Questo sito contribuisce all'audience di

Grinta e ruolo da trascinatrice, l'Alsenese sceglie Simona Galiero

La centrale, classe 1994, è reduce dall’esperienza in Abruzzo con la maglia della Pallavolo Teatina. «E' la mia prima stagione al nord, ho percepito subito sensazioni positive»

Centimetri ed esperienza nel cuore della rete. La Conad Alsenese rinforza il reparto centrale con l’arrivo di Simona Galiero, napoletana classe 1994 reduce dall’esperienza in Abruzzo con la maglia della Pallavolo Teatina (Chieti), venendo prima promossa dalla B2 e disputando poi la B1 nella scorsa stagione interrotta dal Coronavirus.

Nata il primo aprile 1994 nel capoluogo partenopeo, la Galiero è maturata nel decennio al Centro Ester, formazione napoletana che l’ha vista disputare le giovanili per arrivare fino alla B1, poi le esperienze sempre in Campania con le maglie di Arzano e Torre Annunziata, prima di toccare il Lazio e infine l’Abruzzo. Ora per lei  la prima stagione mai così ad alta latitudine, “esplorando” per la prima volta il nord pallavolistico.

«Per il ruolo – le parole del direttore sportivo della Conad Alsenese, Luca Baldrighi – cercavamo una ragazza che avesse grinta e fosse una trascinatrice, oltre ad avere esperienza di B1, un braccio importante e soprattutto centimetri a muro. L’occasione Simona Galiero ci è stata consigliata e caldeggiata fortemente; i video parlano molto chiaro e le telefonate informative ci hanno schiarito ancora di più le idee. In lei abbiamo scoperto una persona molto solare, determinata e con le idee chiare; a detta di tutti, in campo si trasforma in lottatrice di razza che non contempla nel suo vocabolario la parola sconfitta. Da entrambe le parti c’era la volontà che la trattativa andasse a buon fine e in qualche ora si è giunti al risultato sperato. A lei chiediamo di essere una giocatrice di riferimento per la squadra, una trascinatrice e una guida per questo gruppo. Ha tutti i numeri per riuscirci e siamo certi che da noi troverà un po’ di “aria di casa” per poterlo fare».

«E’ la mia prima esperienza al nord – racconta Simona  - era già da un po’ di anni che volevo provare questa avventura e sono contenta di poterla fare nella prossima stagione ad Alseno. Ho parlato con il direttore sportivo e con coach Alessandro Della Balda che mi conosce e ho percepito subito sensazioni positive da entrambi. Nasco come C2 e ora giocherò da C1, uno stimolo in più in questa mia prima stagione ad Alseno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento