menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Chiara Scarabelli impegnata nel beach volley

Chiara Scarabelli impegnata nel beach volley

Scarabelli, dal parquet alla sabbia e ritorno: «Il beach mi ha fatto crescere tecnicamente e psicologicamente»

La capitana del Busa Trasporti si ripresenta in palestra dopo un'estate sulla sabbia. «Per questa stagione le potenzialità sono buone, ma anche altre squadre hanno lavorato bene»

Dal parquet alla sabbia e ritorno. Per Chiara Scarabelli quella appena conclusa è stata un’estate da incorniciare, in tutti i sensi: l’inedita esperienza nel beach volley con Debora Allegretti, compagna di squadra nella passata trionfale stagione con il Busa Trasporti, ha visto la schiacciatrice confrontarsi con le migliori atlete italiane ed europee del beach. «É stata un’estate intensa, bellissima – racconta Scarabelli – nella quale ho vissuto diversi momenti da ricordare. Nei primi di luglio a Vieste abbiamo forse toccato il picco con la prima tappa del campionato italiano, arrivando anche a giocare contro la coppia Gili-Costantini, poi vincitrici nella Coppa Italia di beach volley a Caorle». Non solo Italia ma anche Spagna per la schiacciatrice e capitana del Busa Trasporti. «A Barcellona abbiamo affrontato le qualificazioni di un torneo internazionale: quello europeo è sicuramente un contesto molto più competitivo rispetto a quello italiano. L’exploit della nostra avventura? Le finali di Catania in cui abbiamo affrontato la coppia Zuccarelli-Giombini e dove abbiamo potuto vedere giocare dal vivo i nazionali Lupo e Nicolai: davvero un’esperienza da ricordare che mi ha insegnato tanto».

Dal campo di beach Scarabelli si è portata a casa indicazioni da cui trarre spunto per il futuro. «Dal punto di vista tecnico ho sviluppato una migliore visione del campo, da quello psicologico molta più tenacia mentale: nel beach serve trovare subito una soluzione, bisogna sapersi gestire più in autonomia rispetto all’indoor. Senza dubbio è molto più responsabilizzante sia in campo che fuori ma aver potuto contare su una compagna di squadra come Debby Allegretti, che conoscevo bene, è stato di grande aiuto».

Dalla sabbia al parquet. Perché per Chiara Scarabelli non c’è stato quasi nemmeno il tempo di disfare il borsone prima di ritornare ad allenarsi agli ordini di coach Cornalba. Il Busa Trasporti che da quest’anno potrà contare sull’importante supporto di BLS (gruppo specializzato nella progettazione, edificazione, trasformazione e mantenimento di edifici con struttura prefabbricata), già parte integrante del Consorzio Mio Volley, aprirà infatti le danze tra poco meno di un mese con l’esordio nel campionato di serie B2 fissato per il 14 ottobre a Cusano. «Al mio rientro ho trovato un gruppo più maturo rispetto a quelli visti negli anni precedenti – spiega la capitana – Veniamo tutte da esperienze diverse ma abbiamo tanta voglia di fare con la consapevolezza che il lavoro necessario è ancora tanto e le cose da sistemare parecchie». Scarabelli ha ritrovato le vecchie compagne Cobbah, Nedeljkovic, Rocca e Maloberti e nuovi innesti piuttosto importanti. Un pensiero sul prossimo campionato? Ancora tabù, senza sbilanciamenti di sorta. «Pronostici? Non ne faccio nessuno – conclude Scarabelli – Abbiamo potenzialità molto buone ma anche altre squadre come Lecco hanno lavorato bene sul mercato: il campionato è ancora tutto da giocare».

Nicolò Premoli 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento