rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Volley B

Alsenese sconfitta e raggiunta in vetta, la Canottieri Ongina vince e vede il terzo posto

Stop anche per Miovolley, Gas Sales Bluenergy e Volley Academy Piacenza, mentre il Sangiorgio torna al successo dopo tre turni e si avvicina al comando

Inizia con tre punti e una rotonda vittoria il 2024 della Canottieri Ongina, protagonista in serie B maschile con il 3-0 casalingo contro i modenesi della Malagoli Tensped. Attacco e muro hanno spinto i gialloneri verso il risultato positivo nella penultima giornata d'andata, con la squadra di Gabriele Bruni capace di reggere l'urto nel primo set (vinto ai vantaggi) per poi dominare la scena con un doppio 25-17 che ha chiuso i conti.
"Considerando - commenta coach Bruni -  tutte le criticità che abbiamo avuto in questo ultimo mese tra infortuni, malattie, partenze, nuovi arrivi, nuovo assetto come sestetto, questa vittoria non può che farci vedere il famoso bicchiere mezzo pieno. Detto questo, a tratti abbiamo anche giocato una buona pallavolo anche se gli errori sopratutto al servizio hanno complicato troppo la nostra partita. Questa situazione si evince sopratutto nel primo set dove qualche errore di troppo ha fatto rientrare il nostro avversario in partita, qui bene perchè abbiamo tenuto mentalmente. Una volta che ci siamo sciolti ci siamo espressi anche qualitativamente meglio. Sicuramente in questa partita i “veterani” hanno indicato la strada da percorrere, che sarà ancora piena di incognite, ma almeno sappiamo quale prendere".
Con questa vittoria, la Canottieri Ongina sale a quota 22 punti, a -2 dal terzo posto (occupato da Viadana) e a una lunghezza dall'Arredopark Dual Caselle quarto, prossimo avversario sabato alle 19 in terra veronese.

CANOTTIERI ONGINA-MALAGOLI TENSPED 3-0
(28-26, 25-17, 25-17)
CANOTTIERI ONGINA: Ramberti 2, Di Tullio 7, Bertuzzi 11, Malvestiti 10, Miglietta 11, De Biasi B. 11, Rosati (L), De Biasi M. 1, Tagliaferri. N.e.: Ousse, Muroni, Sala (L), Palazzoli. All.: Bruni
MALAGOLI TENSPED: Flemma 8, Cammellini 1, Sartoretti 8, Berselli 8, Ronchetti 5, Bonavita, Agazzani (L), Sgarbi, Giovanardi 2, Mann 3, Ferraresi (L), Pramarzoni 1. N.e.: Zanasi, Bosi. All.: Sassi
ARBITRI: Cervellati e Ancona
NOTE: Durata set: 29’, 23’, 22’ per un totale di 1 ora e 14 minuti di gioco
Canottieri Ongina: battute sbagliate 17, ace 4, ricezione positiva 64% (perfetta 46%), attacco 48%, muri 10, errori 24
Malagoli Tensped: battute sbagliate 10, ace 2, ricezione positiva 43% (perfetta 23%), attacco 38%, muri 3, errori 25.

---

GAS SALES BLUENERGY-DUALCASELLE VERONA 0-3

(15-25, 21-25, 14-25)       

GAS SALES BLUENERGY: Emiliani 3, Gabellini 5, Rocca 12, Zlatanov 2, Imokhai 6, Artioli, Tuccelli (L), Alessi 5, Paounov, Zanellotti L., Zanellotti M. Ne: D’Angiolella, Omelchuk, Sapic (L). All Renato Barbon.

DUALCASELLE VERONA: Alberti 13, Solazzi 6, Caliari, Bonizzato 8, Rancan 6, Perera 13, Frigo (L), Lorenzi 1, Tocco 1, Valbusa 1, Hernandez 1, Botteon (L). Ne: Sasdelli, Tarocco. All. Pes.

ARBITRI: Marta Cavalera, Paola Scognamiglio.

NOTE: Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza: battute sbagliate 9, ace 3, errori in attacco 7, muri punto 4, ricezione 59% (44% perfetta), attacco 33%. Arredopark Dualcaselle Verona: battute sbagliate 9, ace 8, errori in attacco 8, muri punto 8, ricezione 69% (67% perfetta), attacco 41%.

Dodicesima giornata del campionato di serie B e la Gas Sales Bluenergy segna il passo alla palestra Salvadè contro il Dualcaselle Verona: 0-3 (15-25, 21-25, 14-25) in poco più di un’ora di gioco. Nel primo set la formazione biancorossa ha tenuto testa ai veronesi nei primi scambi per poi lasciare via libera ai più esperti e quotati avversari, che hanno ringraziato anche per un paio di invasioni dei giovani biancorossi a cui sono stati fischiati anche tre falli in palleggio.

Nella seconda frazione Renato Barbon inserisce Alessi per Zlatanov, sul 9 pari allungo dei veronesi ma quota 14 è nuova parità, ancora allungo degli ospiti (15-18 e 16-20), i biancorossi annullano un set point agli avversari ma alla seconda occasione chiudono i veronesi. L’inizio della terza frazione di gioco è targata Verona con due ace e un muro (0-5), i biancorossi faticano in ricezione e anche in attacco e vedono gli avversari scappare (4-11), il set è segnato anche perché i veneti sbagliano poco e chiudono senza patemi.

---

VOLLEY 2001 GARLASCO-EVEREST MIOVOLLEY 3-1

(25-16; 25-22; 22-25; 25-15)

VOLLEY 2001 GARLASCO: Borelli 10, Gallina 21, Favaretto 7, Badini 9, Giroldi 2, Ravarini 10, Baggi 8, Angeleri (L). NE: De Martino, Galliano, Lombardi, Montesanti, Negri, Milanesi (L). All. Mattioli-Milanesi

EVEREST MIOVOLLEY: Colombano 2, Bianchini, Nonnati 15, Scarabelli 13, Cornelli 4, Naddeo 3, Ducoli 4, Guaschino 5, Negri 9, Fizzotti (L). NE: Moretti, Nedeljkovic, Passerini (L). All. Mazzola

Nulla di fatto nella prima trasferta del 2024 dell’Everest che tornava a disputare una gara di campionato dopo ben trentatré giorni, complici la sosta natalizia ed il turno di riposo fissato nel calendario. La sfida alla seconda forza del campionato si conclude in quattro set con Garlasco ad incassare l’intera posta in palio e il MioVolley che si vede sopravanzare da Rubiera in classifica.

La partenza delle padrone di casa è subito piuttosto decisa (8-0) di fronte ad un Everest che non riesce a trovare le giuste contromisure e fatica a smuovere il suo score (16-9): Garlasco s’invola senza scossoni chiudendo 25-16. Nettamente più combattuto l’avvio di secondo parziale (7-8) ma sono ancora le pavesi ad infilare il primo break che porta il punteggio sul 16-12. Nel finale si gioca nello spazio di due punti (21-19) ma Garlasco trova lo spunto giusto portandosi a 2-0 nel conto set.

Tutto in salita per il MioVolley che deve necessariamente rientrare in campo per riaprire la gara: dopo una prima fase nel terzo parziale in equilibrio questa volta sono le biancoblù ad accelerare nella fase decisiva e, nonostante l’ultimo colpo di coda di Garlasco, a concludere sul 22-25. Qui la spinta dell’Everest però perde d’intensità: la formazione pavese non si lascia più sorprendere e nel quarto parziale cambia nuovamente il passo costringendo l’Everest al terzo stop in serie B1, il secondo consecutivo dopo quello incassato a Ravenna.

---

CSI CLAI IMOLA-VIVI ENERGIA VAP 3-0

(25-20, 25-9, 25-20)

CSI CLAI IMOLA: Casotti, Arcangeli, Cavalli, Cammisa, Lanzoni, Migliorini, Rubini, Gaffuri, Esposito, Missiroli, Rizzo, Liberi: Mastrilli e Fazziani. All: Caliendo

VAP: Schillkowsky 4 punti, Da Pos, Milani 3, Ruggeri, Konate 2, Bibolotti 1, Borri 3, Nella 8, Dodi 13, Liberi: Gazzola e Riccio. All: Licata

Le ragazze del Volley Academy Piacenza si presentano al primo appuntamento del 2024 in una condizione psicofisica ottimale (anche se prive di Iacona e Terrana) grazie alla vittoria del torneo di Natale di Rovereto nella categoria Under 18 ed al fatto di non aver praticamento mai smesso di allenarsi anche durante le feste.

Quello che succede nella parte iniziale del primo set lascia pensare che invece un pochino di ruggine sia rimasta tra le corde delle padrone di casa allenate da Caliendo. Le ragazze della Vap partono fortissimo e mettono in estremo imbarazzo le quotatissime avversarie inanellando subito 6 punti di fila e conducendo il set con diverse lunghezze di vantaggio fino al 17-13 sciorinando un gioco veloce ed aggressivo di ottimo livello. Dopo il secondo time out chiesto dall'arrabbiatissimo coach locale inizia la rimonta delle padrone di casa che, con l'esperienza, cominciano a capire come difendersi dagli attacchi delle giovani piacentine e a contrattaccare a loro volta. Si arriva sul 18 pari e qui si capisce che le imolesi hanno ritrovato il ritmo ed il gioco di altissimo livello espresso durante tutto il campionato. A questo punto diventa difficile per le ragazze di Licata riuscire a restare in partita ed infatti il set si chiude col punteggio di 25-20 per il Csi Clai.

Il trend della fine del primo set prosegue anche nel secondo ed infatti la compagine di casa prende subito il largo e vince agevolmente 25-9. Ci si aspetta a questo punto un terzo parziale di facile lettura per Imola ed invece le ragazzine Vap hanno un sussulto d'orgoglio e ritrovano il ritmo e il bel gioco dell'inizio riuscendo a giocare punto a punto fino al 19 pari. Qui le espertissime avversarie danno un colpo di acceleratore e vincono 25-20. Da segnalare i 13 punti di un'ottima Sara Dodi.

---

ZEROSYSTEM-ROSSETTI MARKET CONAD 3-0
(25-14, 25-20, 25-20)
ZEROSYSTEM: Pecorari 10, Semprini 14, Sarego 21, Tesini 7, Credi 8, Bellei 2, Borelli (L). N.e.: Piemontese, Caroli, Benelli, Dangiolella (L). All.: Andreoli
ROSSETTI MARKET CONAD: Pieroni, Falotico 5, Frassi 4, Bernabè 13, Spagnuolo 8, Scurzoni 4, Toffanin (L), Marchesi, Neri 1, Palazzina, Bozzetti. N.e.: Ramponi, Brunani, Gandolfi (L). All.: Bonini
ARBITRI: Davanzo e Fiabane
NOTE: Durata set: 23’, 29’, 26’ per un totale di 1 ora e 18 minuti di gioco
Zerosystem: battute sbagliate 12, ace 7, ricezione positiva 48% (perfetta 22%), attacco 41%, muri 10, errori 19. Rossetti Market Conad: battute sbagliate 3, ace 3, ricezione positiva 41% (perfetta 28%), attacco 25%, muri 3, errori 13.

Scontro al vertice amaro per la Rossetti Market Conad, che in B2 femminile cede 3-0 a San Damaso contro la Zerosystem e viene agganciata in vetta dalle stesse modenesi, incassando il secondo ko stagionale. Nel primo impegno del nuovo anno la formazione alsenese ha pagato una serata storta, con i meriti dell'avversario che si sommano a una dose di sfortuna sulla sponda gialloblù, tra qualche acciacco e malanni stagionali, oltre all'infortunio in avvio di secondo set alla palleggiatrice Mercedes Pieroni (ginocchio), uscita a braccia dal campo.
"Sapevamo - il commento di coach Federico Bonini - le difficoltà che ci attendevano in questo match, tra primo incontro dell'anno, il valore dell'avversario e la situazione che stiamo fronteggiando. Potevamo fare qualcosa in più: mentre soffrire in certi frangenti ci poteva stare, per contro siamo stati poco determinati e in contesti difficili come questo quando hai qualche piccola occasione devi essere bravo a sfruttarla. Ci è capitato nel terzo set, siamo stati avanti qualche punto, ma ci siamo fatti rimontare troppo velocemente e suprare. Ora si riparte, sapendo chi siamo e senza farci nascere ingiustificate incertezze. Il focus deve essere sul lavoro settimanale".
Sabato la Rossetti Market Conad terminerà il girone d'andata con il match casalingo alle 20,30 contro Viadana.
LA PARTITA - San Damaso parte forte sul turno in battuta di Semprini, che conduce le padrone di casa sul 5-0 anche grazie a due ace. L'ace di Frassi sveglia le gialloblù (6-3), che poi si rifanno sotto con Bernabè (10-9), ma la Zerosystem rilancia con la pipe di Pecorari (13-9). Time out Bonini, con Alseno che fatica a mettere la palla a terra e scivola sotto 17-10. Seconda sosta piacentina sul 19-11, con la carta del doppio cambio (Neri e Marchesi per Bernabè e Pieroni), ma è tutto inutile: 25-14.
Le gialloblù ospiti reagiscono in avvio di secondo set nel segno di Bernabé, con un delizioso pallonetto di Falotico a decretare il +3 (2-5). San Damaso annulla il gap e avanza con le battute di Tesini (6-5, time out Bonini), poi sul 6-6 il match si è fermato per alcuni minuti per l'infortunio al ginocchio accorso alla regista Pieroni. Dentro Neri, ma la Zerosystem avanza con due muri (9-6). Tesini firma il +4 (12-8), poi Alseno prova a ricucire lo strappo (12-10), salvo poi scivoare subito sotto di quattro lunghezze. Ace di Semprini per il 15-10, la pipe di Spagnuolo temrina lunga (20-14); il muro di Frassi prova a scuotere la Rossetti Market Conad (20-16), ma l'aggancio non arriva: ace di Semprini per il 23-18, preludio al 25-20 (out Scurzoni), che vale il 2-0.
Alseno fatica a reagire anche in avvio di terzo set (3-0), poi risponde con Spagnuolo (4-5), trovando anche il +2 (out Credi). Ace per Bernabè (5-8), che poco dopo attacca out (7-8). I muri di Giulia Neri regalano il 7-11 alla Rossetti Market Conad (time out Andreoli); San Damaso rende pan per focaccia nel fondamentale accorciando anche con i contrattacchi di Pecorari (10-11). L'aggancio è immediato, poi la squadra di Bonini si aggrappa all'esperienza di capitan Falotico per rilanciare (11-14); il botta e risposta è continuo (13-14, Semprini), con il 14-14 a firma di Sarego. Sosta piacentina, ma l'onda modenese prosegue con la stessa numero nove biancorossa. Ace di Pecorari per il +3 di casa (17-14), muro di Tesini a decretare il 18-14. Time out piacentino sul 19-14 dopo un parziale di 8-0, con la Rossetti Market Conad che poi non riesce più a recuperare: finisce 25-20 e 3-0.
---

PALLAVOLO SANGIORGIO-TECNIMETAL PIADENA 3-0

(25-19, 25-19, 31-29)

PALLAVOLO SANGIORGIO: Amadei (L), Erba 4, Polletta, Sangiorgi, Marinucci 7, Gilioli 19, Camurri 13, Galelli (L), Lunardini, Tonini 11, Arfini, Cossali 4, Zoppi 2. All. Capra.

La Pallavolo San Giorgio supera Piadena e torna alla vittoria dopo tre turni. Nei primi due parziali la squadra giallobiancoblù propone un gioco efficace e preciso, sfruttando anche gli errori ospiti. Nel terzo ha la capacità di recuperare dal 21-23 annullare alcune palle set e poi chiudere ai vantaggi. Tre punti che permettono al San Giorgio di restare in scia della coppia di testa, formata da San Damaso ed Alsenese, con il team modenese che ha superate le dirette avversarie nello scontro diretto.

Coach Capra deve fare a meno di Arfini, inserendo nello starting seven Camurri, con Erba e Tonini a formare la diagionale, centrali Zoppi e Marinucci, Galelli libero. Piadena risponde con Bocchi-Frigerio, Ghisolfi-Barbarini, Ravera-Leoni e Montagnani.

Gli scambi iniziali sono sostanzialmente equilibrati, poi la squadra di casa dilata il punteggio con un ace di Marinucci, 15-11. Piadena dimezza lo svantaggio, Capra richiama l'attenzione delle sue e Sangiorgio trova i colpi per allungare: grazie alla buona distribuzione di Erba vanno a segno Gilioli, Tonini e Camurri per chiudere 25-19. La squadra di casa riparte forte ed un muro di Zoppi vale l’11-4. Zanotti ferma il tempo sul 14-5 e cambia la diagonale con gli ingressi dell’ex Andreani in regia e Ballestriero opposta per Bocchi e Frigerio. Il doppio cambia porta gli effetti sperati, break di 0-5 che rimette in corsa Piadena con Leoni e Ravera. Tuttavia Camurri spegne le speranze di rimonta ed Erba archivia, 25-18.

Il terzo set è molto combattuto. San Giorgio si porta sull’8-6 con Gilioli, Piadena pareggia e mette la freccia con Leoni, 11-12, ed allunga sino al 12-15. Le padrone di casa pareggiano i conti e poi dilatano il vantaggio sul 19-17 con Tonini. Piadena torna avanti con Leoni, 21-23, Cossali, entrata per Zoppi, impatta sul 23-23. Ai vantaggi Piadena fallisce tre palle set; un block vincente di Marinucci capovolge lo score, quindi un guizzo di Camurri regala set e vittoria alla Pallavolo San Giorgio, 31-29.

“E’ stata una partita giocata bene nei primi due parziali – commenta il direttore sportivo Massimo Gregori -. Nel terzo set le avversarie sono cresciute e nel finale ci siamo complicati la vita su palle facili. Comunque una vittoria importante perché la prima gara dopo la sosta non è mai facile, vediamo di concludere bene il girone d’andata”.

Risultati

Soliera-Be One San Martino 3-1; Spakka Volley-Cerea 0-3; Galaxy Collecchio-Moma Anderlini 3-0; Viadana-Mirandola 1-3; San Damaso-Pall. Alsenese 3-0; Top Volley-Volley Davis 2c; 3-1 Pall. San Giorgio-Piadena 3-0.

Classifica

San Damaso, Pall. Alsenese 29 punti; Pall. San Giorgio 27; Volley Davis 2c, Cerea 24; Be One San Martino 20; Piadena, 18, Galaxy Volley 18; Mirandola 15; Moma Anderlini 13; Top Volley 12; Soliera 11; Viadana 6; Spakka Volley 0.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alsenese sconfitta e raggiunta in vetta, la Canottieri Ongina vince e vede il terzo posto

SportPiacenza è in caricamento