Questo sito contribuisce all'audience di

La Pallavolo Sangiorgio si rinforza in regia con la giovane Chiara Nichelini

Arriva dall'Alsenese dove la scorsa stagione ha ricoperto il ruolo di terza regista. «Durante il mercato ha avuto proposte interessanti, ho scelto San Giorgio perché ho trovato un bell'ambiente dove posso crescere e perché ho la possibilità di frequentare l'università»

Chiara Nichelini con il tecnico Matteo Capra

Arriva da pochi chilometri di distanza il settimo volto nuovo della Pallavolo Sangiorgio: la giovane alzatrice parmense Chiara Nichelini saluta l'Alsenese e si accasa alla corte di Matteo Capra. Nata a Milano il 10 giugno 2001, vive a Parma da una decina di anni. Muove i primi passi nel minivolley all'Energy Volley Parma, dove cresce insieme all'azzurra Terry Enweonwu (la scorsa stagione all'Imoco Volley e la prossima al Bisonte Firenze). Terminato il percorso all'Energy Volley, Chiara che gioca nel ruolo di libero passa al Volley Calerno Sant'Ilario (Reggio Emilia) dove rimane per due stagioni, dal 2017 al 2019. In queste due stagioni, grazie all'intervento di coach Simone Mazza, cambia ruolo diventando alzatrice. L'evoluzione tecnica di Chiara è stata notevole tant'è che lo stesso coach Mazza l'ha voluta come terza alzatrice la scorsa stagione alla Conad Alsenese in serie B1 ed inserita nel roster della Prima Divisione. Chiusa la parentesi gialloblù alsenese si apre il capitolo del gialloblù Pallavolo Sangiorgio.

Di recente ha conseguito la maturità al Liceo Scientifico, ottenendo il punteggio di 100/100, e si iscriverà alla facoltà di Biologia Nutrizionista presso l'Università di Parma.

«Nonostante sia stata la terza alzatrice - spiega Chiara - lo scorso anno ho sempre seguito la squadra sia nelle gare interne sia in trasferta. Durante il mercato ha avuto proposte molto interessanti da un punto di vista tecnica ma l'offerta migliore, sotto ogni punto di vista, è stata quella della Pallavolo Sangiorgio sia perchè ho trovato un bell'ambiente dove posso crescere anche perchè ho la possibilità di frequentare l'università».

«Abbiamo fatto una scommessa su di lei - commenta coach Matteo Capra . In questa direzione mi sbilancio poco ma sono rimasto favorevolmente colpito dalle sue qualità tecniche. Rientra negli ideali di una palleggiatrice, è in grado di gestire al meglio sia l'attacco davanti sia quello in seconda linea . Mi sembra di vedere che ha tanta voglia di mettersi in discussione, partendo da una Prima Divisione per arrivare ad una B2. Secondo me si toglierà tante soddisfazioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento