rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Volley B

Sangiorgio a punteggio pieno, Alsenese con il sorriso, il Miovolley vince una sfida infinita

Niente da fare per la Canottieri Ongina, sconfitte anche Gas Sales Bluenergy e Volley Academy Piacenza

EVEREST MIOVOLLEY-FATRO VOLLEY OZZANO 3-2

(25-18; 25-20; 21-25; 16-25; 21-19)

EVEREST MIOVOLLEY: Colombano 8, Bianchini 1, Nonnati 15, Cornelli 15, Scarabelli 14, Naddeo 4, Ducoli, Negri 14, Guaschino 9, Nedeljkovic, Fizzotti (L). NE: Moretti, Passerini (L). All. Mazzola

FATRO VOLLEY OZZANO: Bondavalli 1, Monaco 10, Ghiberti 2, Ferrari 14, Casini 29, Ndiaye 4, Pedrazzi 9, Carnevali 3, Righi (L). NE: Coco, Pavani. All. Turrini-Mariotti

Sfida infinita per l’Everest MioVolley che, avanti di due set, subisce la rimonta di un arrembante Fatro Ozzano, rischia di vedersi sfilare la vittoria ma la arpiona in un tiebreak che si chiude soltanto 21-19 dopo due ore e mezza di gara. Gara che vale due punti per la classifica ma soprattutto una grande iniezione di adrenalina.

Il MioVolley scende in campo con Colombano e Nonnati in diagonale, Cornelli e Scarabelli bande, Guaschino e Negri centrali con Fizzotti libero. Avvio convincente dell’Everest che attacca con Cornelli e trova un punto dalla linea dei nove metri con Negri (7-3): è timeout per le ospiti sul punteggio di 9-3. Ozzano recupera terreno ma al giro di boa sono sempre le biancoblu avanti (12-9): qualche imprecisione di troppo spinge però in avanti le bolognesi con il primo stop richiesto da coach Mazzola sul quindici pari. Cornelli e un muro di Colombano riportano avanti il MioVolley (18-15), Scarabelli scaglia a terra il pallone del 22-17, l’Everest arriva al 25-18 senza altro sussulti.

Ad aprire il secondo parziale è un muro di Nonnati con le biancoblu a condurre le operazioni (6-3). Scarabelli chiude una diagonale strettissima (11-4). Come nel primo set il MioVolley rallenta la sua corsa sbattendo contro il muro avversario (16-12): serve qualche scambio per ritrovare lo smalto giusto (19-14), entra in campo Naddeo (20-16), all’esordio in categoria, con Guaschino a segno (22-17). Il finale sorride alle padrone di casa: il 25-20 è firmato Negri.

Ancora un muro, questa volta di Colombano ad aprire il terzo set (3-3). Negri si arrampica in cielo per il punto successivo, Naddeo trova un ace (5-3) con il timeout comandato dalle ospiti (7-3). Ozzano prova a rimettersi in scia (10-8) e ritrova la parità (10-10). Torna in campo Cornelli con le bolognesi avanti (12-14) e coach Mazzola che ferma il gioco: le ospiti attaccano con maggior convinzione (14-17) e costringono l’Everest ad inseguire (16-21). Nedeljkovic rileva Negri per un finale accesissimo: il MioVolley annulla quattro palloni set ma è fatale la palla del 21-25.

Ozzano riprende da dove aveva interrotto mettendo in crisi la difesa biancoblu (0-3), subito timeout per destarsi dal torpore ma le ospiti mantengono il controllo (2-7). L’Everest cambia in cabina di regia con l’ingresso di Bianchini, secondo esordio in B1 della serata, ma le percentuali in attacco avversarie restano alte (3-11): serve una scossa per rientrare in partita, arriva da Nonnati che infila tre punti (10-12), Bianchini pareggia con un ace (12-12). Ozzano non resta a guardare (12-15) con la ricezione MioVolley in difficoltà (14-19): la formazione ospite insiste, non molla e si prende il tiebreak, nonostante l’ingresso di Ducoli per il terzo esordio della serata.

Avvio sprint nel set breve per Fatro, per il MioVolley è buio pesto (0-4), il primo punto è di Guaschino (1-5) ma al cambio campo la situazione è ancora piuttosto complessa (3-8). Il MioVolley si aggrappa all’orgoglio (6-9) e lancia la rimonta (10-12): Ozzano conduce 11-14 ma qui l’Everest si ricompatta, non lascia più cadere un pallone e spinge la partita oltre i quindici punti: dopo un continuo susseguirsi di emozioni arriva l’attacco del 21-19 che chiude definitivamente la contesa.

---

VIVIENERGIA VAP PIACENZA-TIRABASSI E VEZZALI REGGIO EMILIA 0-3

(17-25, 12-25, 14-25)

VAP: Iacona n.e., Terrana 6 punti, Shillkowski 1, Da Pos, Milani 10, Ruggeri n.e., Konate, Bibolotti 3, Borri, Nella 6, Dodi 5, Fiorentini n.e., Gazzola L e Riccio L2. All: Licata, secondo all. Chiodaroli

Difficile commentare di fronte ad un risultato così netto, con il Volley Academy Piacenza sconfitto 3-0 dal Tirabassi e Vezzali. Probabilmente le piacentine hanno sofferto in modo particolare la tensione e l'emozione dell'esordio casalingo in Serie B1 di fronte al proprio pubblico particolarmente numeroso e rumoroso.

Se si aggiungono poi la forza dell'avversario, di gran lunga più esperto, e la defezione di alcune giocatrici importanti come Iacona e Ruggeri fin dall'inizio a cui si è aggiunto il forfait della Terrana colta a metà partita da un abbassamento di pressione improvviso che ha costretto Licata alla sostituzione forzata, il gioco è fatto.

Note positive sono i 10 punti messi a segno dalla Milani e le buone prestazioni della Dodi e dei due liberi che si sono alternati nel corso del match. Nonostante il risultato sfavorevole le piacentine non sono mai uscite veramente dal match e hanno cercato di combattere con tutte le loro forze fino al fischio finale riuscendo anche in alcuni tratti a sfoderare un gioco apprezzabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sangiorgio a punteggio pieno, Alsenese con il sorriso, il Miovolley vince una sfida infinita

SportPiacenza è in caricamento