menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Massimo Botti, per il secondo anno sulla panchina della Canottieri Ongina

Massimo Botti, per il secondo anno sulla panchina della Canottieri Ongina

Il bilancio di Massimo Botti sulla stagione della Canottieri: «Nessuna recriminazione»

Il tecnico del Monticelli analizza l'annata dopo l'eliminazione nei play off per mano di Campegine: è stato bello lavorare con questo gruppo

Quindi il discorso vira sull’annata. «E’ stata una stagione con diverse occasioni non sfruttate, ci sono alcuni esempi lampanti sui quali credo sia inutile anche tornare. Si è conclusa un’avventura che poteva essere trionfale e che invece è stata comunque più che positiva. Il gruppo si è confermato ad altissimi livelli in categoria ed è nota a tutti la difficoltà di un campionato come la serie B, con una formula che ti obbliga a giocare i play off per salire e dove serve anche un pizzico di fortuna. L’anno scorso è arrivato un risultato inaspettato, la promozione in A2 prima della rinuncia, bisognava crescere e migliorare e per me è stato un anno molto diverso, con dinamiche differenti. Abbiamo avuto alcuni problemi fisici, poi recuperati, ed eravamo più carichi di responsabilità, aspetto che ci ha fatto sentire un po’ di scorie dopo le sconfitte. Mi è piaciuto lavorare con questo gruppo di ragazzi unito e desideroso di migliorare, oltre a essersi dimostrato capace di farlo nell’ottica della squadra. Non posso recriminare nulla, anche perché nei play off a volte il rammarico è legato a un paio di palloni. Ho dovuto compiere delle scelte strada facendo, che ho sempre efettuato in ottica di miglioramento del gioco di squadra».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento