Questo sito contribuisce all'audience di

Gossolengo regina del derby, Fiorenzuola finisce ko. VIDEO

Alsenese superata al tie break dopo essere stata avanti 14-11, niente da fare per una Canottieri Ongina troppo fallosa

Il muro di Gossolengo, decisivo nel confronto vinto con Fiorenzuola

ALSENESE-OLYMPIA GENOVA 2-3

Dove c'è un'occasione sprecata, il rammarico prospera e le risposte faticano a farsi largo. La Conad Alsenese – nel match interno valido per la seconda giornata di campionato contro la Psa Olympia Genova – getta al vento una vittoria saldamente in mano dimenticandosi praticamente di chiudere l'ultimo punto: al tie-break avanti 14-11, le gialloblù perdono 14-16, cedendo così 2-3 (25-21, 18-25, 15-25, 25-20, 14-16) dopo aver riequilibrato con merito il computo dei set. La consolazione di aver mosso la classifica, salendo a quota 4 (ospiti invece sopra di una lunghezza), è la nota positiva della serata, oscurata giocoforza da quegli ultimi incredibili minuti di partita, che forse solo la pallavolo sa offrire: nel rush finale alle ragazze di Lorenzo Marsigli sarebbe bastato un'ordinaria amministrazione ma si trovano davanti ad una sorta di mini-roulette russa (due ace e un muro subiti, un errore e un'invasione) dalla quale escono sconfitte in un amen. Al netto di tutto questo, vanno tuttavia riconosciuti i meriti di una buonissima formazione come l'Olympia Genova, trascinata dalla solita verve di Bilamour, che si porta a casa due punti preziosi. Questa è una lezione che Amasanti e compagne dovranno imparare in fretta, metabolizzando al meglio la delusione, facendo tesoro sia degli errori commessi sia del buon gioco mostrato ma tornando fin da subito in palestra con impegno ed umiltà per dimostrare, già nella trasferta della settimana prossima in casa della Normac AVB Genova, che questo passo falso è solamente un piccolo – e speriamo unico – incidente di percorso.

La partita – Seconda giornata ed esordio casalingo per la Conad Alsenese che Lorenzo Marsigli schiera con Lancini al palleggio in opposto a Caimi, Fanzini-Marc in posto quattro, Fava-Rovellini al centro e Pastrenge libero, mentre il Psa Olympia Genova di coach Marco Oddera si dispone con capitan Gorini in regia, Parodi opposto, Ciurli-Bilamour laterali, Castelli-Antonaci centrali e Della Rocca libero.

L'avvio di gara vive su un sostanziale equilibrio (6 pari) quando le ospiti provano il primo affondo andando a +3. L'Alsenese non si scompone, vola coralmente e con un ace di Lancini tocca il massimo vantaggio (17-12). La correlazione muro-difesa, tanto voluta da Marsigli, porta i suoi frutti contenendo lo spauracchio Bilamour, che tuttavia riporta sotto le sue compagne fino al 22-20. Negli scambi successivi la Conad finalizza ed è un attacco di Marc a sancire il 25-21. Il secondo set si apre subito in salita per le padrone di casa che vedono scappare le genovesi sul 2-5, ma le piacentine reagiscono con carattere e grazie a due muri consecutivi di Fava ed un colpo di Caimi trovano il primo vantaggio (10-9). L'Olympia piazza un contro break poi allunga fino all'11-17, costringendo il tecnico alsenese a fermare il tempo, mentre aveva già provato a cambiare il sestetto inserendo Sajin per Rovellini, Visconti per Lancini e successivamente Candio per Marc. Un ace di Bilamour (giocatrice che serve sempre in salto forzando molto) fissa il 13-20 e, col passare degli scambi, una contesa a rete di Gorini inchioda il 18-25.

Nella terza frazione il canovaccio è molto simile a quello precedente: fiammata iniziale delle liguri, Conad che si porta ad una lunghezza (9-10), nuova accelerazione ospite e 9-17. Marsigli prova a rimescolare le carte ma ormai non c'è più tempo e spazio per recuperare: un ace di Ciurli decreta il 15-25.

Il quarto parziale diventa quello decisivo per Amasanti e compagne e la reazione è presto servita. Le padrone di casa si presentano con Candio e Sajin al posto rispettivamente di Fanzini e Rovellini e tornano a giocare come nel primo set. Un muro di Fava fissa l'8-4 con relativo time out di coach Oddera, che nel frattempo prova a cambiare qualcosa nel suo assetto. Il margine viene mantenuto dalla Conad che, grazie alle giocate di Fava e Marc, al muro più presente e ad una seconda linea molto più attenta guidata da Pastrenge, riesce a chiudere sul 25-20 con una pipe di Marc.

Nel tie break si riparte con l'inerzia girata a favore dell'Alsenese che però soffre una Olympia mai doma: 3-6 e time out chiamato da Marsigli. La situazione per la Conad sembra non cambiare tanto che dalla panchina fermano ancora il tempo sull'8-10, anche per fare rifiatare le proprie ragazze, protagoniste con le avversarie di diversi lunghi scambi. L'inversione di tendenza si ha con due punti consecutivi di Marc (11-10), una doppia fischiata a Gorini e due colpi al centro con Fava e Sajin (14-11). La Conad vede ormai vicinissimo il traguardo, non c'è nemmeno una curva da fare, solo tirare dritto forte di un vantaggio rassicurante. Invece non è così e si assiste all'inimmaginabile: errore di Marc, ace di Parodi, muro di Antonaci, doppio cambio di Marsigli con Fanzini e Visconti per Lancini e Caimi, altro ace di Parodi ed invasione di Fanzini su un “rigore” comunque segnato. È la successione che porta al 14-16 per il più imprevedibile degli epiloghi, con la gioia dell'Olympia Genova e la delusione della Conad Alsenese.

Le dichiarazioni – A fine partita c'è incredulità nel gruppo di patron Stiliano Faroldi che fatica a capacitarsi di quanto accaduto. A cercare di spiegare il blackout della Conad ci prova la centrale moldava Doina Sajin, vent'anni il prossimo 30 ottobre ed arrivata in estate dalle veronesi dello Spakkavolley Villa Bartolomea: «C'è tantissimo rammarico perchè eravamo ad un passo dalla vittoria ma non siamo riuscite a chiudere nonostante in difesa ci fossimo. Certe cose in quel finale non siamo riuscite a sistemarle del tutto e in settimana lavoreremo soprattutto sul muro visto che abbiamo subito molto da Bilamour. Di questa serata salvo che abbiamo lottato tanto, andando al tie break, poi siamo state brave in difesa, ma ci sono alcuni fondamentali che dobbiamo migliorare, come ad esempio il servizio. Per quanto riguarda il mio esordio sono piuttosto contenta anche se potevo fare meglio, specialmente a muro, ma alla fine sono soddisfatta della mia prestazione».

CONAD ALSENESE-PSA OLYMPIA GENOVA 2-3

(25-21, 18-25, 15-25, 25-20, 14-16)

CONAD ALSENESE: Lancini 2, Fanzini 8, Fava 18, Rovellini 5, Caimi 10, Marc 13, Pastrenge (L); Candio 2, Visconti, Sajin 3. N.e.: Domeniconi (L), Amasanti. All.: Lorenzo Marsigli, v.all. Alessandro Sartor.

PSA OLYMPIA GENOVA: Ciurli 7, Gorini 6, Castelli 6, Antonaci 10, Parodi 12, Bilamour 26, Della Rocca (L); Mon.Pastorino, Mastromarino 1, Caporaso 2. N.e.: Mar.Pastorino, Ferrando (L), Ottonello, Fontana. All.: Marco Oddera, v.all. Luca Venturini.

ARBITRI: Stefania Gabbetta, Angelo Giuseppe D'Alessandro.

NOTE: Durata set: 26', 25', 24', 28', 21'. Totale: 2h20'. Ace: Conad 7, Olympia 9. Muri: Conad 8, Olympia 11. Attacco: Conad 32%, Olympia 36%. Ricezione: Conad 55%, Olympia 64%.

Risultati partite 20 ottobre 2018 – 2a giornata B2 femminile – girone B

Normac AVB Genova-Dolcos Volley Busnago 1-3

Busa Foodlab Gossolengo-Pavidea Ardavolley Fiorenzuola 3-2

Conad Alsenese-PSA Olympia Genova 2-3

Lemen Volley Almenno-Iglina Albisola Pallavolo 3-0

CBL Costa Volpino-Cartiera dell'Adda Mandello 1-3

Serteco V.School Genova-Caseificio Paleni Casazza 3-1

Elevationshop Crai Olginate-Brembo Volley Team 1-3

Classifica: Brembo Volley Team 6, Lemen Volley Almenno 6, Psa Olympia Genova 5, Busa Foodlab Gossolengo 5, Pavidea Ardavolley Fiorenzuola 4, Conad Alsenese 4, Caseificio Paleni Casazza 3, Cartiera dell'Adda Mandello 3, Serteco V.School Genova 3, Dolcos Volley Busnago 3, Cbl Costa Volpino 0, Normac AVB Genova 0, Iglina Albisola Pallavolo 0, Elevation Crai Olginate 0.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

Torna su
SportPiacenza è in caricamento