc Donald’s Crf Fossano per un match di grande spessore per la categoria.
Contro Asti, la formazione piacentina ha fatto valere il proprio maggior tasso tecnico, che in particolare si è manifestato in modo evidente in battuta (9 ace) e in attacco, dove il rendimento dei gialloneri di casa è stato più che doppio rispetto all’avversario in termini di palloni messi a terra (48 contro 20). Dopo aver vinto i primi due parziali con un doppio 25-17, Botti e Zanichelli hanno dato spazio alla panchina nel corso della terza frazione, dove hanno trovato posto in sestetto il centrale Bara, l’opposto Miranda, il regista Pazzoni e la banda Binaghi. Proprio Miranda ha colto al volo l’occasione, chiudendo il match con 15 punti e un ottimo 65 per cento in attacco.
Bene così, dunque, anche se sabato prossimo il termometro pallavolistico schizzerà in alto, con un osso decisamente più duro. Ma la Canottieri Ongina pronta per giocare a viso aperto contro chiunque, consapevole delle proprie potenzialità in questa nuova avventura nella serie B maschile.

CANOTTIERI ONGINA-HASTA VOLLEY ASTI 3-0
(25-17, 25-17, 25-16)
CANOTTIERI ONGINA: Bonola 7, Giumelli 5, Nasari 5, De Biasi 5, Cardona 1, Caci 8, Bisci (L), Bara 4, Filipponi, Miranda 15, Pazzoni 2, Binaghi 6, N.e.: Soavi (L). All.: Botti-Zanichelli
HASTA VOLLEY ASTI: Oldani 8, Casalone 4, Demichelis 4, Ottenga 8, Lombardo 3, Lombardi, Risso (L), Gianoglio, Fumero, Pozzato. N.e.: Macagno, Brondolin. All.: Burrascano
ARBITRI: Nadotti e Tavarini
NOTE: Durata set: 22’, 23’, 23’ per un totale di 1 ora e 8 minuti di gioco
Canottieri Ongina: battute sbagliate 17, ace 9, ricezione positiva 71% (perfetto 29%), attacco 62%, muri 3, errori 23
Hasta Volley Asti: battute sbagliate 7, ace 3, ricezione positiva 39% (perfetta 23%), attacco 37%, muri 4, errori 15.

B FEMMINILE: ALSENESE IN VETTA
Il dolce arriva sempre in fondo. L'urlo delle ragazze della Conad che rimbomba a fine gara, durante lo stretching defaticante, non è più per il loro 3-1 interno sulla Cosmel Gorla ma per la vetta della classifica del girone B a 13 punti, raggiunta grazie alla sconfitta della Picco Lecco ad Offanengo e condivisa insieme alle bergamasche della Paleni Casazza (vittoriose contro l'Esperia Cremona ed avanti per la differenza set), prossime avversarie ad Alseno sabato 19 novembre.
Un inizio migliore al debutto in B2 non si poteva sperare ma la serata contro le varesine - seconde alla vigilia, al pari di Alsenese e Paleni - era iniziata davvero male, in modo traumatico, nonostante le gialloblù di mister Scaltriti riuscissero a presentarsi, complici gli infortuni delle settimane precedenti, con la formazione titolare per effetto della diagonale Losi-Amasanti, al centro Ghisolfi-Rovellini, in banda Pesce e Fanzini (recuperata finalmente in attacco) e Gorreri libero.
Dall'altra parte una Cosmel di qualità benché stia facendo fronte alle tante indisponibilità affidandosi ad alcune ragazze davvero interessanti, come Sala e soprattutto Elli, che la trascinano nel primo set.

La Conad non riesce nemmeno a capacitarsi di quello che le sta succedendo perché la ricezione fa tanta fatica, condizionando l'attacco, e perché il Gorla picchia come un fabbro creando un primo break nella parte iniziale (6-11) e obbligando le padrone di casa ad un time discrezionale per schiarirsi le idee. Poco dopo, sul 6-14, la scena si ripete senza che le piacentine riescano a combinare qualcosa di buono. Magno per Fanzini e Maini per Rovellini non sortiscono alcun effetto, il divario si amplia ulteriormente e un ace di Roncato sancisce il 14-25 per le ospiti.

Troppo brutta per essere vera questa Alsenese, troppo esagerata per le rivali quella che invece inizia il secondo parziale. L'8-1 per capitan Amasanti e compagne arriva in un amen e qualcosa lascia intendere che si assisterà alla fotocopia del set precendendo a parti invertite. La Conad tiene il piede sull'acceleratore, grazie ad una seconda linea uscita dal torpore, ad un Fanzini-show nel finale (4 punti consecutivi) e toccando il massimo vantaggio sul 22-8 con uno dei tanti muri di un'ottima Ghisolfi (18 punti, di cui la metà nel fondamentale). Un'invasione della Cosmel fissa il 25-12 e la parità nei set.
Nella terza frazione la storia non cambia di tanto con la Conad che va a strappi in attacco, mentre in difesa alza l'asticella con Pesce che si sacrifica e Gorreri che vola da una parte all'altra del campo iniziando a prendere di tutto. Il primo break (13-8) dato da un muro di Rovellini viene mantenuto sul 18-12 dall'incredibile punto segnato proprio da Gorreri grazie ad un arquato e beffardo bagher che cade in zona due tra lo stupore generale. È un segnale più che benevolo che invola l'Alsenese verso il 2-1 per merito di Rovellini che chiude sul 25-16.

Le ragazze della Cosmel ormai appaiono stanche e scariche, l'unica che sembra reggere è Elli, opposto che forza spesso con grandi colpi, che terrà in corsa le sue compagne con ben 11 punti nell'ultimo parziale.
Il quarto set fortunatamente è spettacolare e finalmente si assiste ad una partita, nella quale entrambe le squadre buttano il cuore oltre l'ostacolo. Si va gomito a gomito costantemente, anzi fino a metà è sempre la Conad che deve ricucire il gap di 2/3 punti ma l'impressione è che la Cosmel stia per cedere. Una dubbia chiamata arbitrale su Amasanti (14-16) fa reagire la stessa capitana che pareggia la situazione con violenza, pur essendo sottotono rispetto ai suoi standard. Ogni vantaggio delle padrone di casa viene annullato dall'incredibile Clarissa Elli che, fissando il 24 pari, porterà le squadre ai vantaggi. È lei, da sola, contro la Conad, che tuttavia tiene vive le speranze delle varesine sbagliando sempre il colpo del kappao. Anche il tifo del palazzetto si fa sentire ed impazzisce prima quando Ghisolfi blocca un attacco di Valli e poi, sul 29-27, quando Elli manda in rete l'ultimo disperato pallone. Pochi minuti dopo, con le notizie arrivate dagli altri campi e la classifica aggiornata, esplode anche il boato di gioia della Conad, fresca capolista e pronta al big match della settimana prossima.

Conad Alsenese-Cosmel Gorla Volley 3-1
(14-25, 25-12, 25-16, 29-27)
Conad Alsenese: Pesce 8, Fanzini 19, Amasanti 12, Losi, Ghisolfi 18, Rovellini 9, Gorreri (L); Maini, Magno. N.e.: Canossini, Ghirardotti, Gandolfi (L), Faccini. All.: Marco Scaltriti
Cosmel Gorla Volley: Elli 19, Sala 11, Colonna 9, Roncato 1, Pombia 4, Valli 9, Brogliato (L); Amicone, Bressan. N.e.: De Angelis, Kovacova, Colombo. All.: Massimo Lualdi
Arbitri: Matteo Bosio, Antonella Zaccaria.
Durata set: 23', 22', 24', 34'. Totale 1h43'.
Simone Carpanini

B FEMMINILE: ARDAVOLLEY, ARRIVA LA PRIMA VITTORIA
L'Ardavolley Fiorenzuola finalmente centra la prima vittoria stagionale e lo fa in una partita che era diventata una sorta di ultima spiaggia cancellando lo zero dalla casella dei successi. Ora il futuro può essere affrontato con maggiore serenità anche se i due prossimi incontri con Gorla e Lecco sono sfide quasi proibitive, ma visto l'equilibrio che regna in questo girone è giusto dare fiducia a una squadra che ha sempre lottato finora con tutte e, ad eccezione di Genova, mostrato un buon gioco pur con difetti comunque migliorabili.

Si parte con Marudo orfana di Sotera che ha rescisso il contratto, ma recupera la centrale Mazzocchi e scende in campo con il giusto piglio scappando ad inizio set 7-4. Alisa Hodzic con un paio di attacchi dei suoi riporta sotto Fiorenzuola e qualche errore di troppo delle ragazze di casa consente alla Pavidea di condurre al secondo time out tecnico 16-12. Bella reazione di Marudo che fa male al servizio e si riporta 18-18. Nel finale di set però salgono in cattedra Donida e Tosi e quindi è Serena Tosi a chiudere con un diagonale vincente.

Si cambia campo e come nel primo set sono le padrone di casa a partire forte e portarsi avanti 8-3. Donida suona la carica e le biancorosse sfruttando anche un buon momento di Sfogliano che mette a terra due attacchi dal centro con astuzia trova la parità a quota 12. Funziona ora l'attacco della compagine di Marini e Vignola può variare il fronte dell'attacco con ottimi risultati. Vola 19-15 Fiorenzuola, due errori di Hodzic e Sfogliano riportano Marudo a 1 punto ma Serena Tosi, ancora lei, stampa un muro splendido e poi con un lungolinea imprendibile chiude 25-22 il secondo set.

Anche nella terza frazione le padrone di casa vanno avanti 18-13. Splendida reazione di Fiorenzuola con Donida sempre protagonista e fiorenzuolane a 1 punto di distanza sul 21-20. Con l'acqua alla gola la formazione lodigiana getta il cuore oltre l'ostacolo e si conquista due set point cancellati da Cattaneo, ma al terzo un ace di Samarati su Tosi chiude il set 27-25.

Non si può più sbagliare se si vuole portare a casa il bottino pieno, così le ragazze di Marini partono bene e stordiscono le avversarie con Tosi e Hodzic che riprendono a martellare dopo un terzo set in ombra. Le avversarie alzano bandiera bianca e lasciano campo aperto alle biancorosse brave a rimanere concentrate e continuare a variare gli attacchi e soprattutto a difendere ogni palla come fosse l'ultima volando 22-11. A chiudere il match è una fast di Marina Cattaneo, sempre lucidissima nei momenti chiave del match, fissando il parziale 25-13.

Una prova confortante in casa Fiorenzuola, con statistiche sia in ricezione che in attacco migliorate sensibilmente rispetto alle ultime uscite e una ritrovata voglia di non far cadere mai la palla lasciano presagire un futuro più roseo per questa Pavidea che cresce e può ambire a migliorare l'attuale posizione in classifica.

TOMOLPACK MARUDO-PAVIDEA FIORENZUOLA 1-3
(22-25 22-25 27-25 13-25)
Marudo : Cattaneo NE, Traversoni (L), Mazzocchi 10, Galantini, Martinelli 16, Ivaldi 2, Invernizzi NE, Samarati 12, Pellini NE, D'Adamo 11, Stefani 13. All.Zaino.
Fiorenzuola : Donida 21, Cattaneo 12, Premoli, Messaggi NE, Tosi 17, Riboni NE, Ermoli, Coti Zelati (L), Morelli NE, Sfogliano 8, Vignola 4, Hodzic 16, Scapuzzi NE. All.Marini.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento