menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esultanza della Canottieri Ongina

L'esultanza della Canottieri Ongina

Per la Canottieri Ongina parte la caccia alla qualificazione in Coppa Italia

Lo sprint per ottenere il pass riservato alla prima classificata del girone prende il via da Scanzorosciate. La capolista Gossolengo contro la giovanissima Monza

EURO HOTEL MONZA-GOSSOLENGO

Un punto del libero non è un evento che si ripete poi tanto spesso. Per Elisa Picco è arrivato nel derby con Fiorenzuola che ha visto il Busa Trasporti-BLS imporsi 3-0 in una sfida dove il libero biancoverde si era ritrovata di fronte il recente passato (Picco era infatti nella rosa del Pavidea Fiorenzuola due stagioni fa) e da cui ha saputo trovare la carica giusta per iniziare al meglio il nuovo anno.

«La vittoria con Fiorenzuola è stata sicuramente una grande soddisfazione per vari motivi – racconta Picco – In primis ci siamo riprese il nostro posto in cima alla classifica, abbiamo disputato una gara migliore rispetto alle ultime del 2017 in cui non eravamo riuscite a esprimere il miglior gioco ed abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissate ovvero contenere gli errori e gli attacchi dei loro posti quattro nonché metterle sotto pressione nella loro fase di ricezione con battute di buona qualità. Vincere uno scontro diretto con la capolista in un derby davanti a un pubblico così numeroso che ha riempito finalmente il palazzetto penso che dia una soddisfazione ancora maggiore e una carica in più per finire questo girone d’andata al meglio».

Un girone di andata che ha visto migliorare la condizione di Picco che però non vuole certo fermarsi qui per proseguire nel percorso di crescita personale e sportiva nel team di coach Cornalba. «Non ho sicuramente raggiunto il 100% e penso che forse non ci arriverò mai: credo che si possa sempre fare meglio e migliorarsi, soprattutto a 21 anni. Non sono una persona che si accontenta per cui questo pensiero non cambierà quando diventerò più grande e spero più forte. Per quanto riguarda il mio apporto alla squadra penso sia stato abbastanza positivo: cerco di fare sempre il meglio per ottenere i migliori risultati individuali che automaticamente si traducono in buone prestazioni per la squadra».

Squadra che sabato 13 partirà alla volta della Brianza per la sfida a Euro Hotel Monza (partita al via alle 21.00), dodicesima in classifica con sette punti raccolti nelle undici gare finora disputate. «Affronteremo una formazione molto giovane che magari paga l’inesperienza in una categoria simile. Tuttavia la loro posizione in classifica sicuramente non ci fa prendere la partita “sottogamba” perché essendo giocatrici così giovani sono anche molto imprevedibili: sarà importante aggredirle subito a livello caratteriale e impostare il nostro gioco fin dal primo punto per incanalare la partita a nostro favore».

L’avversaria – Un roster dove la giocatrice più “anziana” è nata nel 2000 la dice lunga sul percorso impostato dell’Euro Hotel Residence Monza: una squadra dove si punta tutto sulla linea verde sotto la guida di coach Dagioni e della seconda allenatrice Rizzelli. Una formazione che finora ha saputo imporsi nella sfida salvezza con Senago e nella partita con Esperia Cremona con due netti 3-0. Tanto entusiasmo a compensare la mancanza di esperienza: proprio come il Busa Trasporti-Bls infatti la formazione di Monza è all’esordio nel campionato di B2.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento