Questo sito contribuisce all'audience di

Un talento piacentino all'Alsenese: in regia arriva Giulia Malvicini

Nata a Vigolzone, ha partecipato ad alcuni collegiali con la nazionale pre-juniores e arriva dal Romagnano con cui l'anno scorso ha giocato in B2. «Mi sono piaciuti molto l’approccio e il progetto che mi è stato illustrato»

Giulia Malvicini, nuovo arrivo in casa Alsenese

Un talento locale come primo volto nuovo in campo per completare la cabina di regia. Dopo aver ufficializzato la prima conferma, quella di Melania Lancini, la Conad Alsenese (formazione piacentina di B1 femminile) annuncia il primo volto nuovo, che ricopre lo stesso ruolo (palleggiatrice) e risponde al nome di Giulia Malvicini.

Classe 1997, Giulia è piacentina di Vigolzone e quest’anno avrà l’opportunità di mettersi in evidenza in terza serie nella sua provincia. Cresciuta inizialmente nella società del suo paese, la Malvicini ha partecipato ad alcuni collegiali nella nazionale pre-juniores (stagione 2011-2012) per poi maturare a Varese sotto la guida di Annalisa Zanellati ed Eraldo Buonavita, sfiorando anche la finale nazionale under 18. Con loro ha intrapreso l’avventura a Offanengo (B2 nella stagione 2015-2016), durata solo qualche mese, mentre nell’annata successiva la palleggiatrice piacentina è sbarcata in A2 a Settimo Torinese. Poi un biennio nella sua “casa pallavolistica”, la Scuola del Volley Varese (B2 e B1), mentre nella scorsa stagione ha indossato la maglia della Pavic Romagnano in B2.

«Dovendo terminare gli studi universitari – spiega Giulia, nata il 5 settembre 1997 a Piacenza – cercavo una soluzione sportiva vicino a Torino, sede del mio ateneo, o vicino a casa. Mi ha fatto piacere la proposta di Alseno: mi sono piaciuti molto l’approccio e il progetto che mi è stato illustrato. Inoltre la B1 è una bella categoria». Quindi aggiunge: «In questi anni ho maturato più consapevolezza di ciò che so fare e che tipo giocatrice sono, capendo maggiormente al contempo le debolezze su cui lavorare. Mi sento più giocatrice e capisco meglio le dinamiche della squadra».

Con Melania Lancini e Giulia Malvicini, la Conad Alsenese ha una coppia di qualità in cabina di regia. «Questa cosa mi fa piacere – conclude la piacentina – al di là di chi parte in campo, c’è sempre la possibilità di aiutarsi in partita eventualmente con i cambi, inoltre si alza quotidianamente il livello in allenamento».

«Giulia – commenta il direttore sportivo Luca Baldrighi – è una giovane certezza piacentina con un bagaglio di esperienza pallavolistica di tutto riguardo. Il nostro accordo è nato in pochi minuti: da entrambe le parti ci sono state la voglia e la convinzione che l’operazione andasse a buon fine. E’ una ragazza determinata, combattiva e consapevole di non sentirsi arrivata, ma ha ancora tanto da dimostrare e da dare a questo sport. Per una società di B1 è un lusso avere una coppia di palleggiatrici di questo spessore, con peculiarità diverse ma entrambe di buon livello agonistico. Ho sempre visto il palleggiatore come il playmaker nel calcio, il “metronomo” della squadra: da questa figura passa gran parte dei palloni e ogni sua giocata è determinante al fine dell’efficacia del gioco. Una buona tecnica legata a un pizzico di inventiva fa sì che una squadra abbia un’arma in più a proprio favore».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento